Come registrare una bolla doganale

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli acquisti effettuati fuori dal territorio comunitario, sono documentati dalla bolla doganale, che fiscalmente rappresenta la nazionalizzazione della merce, con relativo pagamento di I. V. A. (imposta sul valore aggiunto) e dazi doganali. L'IVA e i dazi non hanno un valore fisso, ma dipende da tutta una serie di fattori, quali: i Paesi tra i quali avviene la compravendita di merci, valore delle rispettive valute all'atto dell'acquisto, valore della merce stessa, e così via. Ma come fare a capire precisamente le diverse chiamate sui registri degli acquisti? Di seguito vi forniremo una guida per un primo semplice approccio a questo problema: vediamo dunque insieme come registrare una bolla doganale.

26

Registro degli acquisti

La bolla doganale è a tutti gli effetti l'equivalente della fattura di acquisto nazionale, ovvero il documento da inserire nel registro degli acquisti. Di conseguenza, gli elementi utili per la registrazione sono: numero e data di riferimento (campo 7), prezzo dell'articolo (campo 42), spese di trasporto anticipate e dazi doganali (campo 47, calcolo delle imposizioni). È fondamentale sapere che l'importo soggetto a dazio comprende il valore merce e le spese di trasporto anticipate; di conseguenza, l'IVA va calcolata sull'importo totale ottenuto dal calcolo precedente, ovvero valore merce spese trasporto anticipate dazio.

36

Sottoconti e IVA

Vediamo ora in dettaglio le registrazioni da effettuare. Innanzitutto bisogna creare un sottoconto di transito Fornitori, che chiameremo dogana. Procediamo, poi, con la registrazione della fattura di acquisto del fornitore estero, semplicemente come movimento contabile. A questo punto, va poi registrata, nel registro Acquisti, la fattura del trasportatore che ha effettuato lo sdoganamento, a cui abbiamo corrisposto l'importo relativo a dazio e IVA. In particolare, è da ricordare che l'IVA è pagata dall'importatore in dogana nel momento dello sdoganamento, qualora ci trovassimo in situazione di importazioni da Paesi al di fuori dell'Unione Europea.

Continua la lettura
46

Sottoconti con saldo zero

Per concludere, registriamo il pagamento della fattura del fornitore, verificando, se questa è in valuta estera, l'eventuale esistenza di differenza sul cambio con l'Euro, rilevando, in tal caso, un utile su cambi o un costo come differenza su cambi. Se l'operazione è corretta, i sottoconti DOGANA, Anticipo IVA import e Fornitore estero sono chiusi, quindi con saldo zero. Se così non fosse, sarà opportuno rivedere i precedenti passaggi e accertarsi di non aver commesso errori di calcolo. Eventualmente, ci si può rivolgere a un commercialista per risolvere eventuali errori e/o omissioni.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Gli Acquisti In Moneta Estera

Spesso potrà capitare di doversi rivolgere a fornitori che operano in paesi esteri, per una società, e che non usano come per noi, la moneta dell'Euro. Chiaramente questo potrà comportare certi svantaggi: si dovranno considerare i tempi d'attesa abbastanza...
Aziende e Imprese

Come richiedere Il Certificato Di Origine per l'estero

Qualsiasi merce che deve essere esportata all'estero necessita di una precisa certificazione per poter passare alla dogana in base alla normativa vigente nel nostro Paese. Il certificato più importante in questo senso è quello di origine per l'estero....
Richieste e Moduli

Come fare una fattura pro-forma

All'interno della presente guida, andremo a parlare di fatture. Nello specifico, come avrete già compreso attraverso la lettura del titolo stesso della guida, andremo a concentraci sullo spiegarci Come fare una fattura pro-forma.Una fattura pro-forma...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale nelle Seychelles

Un paese sempre più oppresso dal sistema fiscale come l'Italia, in cui gli investimenti sono sempre più tassati, induce ogni anno migliaia di persone, soprattutto giovani, a cercare fortuna altrove, coronando così all'estero il loro desiderio di mettere...
Richieste e Moduli

Come compilare una bolla di accompagnamento

La bolla di accompagnamento è una documentazione che viene emessa per giustificare il trasferimento di un prodotto da chi lo vende a chi lo acquista, ed essa va sempre rilasciata ad ogni trasporto. Deve essere emessa prima di consegnare la merce al...
Aziende e Imprese

Dogana e merci Extra UE: 5 cose da sapere

La dogana è un’istituzione che ormai per quanto riguarda i paese della comunità europea, è del tutto scomparsa, ma per chi intende intraprendere un viaggio o si intende comprare da paesi extra europei, la dogana rimane ancora come frontiera e tutela...
Richieste e Moduli

Come compilare una bolla di reso merci

La bolla di reso merci, conosciuta anche con la sigla di DDT, rappresenta un documento di trasporto che viene utilizzato per giustificare il passaggio di una determinata merce, da una persona ad un'altra. È entrata in vigore con il DPR 472/96 e va a...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Kenya

Il Kenya è uni degli stati più famosi e splendidi dell'Africa, nello specifico dell'Africa orientale, tant'è che una sua parte affaccia anche sul mare, il mare Arabico. Le zone confinanti sono la Somalia, Uganda, Etiopia e Tanzania, mentre la capitale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.