Come rettificare o integrare il Modello Unico

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
110

Introduzione

Il modello Unico può essere utilizzato da tutti i contribuenti tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi percepiti o prodotti nell’anno solare precedente. Diversamente da quanto accade con il modello 730, i crediti o i debiti risultanti, dovranno essere trasmessi direttamente all’Agenzia delle Entrate, che effettuerà le relative operazioni di conguaglio. Con un conguaglio a credito, l’Agenzia delle Entrate provvederà al rimborso diretto, con dei tempi che si allungano fino a due, tre anni dalla richiesta. Con un conguaglio a debito, invece, il contribuente è tenuto a versare le imposte tramite la delega di pagamento F24, entro la scadenze previste per l’anno di presentazione della dichiarazione reddituale. Se abbiamo avuto più datori di lavoro nell’anno precedente o se l’unico datore di lavoro non ha effettuato correttamente le operazioni di conguaglio, saremo obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi, ma è sempre il contribuente che deve verificare e presentare la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate. Tuttavia, può capitare che, anche dopo aver presentato la dichiarazione, ci si accorga di aver commesso degli errori o di aver dimenticato di indicare alcuni oneri sostenuti. In base al principio dell'autonomia delle dichiarazioni, non è possibile rimediare all'errore modificando i saldi con la dichiarazione dell'anno successivo. Si dovrà, altresì, presentare una dichiarazione integrativa a favore o una dichiarazione integrativa da ravvedimento operoso. In questa guida verrà spiegato come è necessario procedere per rettificare o integrare il Modello Unico.

210

Occorrente

  • Modello Unico PF;
310

RIvolgetevi ad un CAAF

Innanzitutto è doveroso segnalare che l’Agenzia delle Entrate, attraverso la dichiarazione precompilata, dà ad ogni contribuente la possibilità di trasmettere e correggere autonomamente la dichiarazione dei redditi attraverso il modello Unico. Tuttavia, trattandosi di dichiarazioni delicate, se non si è in possesso di una conoscenza approfondita della materia, è consigliabile farsi assistere in uno dei tanti Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale dislocati sul territorio nazionale.

410

Ricordate di segnalare la "dichiarazione integrativa"

Per rettificare o integrare il modello Unico, è di fondamentale importanza essere in possesso della dichiarazione errata trasmessa all’Agenzia delle Entrate. A questo punto sarà necessario presentare una nuova dichiarazione barrando l'apposita casella "dichiarazione integrativa" che si trova nella seconda facciata del modello Unico. Tale modello dovrà essere compilato in tutte le sue parti, come faremmo per una nuova dichiarazione, ed infine dovrà essere inviato per via telematica all’Agenzia delle Entrate.

Continua la lettura
510

Integrate la dichiarazione errata

Il termine per l’invio, in caso di dichiarazione integrativa a favore, che rettifichi l’imposta a favore del contribuente è fissato entro le scadenze previste per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno di imposta successivo. Tale modello può essere utilizzato per integrare, per correggere errori od omissioni, che abbiano causato l'indicazione di un maggior reddito, o di un maggior debito di imposta, o ancora di un minor credito. Nel medesimo caso non si applicano multe e l'eventuale credito risultante dalla nuova dichiarazione può essere adoperato in compensazione o richiesto a rimborso.

610

Calcolate le sanzioni edittali

Le dichiarazioni integrative da cui risulti un maggior debito nei confronti dell’Agenzia delle Entrate, e che quindi prevedono un ravvedimento operoso del contribuente, possono essere presentate entro il termine di scadenza previsto per la presentazione della dichiarazione successiva. In questo caso il contribuente è tenuto comunque al versamento delle sanzioni edittali, che verranno però ridotte ad un decimo del minimo (pari a 268 euro), e quindi a 26,80 euro, e ad un decimo degli interessi per ritardato pagamento dell'imposta, pari quindi al 3%.

710

Rispettate i termini di presentazione

Il contribuente potrà anche presentare, entro i 90 giorni successivi alla presentazione della dichiarazione ordinaria, una dichiarazione integrativa del modello Unico, da cui risulti un debito maggiore. In questo caso, la correzione dei dati precedentemente omessi comporta una riduzione delle sanzioni edittali ad un dodicesimo del minimo, cioè 21,50 euro, e il pagamento del 2,50 % dell'imposta dovuta e non versata a titolo di interessi.

810

Rispettate il temine dei 5 anni

E’ importante sottolineare che, la dichiarazione integrativa del modello Unico potrà essere presentata per correggere errori od omissioni entro il termine di decadenza dell'azione di accertamento, ossia il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello della presentazione della dichiarazione originaria. Il contribuente, entro questo termine potrà procedere al contestuale pagamento del tributo dovuto e dei relativi interessi. La sanzione, ove dovuta, sarà poi applicata direttamente dall'Amministrazione finanziaria.

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I programmi di elaborazione delle dichiarazioni in dotazione ai CAAF consentono di calcolare automaticamente sanzioni ed interessi;
  • Se non siete esperti del settore contabile, evitate calcoli macchinosi o manuali;
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come compilare il modello unico persone fisiche

Il modello unico persone fisiche altri non è che l'ex modello 740, all'interno del quale è possibile dichiarare i propri dati personali, oltre che le proprie proprietà e le spese sostenute durante l'anno. Grazie a questo documento, si possono ricevere...
Finanza Personale

Dichiarazione dei redditi: differenze tra 730 e Unico

In una realtà, come quella del nostro Paese, in cui da ormai svariati anni si cerca in tutti i modi di contrastare la troppo diffusa evasione fiscale, è di particolare inportanza essere a conoscenza di alcuni concetti di base relativi all'ambito fiscale....
Finanza Personale

Come compilare il modello 740

Ogni anno, puntualmente, si presenta l'esigenza di compilare l'ormai noto "740", ovvero la dichiarazione attraverso la quale siamo tenuti a dichiarare tutte le tipologie di reddito. È importante sapere che dal 1993 il 740 ha ha cambiato la sua dicitura...
Finanza Personale

Come correggere il modello 730

Almeno una volta all'anno è necessario compilare il modello 730 per la dichiarazione dei redditi, in modo da comunicare allo Stato quanti beni abbiamo e così sapere la quantità di tasse da pagare. Però non sempre è così semplice, e non tutti capiscono...
Finanza Personale

Come compilare il modello F23 per il rinnovo del contratto di locazione

Il modello F23 è un modello da compilare per il pagamento di tasse, imposte e tributi da parte del contribuente all'Agenzia delle Entrate. Il modello F23 è il modello che deve essere compilato nei casi di rinnovo del contratto di locazione. In questa...
Finanza Personale

Come saldare il conto con il modello F24

Sei stufo di dover fare la fila in banca e scervellarti per compilare il modello F24? Allora metti da parte questi metodi antiquati e accenti il tuo PC. Grazie ai servizi di home banking offerti da tutti i principali istituti bancari italiani, oggi è...
Finanza Personale

Come integrare lo stipendio

In questo difficile momento di crisi economica, sono tanti a chiedersi come fare per portare a casa qualche soldo in più ed arrotondare lo stipendio che, nonostante si facciano i salti mortali, non basta mai. Ecco allora alcuni consigli su come integrare...
Finanza Personale

Come correggere un modello F24 errato già pagato

Il modello F24 è un particolare documento che viene utilizzato per il pagamento delle imposte, dei contributi e delle tasse, su tutto il territorio italiano. Tuttavia, se abbiamo commesso un errore, e ci accorgiamo di questo solo dopo aver effettuato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.