Come registrare e trascrivere il compromesso

Tramite: O2O 08/03/2020
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per i beni immobili è previsto un regime di circolazione diverso da quelli mobili; infatti, tutti gli atti che li riguardano devono essere scritti, pena la nullità. Il compromesso è anche chiamato preliminare di compravendita ed è un contratto in cui le due parti si impegnano a concludere un contratto definitivo entro una certa data e ne stabiliscono i modi. Di solito si richiede di versare una caparra a titolo di acconto. Tale obbligo ha valore solo tra le parti in causa e non produce un effetto traslativo della proprietà. Nel corso della guida vedremo il significato di questa ultima dicitura. Possiamo solo anticipare che non rende effettiva la compravendita dell'immobile. Vedremo, in questa semplice guida, come registrare e trascrivere tale contratto.

26

Differenza tra trascrizione e registrazione

Spesso, però, la trascrizione viene confusa con la registrazione ed i contraenti pensano di essere cautelati nello stesso modo, ma non è assolutamente così. La registrazione è un adempimento fiscale obbligatorio e va effettuata entro 20 giorni dalla stipula del compromesso presso l'Agenzia delle Entrate, ma non tutela le parti in sede giudiziaria. In pratica, può succedere che nel caso di contratti preliminari stipulati in forma privata la registrazione può essere fatta anche da privati, ma serve solo al fisco per le semplicissime verifiche tributarie. Semplicemente la registrazione serve per avere la certezza della data al contratto. La trascrizione, invece, garantisce che tale contratto diventi inopponibile da parte di terzi, come se venisse "blindato". Infatti, con la sola registrazione, un terzo potrebbe benissimo acquistare l'immobile in oggetto, od ancora un creditore potrebbe prenderne possesso.

36

Costi di registrazione e di trascrizione

I costi sono diversi proprio perché la registrazione può farla chiunque, mentre la trascrizione deve essere effettuata per forza da un notaio. Nel secondo caso bisogna aggiungere ai costi per l'imposta di registro, dovuta in ogni caso e calcolata in base al valore del bene, l'imposta fissa di trascrizione (168 euro), i diritti fissi di trascrizione (35 euro) e la parcella del notaio. Quest'ultima è molto variabile, e spesso si basa sull'entità del bene oggetto della trascrizione. Tra l'altro, questa spesa solitamente la si fa pagare a chi è interessato all'acquisto del bene.

Continua la lettura
46

Registrazione immobiliare

Per evitare i problemi di cui si parlava sopra e per rendere il contratto opponibile ai terzi, è consigliabile inserire il compromesso nei registri immobiliari. Questa operazione è chiamata trascrizione e serve all'acquirente a porsi in una posizione di privilegio in caso di inadempienza o fallimento del venditore. Specifichiamo i compromessi trascrivibili sono quelli stipulati davanti ad un notaio o le scritture private autenticate. L'intervento del Pubblico Ufficiale (un notaio) serve a controllare che il contratto possegga tutti i requisiti necessari per essere conforme all'ordinamento giuridico. La trascrizione ha validità di tre anni, al termine dei quali perde efficacia qualora non venga tramutata in un contratto definitivo (comunemente definito rogito). Grazie alla pratica del notaio, non solo si avrà la certezza sulla data, ma sia avrà anche la certezza dei sottoscrittori, oltre ad assicurarsi che l'immobile in oggetto sia perfettamente in regola con le varie verifiche catastali.

56

Utilizzo del preliminare

Tenete presente che sottoscrivere un contratto preliminare (compromesso), non è obbligatorio ai sensi di legge, tuttavia negli ultimi anni è diventato quasi una tappa obbligata nell'iter di compravendita che si conclude con il rogito da parte del notaio. Come accennato nell'introduzione, questo serve perlopiù per mettere nero su bianco le intenzioni e soprattutto delineare le modalità di passaggio dell'immobile, sia esso una casa, un terreno o altra forma di immobile. Quindi è facilmente immaginabile che la compravendita può esistere senza compromesso (o preliminare), ma non è assolutamente pensabile ed eseguibile senza un rogito. Così facendo, non avrebbe alcuna validità legale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Conviene effettuare la trascrizione quando il lasso di tempo tra il compromesso e il contratto definitivo è elevato.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come registrare un preliminare di compravendita immobiliare

Per sapere come registrare un preliminare di compravendita immobiliare (cosiddetto "compromesso") possiamo avvalerci di un consulente, un avvocato, un notaio (necessario per legge nel momento della stipula finale chiamata "rogito") oppure redigere da...
Case e Mutui

Come registrare un contratto d'affitto

Se possedete una casa o un locale e ad un certo punto decidete di affittarla ad una famiglia, ad un gruppo di studenti universitari oppure ad alcuni turisti in vacanza, dovrete prima regolarizzare il tutto facendo registrare il contratto presso un qualsiasi...
Case e Mutui

Come registrare un preliminare di vendita

Il contratto preliminare di vendita è, semplicemente, un accordo tra il venditore ed il compratore. In base a tale accordo essi non fanno altro che impegnarsi a comprare un immobile. Il mondo del diritto può essere incomprensibile per chi non conosce...
Case e Mutui

Come stipulare il rogito notarile

La guida che andremo a sviluppare nei passi che seguiranno, si occuperà di spiegarvi come stipulare il rogito notarile. Alcuni esperti del settore immobiliare, ancora oggi vanno a identificare quest'ultimo come il più solido degli investimenti, nonostante...
Case e Mutui

Come firmare una proposta d'acquisto

La proposta d'acquisto è il primo passaggio contrattuale nell'iter di compravendita di un immobile. Spesso, però, viene usata impropriamente come uno strumento per concludere la trattativa commerciale: quante volte capita che un mediatore consigli di...
Case e Mutui

Come tutelarsi nell'acquisto di una casa

L'allocazione delle risorse dai soggetti cosiddetti "in surplus" finanziario verso coloro che vivono in una condizione di "deficit" finanziario è sempre stata la missione caratterizzante gli intermediari finanziari. Le classi di attività verso le quali...
Case e Mutui

Come posticipare la data del rogito

Il rogito, detto anche atto notarile, rappresenta quel particolare documento che determina secondo le normative di legge il passaggio di proprietà di un bene immobile dal venditore al compratore. Dunque, stipulando questo documento che ha valore legale,...
Case e Mutui

Documenti necessari per acquistare casa

Il sogno di indipendenza e maturità di molti si concretizza con l'acquisizione di un lavoro, ma soprattutto nell'acquistare una casa. Quasi sempre la liquidità necessaria per la compravendita di un immobile non è alla portata di tutti, il che comporta...