Come relazionarsi Con il Datore Di Lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il lavoro è sicuramente un qualcosa di fondamentale importanza. In numerose sono infatti le professioni che possiamo svolgere e che vanno per esempio dall'operaio in fabbrica e dal cuoco, fino ad arrivare a liberi professionisti quali per esempio dentisti ed avvocati. Tuttavia se facciamo un lavoro come dipendenti, risulta di fondamentale importanza il sapersi relazionare efficacemente sia con i nostri colleghi che soprattutto con il nostro capo. In questa guida infatti vedremo come relazionarsi con il datore di lavoro.

24

Per prima cosa è fondamentale se abbiamo problemi di qualsiasi genere, parlarne immediatamente con il nostro datore di lavoro. Evitiamo di parlargliene in momenti in cui è teso o è troppo preso dal suo lavoro poiché ci potrebbe rispondere frettolosamente e soprattutto in alcuni casi anche con sgarbo. Scegliamo i momenti più opportuni quando è calmo e tranquillo nel suo ufficio. Evitare poi di litigare ma anzi cercare il dialogo e l'intesa, utilizzando toni pacati e soprattutto mettendo bene in evidenza quali sono i nostri eventuali disagi. Il consiglio è anche quello di non parlare mai male del proprio datore con i colleghi, poiché questi potrebbero riferire a lui ciò che abbiamo detto e il nostro datore potrebbe sentirsi molto offeso e arrabbiato con noi.

34

Evitare poi atteggiamenti troppo confidenziali, è sempre bello avere un bel sorriso sul volto quando parliamo con qualsiasi persona, ma con il datore di lavoro bisogna utilizzare il massimo rispetto e cortesia. Se siamo in difficoltà cerchiamo di porre rimedio da soli senza fare svolgere al datore il lavoro che dobbiamo svolgere noi stessi, possiamo chiedergli consiglio ma mai affidargli un nostro incarico, poiché il nostro capo potrebbe arrivare a considerarci inadeguati al ruolo che svolgiamo e in alcuni casi anche licenziarci. È poi molto importante prendersi le proprie responsabilità, senza scaricare la colpa sui colleghi nel caso commettiamo un qualsiasi errore, in questo modo il nostro datore ci vedrà come persone estremamente responsabili a cui può affidare incarichi anche di maggior fiducia.

Continua la lettura
44

La mattina soprattutto quando si vede che il nostro datore è molto stanco, possiamo offrirgli una tazza di caffè e intrattenere con lui una conversazione molto piacevole. Infine l'ultimo suggerimento è sicuramente quello nel caso abbiamo qualsiasi problematica, di portarla subito alla luce discutendone col capo. Se evitiamo di parlarne le problematiche si potrebbero ingigantire e non venire risolte, ciò potrebbe anche causarci in alcuni casi stress e frustrazione. Sicuramente il relazionarci correttamente col nostro datore di lavoro, ci potrà dare delle grandissime gioie e soddisfazioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come agire in caso di contributi non versati da parte del datore di lavoro

In questo articolo abbiamo pensato di affrontare un problema che purtroppo, molto spesso, affligge molti lavoratori. Vogliamo parlare di come poter agire nel caso in cui abbiamo dei contributi, che non vengono versati, da parte del nostro datore di lavoro....
Lavoro e Carriera

Le domande da non fare al primo colloquio di lavoro

Affrontare un colloquio di lavoro non è facile. Nonostante le numerose esperienze lavorative, può essere stressante sottoporsi ad una candidatura. Chi ha fatto molta esperienza in questo campo, conosce già le regole di base. Tra queste ci sono le norme...
Lavoro e Carriera

Come Presentare Una Richiesta Di Permesso Al Datore Di Lavoro

Se avete necessità di richiedere un permesso retribuito ma non disponete di un modulo da compilare e presentare al vostro datore di lavoro, all'interno della seguente guida troverete alcuni consigli utili per formulare correttamente la vostra richiesta...
Lavoro e Carriera

Cosa fare se il datore di lavoro non paga

Può accadere di avere dei seri problemi con il proprio datore di lavoro. I problemi con cui si può venire in contatto sono veramente tanti e possono succedere ogni giorno, in particolar modo in questo periodo di profonda crisi economica. Nello specifico,...
Aziende e Imprese

Sicurezza sul lavoro: obblighi del datore di lavoro

In tutte le aziende sono i datori di lavoro (dirigenti o persone con incarichi dirigenziali) le prime figure che devono saper garantire la sicurezza: sono infatti i soggetti sui quali ricade appunto l’obbligo di mantenerne alti i livelli! Tali figure...
Richieste e Moduli

Come richiedere il cud al datore di lavoro

Il Certificato Unico Dipendente, che riconosciamo con l'abbreviazione "CUD", è una certificazione che viene consegnata ai dipendenti da parte del loro datore di lavoro. Anche i lavoratori assimilati lo ricevono, purché abbiano un contratto a tempo determinato,...
Lavoro e Carriera

Come regolarizzare una colf

Regolarizzare una colf non è così difficile. È però importante conoscere bene quali sono i diritti e i doveri che hanno sia il datore che il collaboratore. Vediamo dunque i passi fondamentali per andare incontro a una assunzione senza rischi. Vedremo...
Lavoro e Carriera

Come avere un buon rapporto con il proprio datore di lavoro

Il rapporto con il proprio datore di lavoro è un rapporto di tipo gerarchico, non sempre fondato sulla condivisione di interessi. Conflitti, tensioni e incomprensioni sono possibili e frequenti, ma ciò non toglie che queste situazioni problematiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.