Come redigere un testamento diseredante

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Arriva un certo punto della vita in cui si pensa al futuro, si pensa che la permanenza su questa terra non sarà eterna, e vengono quindi in mente molti pensieri. Cosa ne sarà dei miei averi, di tutte le mie cose e del mio patrimonio? Sicuramente non si può sapere, però è possibile redigere un testamento, in cui il futuro defunto scrive i suoi voleri e le sue idee. In seguito, in questa guida vedremo come redigere un testamento diseredante.

24

Cos'è il testamento diseredante

Il testamento diseredante rappresenta un atto davvero molto forte, in cui si esclude una persona della famiglia dal futuro possedimento degli averi del defunto stesso. Questo tipo di testamento è sicuramente anche molto pesante da digerire per la persona stessa che lo subisce, comunque sia in questi casi esistono motivi senza dubbio molto gravi per i quali colui che redige il testamento prende una simile decisione. L'esercizio di questo potere è comunque possibile nei limiti della legalità imposti dalla legge.

34

Cause d'indegnità

Come già detto in precedenza le cause per le quali si va ad escludere una persona dal futuro possedimento di una parte del proprio patrimonio, sono sicuramente cause molto gravi. Queste circostanze appena citate comprendono: La perdita del diritto di potestà sui figli, tentati omicidi oppure omicidi volontari, e ancora abusi sul testamento stesso, che comprende a sua volta la creazione di un testamento falso, e vari atti violenti o comunque inganni per portare indurre, revocare, modificare il vero contenuto nel testamento. In questi casi appena citati in precedenza, l'erede perderebbe i beni che dovrebbe andare ad ereditare, naturalmente dopo il lavoro, e la successiva conferma del tribunale.

Continua la lettura
44

Scrittura del testamento diseredante

Per quanto riguarda la scrittura di diseredazione, quest'ultima può essere inserita nel testamento senza andare a ricorrere all'uso di particolari formule, e inoltre non si sarà tenuti ad indicarne le motivazioni, a meno che non si voglia farlo. Si potrà scrivere ad esempio “Escludo dalla mia successione mio fratello... ” o chiunque sia. Scritta in questo modo appena citato la diseredazione, viene prima quindi giudicata valida dalla Corte di Cassazione, anche se il testamento non contiene, al contempo, alcuna nomina di eredi o attribuzione di legati. Il testamento infatti può ben affiancare la legge nel regolare la successione e costituisce massima espressione della libertà dell’individuo, che quindi può ben decidere di non lasciare nulla a qualcuno dei futuri possibili eredi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come richiedere la diagnosi funzionale

Per i bambini portatori di handicap occorrono maggiori attenzioni da parte degli adulti. Qualora dovessero trovarsi in luoghi pubblici (come un istituto scolastico o un giardinetto), hanno inoltre bisogno di tanto sopporto. La scuola rappresenta il luogo...
Previdenza e Pensioni

Come aprire un fondo pensione

L'esigenza di costruirsi una pensione integrativa è una delle sfide che si devono, oggi, affrontare. Molti italiani vogliono avere sicurezza economica nel futuro, e pensano che la pensione erogata dal solo INPS non sarà sufficiente a fare fronte a...
Previdenza e Pensioni

Come scegliere l'amministratore del condominio

Molte persone abitano in appartamenti situati all'interno di palazzi, solitamente gestiti da uno degli inquilini regolarmente votato e scelto per poter assolvere al compito di amministratore. Una figura importante che ha il compito di gestire e risolvere...
Previdenza e Pensioni

Procedura per fare ricorso per mancato riconoscimento stato di invalidità

Secondo i termini giuridici per invalidità si intende l'incapacità di un soggetto di svolgere le ordinarie occupazioni a causa di qualcosa che incide sulla sua perfetta autonomia. L'incapacità può avere origini da una serie di fattori: incidenti sul...
Previdenza e Pensioni

Come andare in pensione: 5 passaggi

La pensione oggi giorno è l'unica cosa che conta dopo il lavoro quando si raggiunge una certa età. Ai tempi d'oggi la pensione tende ad essere anche quella minima dove molte persone non riescono nemmeno ad arrivare a fine mese pagando le bollette e...
Previdenza e Pensioni

5 cose da sapere sulla maternità obbligatoria

La maternità obbligatoria rappresenta il periodo in cui la madre lavoratrice deve esimersi dal lavoro. Qui di seguito, verranno riportate le 5 cose più importanti da sapere sul congedo obbligatorio, trascritte nel decreto legislativo n. 151 del 26 marzo...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare l'indice ISEE

ISEE è un acronimo che sta per “Indicatore di Situazione Economico-Equivalente. È un indicatore ESSENZIALE che può renderci possibile l'accesso a benefici economici dal punti di vista: della sanità, della prevedenzialità e soprattutto da quello...
Previdenza e Pensioni

5 cose da sapere sulla maternità anticipata

Per le donne durante il periodo di gravidanza, è sicuramente fastidioso recarsi al lavoro, perché molte aziende non riescono a concedere il periodo che spetta da dedicare alla maternità. In realtà secondo la legge, deve essere assolutamente previsto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.