Come redigere un regolamento condominiale

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questo tutorial vi spiegheremo come redigere un regolamento condominiale. Il condominio è il luogo dove devono convivere più persone internamente ad uno stabile unico. Ci sono degli spazi che sono condivisi ed a volte anche degli impianti che vengono usati più appartamenti. Tale situazione presuppone un accordo tra i condomini vari, il rispetto di regole di uso e di comportamento. Tutto quello che viene deciso dovrà essere riportato nel regolamento condominiale. In seguito vi daremo dei consigli molto utili ed anche delle informazioni corrette su come redigere appunto tale atto. Buona lettura e buon lavoro!

25

Esistono due tipi di regolamenti condominiali

Il regolamento condominiale costituisce un aspetto fondamentale, perché esso deve disciplinare la vita del condominio. Si potrà dire tranquillamente che è una legge interna. Essa dovrà essere rispettata, in modo da permettere una convivenza civile. Il regolamento potrà essere redatto sia internamente che esternamente al condominio. Se viene redatta internamente, si avrà il normale regolamento condominiale, mentre si tratterà di regolamento contrattuale, nel caso che è redatto esternamente al condominio. Quest'ultimo viene predisposto generalmente dal costruttore prima della vendita dell'immobile.

35

Vi spieghiamo le caratteristiche del contratto redatto internamente

Il primo tipo di contratto ha origine assembleare. Questo significa che dovrà essere redatto dall'assemblea stessa di tutti i condomini. Esso non significa che ciascun condomino partecipa in modo attivo alla stesura del regolamento, però che le parti disapprovano oppure approvano le regole che stabilisce l'amministratore del condominio. Oltre a dare il voto, i condomini, dovranno esprimere le loro opinioni anche per quello che riguarda modifiche eventuali che dovranno essere apportate al regolamento.

Continua la lettura
45

Il regolamento deve disciplinare gli interessi della collettività

Il regolamento deve disciplinare gli interessi della collettività. Questo regolamento deve anche permettere una gestione dell'amministrazione del condominio e degli spazi comuni. Se occorrerà sarà bene fare delle limitazioni d'uso. Il regolamento si rivolge alla collettività, ma non dovrà intaccare la vita privata delle persone. Quando il regolamento sarà stato accettato, dovrà essere rispettato da tutti quanti. Certe volte certi condomini sono esentati dalla sua osservazione, perché le aree disciplinate non rientrano nella loro sfera.

55

La redazione di un regolamento condominiale è la base di una gestione corretta

La redazione di un regolamento condominiale è la base di una gestione corretta. Tale operazione confermerà la possibilità di affrontare la vita di condominio in modo pratico e semplice. Facendo in questo modo, si potranno evitare scontri eventuali oppure diverbi. In un condominio è essenziale mettere per iscritto ogni comportamento da tenere possibile internamento all'immobile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come modificare un regolamento condominiale

Convivere è già difficile di suo, se poi si ha a che fare con molti altri condomini con cui non si va d'accordo all'interno del proprio palazzo allora tutto ciò diventa davvero impossibile. Per questo di tanto in tanto vengono nominati degli amministratori...
Case e Mutui

Il nuovo regolamento di condominio

D'ora in poi i rapporti fra condomini saranno disciplinati dal nuovo regolamento di condominio. Le "modifiche alla disciplina del condominio negli edifici" entrano in vigore dal 18 giugno 2013 (la relativa Legge è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale...
Case e Mutui

Come gestire una sala condominiale

In quasi tutti i condomini nascono discussioni sull'utilizzo dei locali, sulla pulizia, sui rumori, etc... Molte di queste situazioni vengono risolte dall'amministratore di condominio che provvede ad inserire o modificare le regole per una pacifica convivenza....
Case e Mutui

Come gestire le spese straordinarie di condominio

Al momento dell'acquisto di un appartamento in condominio, si diventa subito parte di un gruppo di proprietari che sovvenzionano il funzionamento del condominio stesso, sia che si tratti di un edificio che di un complesso residenziale. I condomini di...
Richieste e Moduli

Come scrivere una lettera di reclamo all'amministratore condominiale

Può capitare di dover scrivere una lettera di reclamo all'amministratore condominiale per questioni inerenti al condominio che siano state considerate o valutate diversamente. Magari per provvedimenti, riparazioni o altro che non abbracciano tutti gli...
Case e Mutui

Come invalidare un'assemblea condominiale

Tutti coloro che vivono all'interno di un condominio, sanno che l'assemblea condominiale rappresenta uno dei luoghi decisionali più importanti, perché è nel corso di queste riunioni che vengono assunte delle decisioni determinanti per la gestione del...
Richieste e Moduli

Come indire un'assemblea condominiale

Le assemblee condominiali servono a deliberare, e approvare bilanci annuali. Anche eventuali opere di ristrutturazione e manutenzione degli edifici. Generalmente vengono indette dall'amministratore dello stabile in oggetto. Vediamo, quindi, attraverso...
Case e Mutui

Come annullare una delibera dell'assemblea condominiale

Molti di noi abitano in un appartamento di un condominio, con la relativa conseguenza di dover prendere delle decisioni insieme a tutti gli altri condomini. Il luogo e il contesto dove discutere e decidere dei problemi o necessità del condominio è all'assemblea...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.