Come respingere le avances del proprio capo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Talvolta la bellezza e il fascino rappresentano una vera e propria condanna per le donne. Un esempio di ciò è quello in cui a rivolgerci attenzioni non desiderate sono persone che in virtù del loro rapporto di potere nei nostri confronti, sarebbe meglio non rifiutare.
Come respingere quindi le avances di uomini importanti quali, il nostro capo, per esempio? Vi esporrò in questa breve guida qualche consiglio utile al proposito, in maniera da poter gestire situazioni imbarazzanti che possono creare numerosi disagi.

25

INQUADRARE LA SITUAZIONE

Capita spesso che semplici gesti di cortesia vengano interpretati con malizia, magari da ragazze che hanno già "subìto" situazioni di questo tipo, viceversa a volte succede che l'ingenuità non faccia notare l'evidente malizia in quelli che ci sembrano solo gesti carini. Come capire quando è realmente necessario mettersi sulla difensiva?
1) Usate la vostra capacità di osservazione per capire se il capo rivolge certi gesti solo a voi o anche alle vostre colleghe
2) State sempre attente al calibro della battuta: se vi si dice "Come stai bene oggi con quell'acconciatura", ritengo che possiate non preoccuparvi, mentre una frase del tipo "Come sei vestita oggi nessuno potrebbe resisterti" cela di certo una certa ambiguità.
3) Non lasciatevi condizionare dalle colleghe! Spesso capita che invidie e frustrazioni personali portino a voler creare malumori nell'ambiente di lavoro, vedendo il marcio dove non c'è.
4) Attente anche al luogo e alla situazione delle presunte avances: se il capo si "espone" davanti ai vostri colleghi non mi preoccuperei, significa anzi che sono atteggiamenti innocenti che non ritiene di dover nascondere. Se al contrario vi rivolge certi apprezzamenti quando siete soli in ufficio c'è sicuramente da preoccuparsi.
5) Tenete da conto anche la vostra anzianità di servizio e il vostro rapporto personale: con gli anni e la confidenza, una battuta di troppo può anche scappare, se siete delle nuove assunte state invece con le antenne dritte.

35

COME DECLINARE LE AVANCES IN MANIERA SOFT

Analizzando tutta la situazione siete sempre più sicure della malizia del vostro capo? Allora a questo punto dovete dargli dei paletti, però cercando di non essere troppo dirette, almeno fino a quando la situazione lo permette. Come fare? Di seguito qualche semplice e utile consiglio.
1) La tecnica del "fidanzato immaginario": utilizzate ogni occasione di dialogo col capo per parlare del vostro ragazzo, elogiando le sue caratteristiche positive e facendo intendere quanto siate nell'averlo trovato. Tra uomini vigono dure leggi e questo potrebbe far cambiare atteggiamento al capo. Non sempre però tale tecnica porta ai risultati sperati, molti datori di lavoro pensano di potervi avere in pugno anche solo per il loro rapporto di superiorità gerarchica.
2) La tecnica "Stakanov": assumere un atteggiamento da "sono qui solo per lavorare e non per perdermi in chiacchiere", ridurre le conversazioni a ciò che è indispensabile lavorativamente parlando.
3) Evitare abiti succinti ed atteggiamenti troppo espansivi (anche se in realtà questo è un atteggiamento basilare che si dovrebbe tenere sul luogo di lavoro a prescindere dalle avances).

Continua la lettura
45

COME DIFENDERSI SE LA SITUAZIONE DIVENTA CRITICA

Nonostante tutto ciò il vostro capo continua sulla stessa linea? Anche in questo caso bisogna cercare di evitare le maniere forti: se non assume un atteggiamento realmente esplicito, è difficile provare le vostre ragioni. Perciò, fin quando si limita a battute ambigue ma senza esporsi, il mio consiglio spassionato sarebbe di lasciarsi scivolare la cosa addosso: prima o poi continuando a non ottenere nulla, si stancherà e vi lascerà stare.
La situazione è diversa se invece le richieste diventano esplicite. Qui le misure da adottare sono differenti, a seconda dell'insistenza. Innanzitutto mettete le carte in tavola: nel momento in cui lui esplicita le sue intenzioni, allora potete parlargli in maniera chiara, sempre nel migliore dei modi. Fategli presente che non la ritenete una situazione consona all'ambiente lavorativo, puntando sulla diminuzione della vostra produttività data dalla vostra tensione riguardo le avances non gradite. È buona strategia anche quella di puntare sul rapporto di stima che verrebbe a mancare, facendo in maniera quindi di non farlo sentire un attacco personale. Mi raccomando, MAI affrontarlo in presenza di altre persone: ferirlo nell'orgoglio davanti allo staff potrebbe incattivirlo non poco.
A questo punto anche l'essere più viscido sulla faccia della terra dovrebbe essersi arreso, ma se così non fosse potrete far valere i vostri diritti rivolgendovi ad un avvocato, chiedendo aiuto per molestie sessuali subite sul posto di lavoro. La molestia non è da intendersi solo come un'aggressione fisica, ma si tratta anche di un'aggressione verbale e psicologica. È utile a tal proposito sapere di poter avere qualcuno che possa testimoniare in vostro favore o comunque fare in modo di avere delle prove dell'accaduto: la vostra sola parola contro la sua è difficile potrebbe valere qualcosa.
Ad ogni modo, la regola principe di tutte è: tenere sempre gli occhi bene aperti e non dare troppa confidenza a chi potrebbe metterci in una situazione di disagio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

10 modi per farsi stimare dal capo

A tutti piacerebbe che il nostro impegno sul lavoro venga subito riconosciuto ed apprezzato dal capo, che rimanga colpito dal nostro lavoro a tal punto da non mettere più in discussione la fiducia e la stima che ha nei nostri confronti. Nel mondo reale...
Lavoro e Carriera

Come accettare un rimprovero dal capo

Sul posto di lavoro è assolutamente normale commettere degli errori e di conseguenza ricevere dei rimproveri da parte del capo. Quello che può dare veramente fastidio è il fatto che questi richiami in determinati casi non sono del tutto meritati, ma...
Lavoro e Carriera

Come affrontare il capo senza avere paura

Quante volte vi è capitato di voler comunicare qualcosa al vostro capo per poi tenervi tutto dentro e lasciar correre? Questo, però, è un atteggiamento che non fa affatto bene a voi stessi: in primo luogo perché continuerete a rimuginare per ore e...
Lavoro e Carriera

Cosa fare se il capo si innamora di te

Quando si lavora alle dipendenze di un uomo per una donna la vita non è mai facile. Tra le varie evenienze che si potrebbero venire a creare bisogna mettere in conto anche la possibilità che il capo si prenda una sbandata per la sua dipendente, e che...
Lavoro e Carriera

Lavoro: come andare d'accordo col capo

Lavorare in un ambiente sereno ed essere in sintonia con il capo e i colleghi è fondamentale per assicurare prestazioni efficienti e raggiungere gli obiettivi prefissati. La persona con cui si deve costruire un rapporto di stima e amichevole è soprattutto...
Lavoro e Carriera

Le 5 cose che un buon capo non deve dire

Dirigere, organizzare avere delle responsabilità mette ogni individuo di fronte a delle scelte non sempre facili, ne comode; ma, purtroppo, il lavoro di responsabilità e la dirigenza che spetta ad un capo non sono una cosa semplice. Comunque sia, un...
Lavoro e Carriera

Come sopravvivere al proprio capo

In un mondo ideale, tutti noi avremmo dei fantastici capi che ci aiutano a crescere, che ci fanno sentire apprezzati e che ci fanno sentire degli "eletti" scelti tra decine di altre persone per le nostre capacità.Purtroppo non è sempre esattamente ciò...
Lavoro e Carriera

Come scegliere il regalo di natale per il tuo capo

Durante il periodo natalizio, molto spesso e volentieri si potrà essere con poche idee relativamente ai regali da fare ai propri amici e parenti. Una volta che avrete comprato i regali, ci si rende conto frequentemente di essersi dimenticati di acquistare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.