Come revocare l'amministratore di condominio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La maggior parte dell'ente persone nell'epoca moderna vive in un condominio. Nonostante questo fatto abbia anche dei notevoli vantaggi, c'è comunque bisogno di designare un amministratore di condominio che si occupi di tutti i problemi e della gestione del palazzo stesso. Capita però che alcune volte, l'amministratore non adempia ad i propri compiti o che non si comporti in modo corretto con o condomini; in questo caso diventa necessario revocarlo e sceglierne un altro. In questa guida vi mostrerò come revocare l'amministratore di condominio. Oggi, in questa guida vedremo come revocare l'amministratore di condominio e tutti i procedimenti che possono interessare una qualunque persona per una procedura per la revoca dell'amministratore di dove si abita quindi di un condominio. I procedimenti che andremo ad elencare successivamente sono validi per tutte quelle procedure che hanno come obiettivo la revoca dell'amministratore. Vediamo di seguito come fare.

26

Le motivazioni

Analizzando le motivazioni per cui potrebbe essere necessario un cambio di amministratore possiamo elencare: mancata azione tempestiva nel caso di urgenti opere di manutenzione dello stabile, mancata convocazione di assemblee periodiche o assenza nelle suddette, condanna dell'amministratore per problemi con la Pubblica Amministrazione, cattiva gestione del patrimonio condominiale o addirittura prelievi di denaro per fini personali che non sono nell'interesse dello stabile. Per qualsiasi procedura quando si tratta di una cosa seria come questa ovvero la revoca dell'amministratore di condominio servono le cosiddette motivazioni. Le motivazioni quindi sono molto importanti e devono essere sia dette ad un avvocato semmai ci dovesse essere bisogno ma devono essere scritte anche all'interno di tutti quei fascicoli che dovremmo andare a compilare una volta avviata la revocazione.

36

L'assemblea

Se si presenta anche soltanto una di queste situazioni, i condomini, anche se si tratta di un singolo individuo, possono richiedere la convocazione di un'assemblea per effettuare una mozione di sfiducia contro l'amministratore. In realtà un condomino può richiedere la revoca anche in caso di semplice antipatia nei confronti dell'incaricato. Nel caso di motivazioni che coinvolgono prelievo di denaro o manomissione delle spese condominiali, la legge prevede la possibilità di rivolgersi direttamente ad un tribunale competente. In caso di revoca dell'amministratore invece, l'assemblea dovrà provvedere al più presto alla candidatura di un nuovo amministratore, che potrà essere sia una persona appartenente allo stabile, sia una persona esterna, ricordando che, con la recente modifica della legge sui condomini, saranno necessari alcuni requisiti tra cui: frequentazione di un apposito corso utile per imparare le basi della contabilità, diploma di maturità, eventuale accordo con i proprietari nell'assumersi tutte le responsabilità in caso di irreparabili problemi dovuti ad un errato operato. Per quanto riguarda il consulto o meglio in confronto stesso tra l'amministratore del condominio con i vari condomini può essere possibile tramite una richiesta di convocazione di un'assemblea. Ovviamente questa assemblea deve avere come argomento principale le cosiddette motivazioni per la sfiducia che andrete a dare all'amministratore quindi una volta detta la sfiducia dovrete dire anche le allegate motivazioni che vi abbiamo specificato nel passo precedente.

Continua la lettura
46

Il numero di proprietari

Per validare l'assemblea, sarà necessaria la presenza di un numero di proprietari rappresentanti almeno la metà del valore dello stabile. In caso contrario l'assemblea si considera rimandata. All'ordine del giorno dovrà essere comunicata l'intenzione di revocare l'incarico all'amministratore di condominio. L'amministratore di condominio è obbligato a convocare l'assemblea straordinaria. In caso di mancata convocazione i proprietari potranno decidere di organizzare tra loro la riunione, nominando un capogruppo. Obbligo del richiedente è comunicare il giorno e l'orario previsti all'amministratore. Sarà poi compito di quest'ultimo informare gli altri condomini riguardo al luogo ed alla data dell'assemblea, affinché si possano liberare e parteciparne. Ovviamente per convocare quella famosa assemblea per il confronto tra lo stesso amministratore di condominio ed i condomini deve raggiungere una certa somma di partecipanti o meglio un certo numero per confermare questa convocazione e far attuare l'assemblea richiesta.

56

La votazione

Per procedere alla votazione si può scegliere varie tecniche: dalla semplice alzata di mano ad un urna con bigliettini (ha il notevole vantaggio dell'anonimato). Perché la votazione di sfiducia all'amministratore di condominio sia valida, occorre però raggiungere almeno il 50% più uno di voti a favore, altrimenti la sfiducia non andrà a buon porto e non si potrà revocare l'amministratore di condominio. Un'altra cosa molto importante è la votazione che deve avvenire all'interno dell'assemblea. La maggior parte dei condomini o all'interno delle maggior parte delle assemblee le votazioni vengono fatte o per alzata di mano con un conteggio post votazione delle persone aderenti e non aderenti oppure con un foglio con ogni singolo nome e cognome di tutti i partecipanti all'assemblea e con tanto di firma di quella persona nel campo di adesione o nel campo di non adesione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Amministratore di condominio: come sceglierlo

Quando la propria abitazione si trova all'interno di una palazzina, è necessario avere un buon amministratore di condominio. In questo modo si cerca di gestire al meglio la convivenza civile tra i condòmini. Le decisioni riguardanti gli aspetti comuni...
Case e Mutui

Come tutelarsi se un amministratore di condominio ha lasciato dei pagamenti insoluti

Non è raro scoprire che un amministratore di condominio abbia tralasciato il pagamento di alcune bollette condominiali come le bollette dell'acquedotto o altri pagamenti da sostenere per conto dei condomini. Con l'arrivo di un nuovo amministratore, vengono...
Case e Mutui

Come cambiare amministratore di condominio

L'amministratore gestisce le criticità di un condominio. Risolve i problemi ed i disguidi per i beni comuni. Mitiga eventuali incomprensioni tra i condomini, trovando un accordo tra le parti. Non sempre però questa figura professionale svolge adeguatamente...
Case e Mutui

Come scegliere un bravo amministratore condominiale

L'amministratore di condominio è senza ombra di dubbio una figura abbastanza importante per cui bisogna sceglierlo con molta cautela. I compiti ed i doveri principali sono: attuare le disposizioni dell'assemblea dei condomini, far rispettare il regolamento,...
Case e Mutui

Come risolvere i problemi in un condominio autogestito

Necessiterebbero di un’amministrazione limitata soltanto a poche settimane all'anno, come ad esempio le palazzine per le vacanze estive. Effettivamente, quando si tratta di pochi appartamenti, è consentito fare a meno della figura di un amministratore...
Case e Mutui

Cosa chiedere all'amministratore prima di acquistare una casa

Quando si acquista una casa soprattutto se è la prima volta, è fondamentale cercare di evitare errori banali di cui potremmo pentirci per molto tempo. Anche se sembra ovvio dover verificarne l'abitabilità, le condizioni ipotecarie e catastali, prima...
Case e Mutui

Come valutare il preventivo di un amministratore

Nella guida seguente, scopriremo come valutare il preventivo di un amministratore di condominio. Ai giorni nostri, richiedere tale misura non costa nulla. Tuttavia, bisogna analizzare questo preventivo in maniera approfondita e scrupolosa, al fine di...
Case e Mutui

Come richiedere un'assemblea straordinaria di condominio

Un'assemblea di condominio è un evento che si svolge regolarmente. Ha di solito cadenza mensile, sebbene le sue tempistiche siano a discrezione del condominio. Al suo interno si discute di pagamenti, ordine, regole e tutti gli altri temi di interesse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.