Come ricaricare la carta Postepay di un'altra persona

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Al giorno d'oggi gli acquisti su internet sono sempre più frequenti in quanto risultano essere molto comodi e soprattutto veloci. Esistono diverse tipologie di pagamento online e una delle più famose è senza dubbio quella che prevede l'utilizzo di una carta Postepay. In questa guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come ricaricare la carta Postepay di un'altra persona.

25

Occorrente

  • Codice fiscale
  • Carta d'identità
  • Modulo apposito da compilare
35

Innanzitutto bisogna sapere che la carta Postepay viene rilasciata presso un comune ufficio postale della propria città di residenza. Per ottenerla è necessario presentare un documento di identità valido insieme al codice fiscale e pagare una somma minima di cinque euro. Dopo aver fatto ciò si diventa immediatamente titolari della carta Postepay.

45

Successivamente la ricarica è gratuita presso gli sportelli postali, mentre vi è un costo aggiuntivo se viene fatta attraverso le ricevitorie abilitate o tramite carta di credito. Se si vuole ricaricare la carta Postepay di un'altro bisogna presentare il codice fiscale e il documento di identità della persona interessata. Per la ricarica è indispensabile anche la presentazione della carta o il numero a sei cifre comprensivo di codice e questo non può avvenire se la la persona si trova fuori città. Il problema può tuttavia essere risolto in modo semplice. Recandoci quindi in un ufficio postale, richiediamo all'operatore il modulo per fare una ricarica Postepay. Con i dati alla mano, quest'ultimo va compilato prestando attenzione a scrivere tutto in stampatello ed in modo leggibile. Oltre ai dati di chi riceverà la ricarica è necessario inserire anche i nostri e una volta compilato il tutto, si può sottoporre la modulistica all'operatore insieme alla carta d'identità ed il codice fiscale in originale che verranno fotocopiati e messi agli atti. Il costo di tutta l'operazione ammonta ad un euro.

Continua la lettura
55

Un altro sistema consiste nell'effettuare un bonifico, in quanto le carte prepagate sono dotate di un chip e delle coordinate (Iban) specifiche per questo tipo di operazione. Inoltre se una persona ha una carta Postepay la può anche registrare in un account Paypal e comodamente effettuare da quest'ultimo il versamento dell'importo necessario. In seguito, una volta accreditati i soldi, è possibile trasferirli sulla carta. Il trasferimento solitamente è molto veloce e richiede non più di due o tre giorni lavorativi. In questo modo diventa semplicissimo ricaricare la Postepay da parte di un'altra persona.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay con carta di credito

Negli ultimi anni Postepay ha riscosso un notevole successo nella gente e quindi anche nel mercato probabilmente per la miriade di servizi che offre a facile utilizzo e versatilità. Postepay è una carta ricaricabile attivabile presso tutti gli sportelli...
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay di un altro

Poste Italiane, mette a disposizione per chiunque volesse usufruirne, una comoda carta prepagata: la postepay. Grazie al suo semplice e comodo utilizzo, nonché ai costi contenuti, la carta postepay è molto in voga e ricaricarla è davvero semplice....
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay con il bancomat

Da molti anni, possedere una carta di credito/debito è semplice per tutti. La carta di debito, in particolare, è accessibile per chiunque la richieda. Non è infatti necessario avere un conto corrente. Sarà sufficiente depositare una piccola somma...
Banche e Conti Correnti

Dove ricaricare la Postepay

La carta Postepay è una carta ricaricabile prepagata molto utile e ormai utilizzata da moltissime persone sia grandi che più giovani. È possibile attivarla presso qualsiasi ufficio postale, ed è ricaricata in vari modi. Questa carta è molto semplice...
Banche e Conti Correnti

Chi può ricaricare la Postepay

La Postepay è una carta ricaricabile di Poste Italiane. Per privati ed aziende, offre servizi vantaggiosi con costi di gestione annuali minimi. La versione standard consente di pagare in Italia e nel mondo in tutti gli Store del circuito Visa. Inoltre,...
Banche e Conti Correnti

Come ricaricare Postepay da conto corrente bancario

Le carte Postepay sono delle carte emesse da Poste Italiane sulle quali è possibile caricare somme di denaro ed adempiere così in modo semplice e diretto a transazioni, pagamenti e operazioni varie, ivi comprese le ricariche telefoniche. Questo tipo...
Banche e Conti Correnti

Come attivare una carta Postepay Junior

Il modo più semplice di beneficiare in sicurezza dei vantaggi degli strumenti di pagamento elettronico anche se non avete compiuto i 18 anni (requisito imprescindibile per la quasi totalità degli istituti bancari) è l'attivazione di una carta di credito...
Banche e Conti Correnti

Carta Postepay: saldo contabile e saldo disponibile

Molti sono i metodi di pagamento che possono essere effettuati attraverso diverse tipologie di carte legate a dei conti correnti. Le banche e le poste offrono moltissime possibilità per gestire il proprio denaro e per pagare comodamente anche online...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.