Come redigere un contratto di leasing

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il contratto di leasing, chiamato anche "Contratto di locazione finanziaria", è una forma di finanziamento diventata popolare nel 1980, quando le persone hanno cercato di trovare dei modi più accessibili per possedere delle automobili senza però acquistarle. È possibile redigere il leasing anche per altri beni oltre all'automobile, come un'immobile ecc.
Consiste nel pagare un cannone periodico stabilito in base al contratto stipulato. Rispetto ai normali prestiti di denaro offre diversi sconti ed agevolazioni.
Questa formula di "acquistare" dei beni potremo anche chiamarla come un prestito con il diritto di riscatto, dove se quest'ultimo avviene si paga una somma finale sempre stabilità dal contratto iniziale.
Se siete interessati a come redigere un contratti di leasing continuate a leggere la guida per tutti i suoi dettagli.

26

La fase iniziale per redigere un contratto di leasing è quella istruttoria. Ovvero nella quale il concedente (la società di leasing), decide se concederlo o no il leasing. Questa fase è necessaria per verificare l'affidabilità del cliente (utilizzatore del bene concesso), esaminando il suo profilo finanziario e quello economico. Oltre a questo, in base al valore del bene richiesto, la società concedente potrebbe chiedere più garanzie, come possono essere le fideiussioni o pegni.
Se questa fase è stata superata si può passare a quella successiva, ovvero, la stipulazione del contratto di leasing.

36

La stipulazione del contratto si può ritenere la fase più importante dell'intero processo. È qui che la società concedente propone il contratto, con tutti i doveri da parte loro e del cliente rispettare, oltre ai termini del contratto. Per renderlo valido sarà necessario firmarlo.
L'operazione potrebbe comportare un costo per l'apertura della pratica, oltre a dover versare in anticipo per poter prendere in leasing il bene scelto.
D'ora e in avanti il cliente potrà usufruire del bene, che però resta di proprietà del concedente.

Continua la lettura
46

Una volta ricevuto il bene, l'utilizzatore dovrà rispettare i termini e le condizioni nel contratto precedentemente stipulato, pagando un cannone il più delle volte mensile. È importante rispettare i tempi dei pagamenti, in caso contrario il concedente ha tutto il diritto di recidere il contratto e di rimpossessarsi del bene che vi è stato concesso.
I danni causati da terzi, non dal cliente, saranno ripristinati dalla società di leasing.

56

Terminati il pagamento di tutte le rate del cannone, il cliente ha il diritto di riscattare il bene secondo l'importo stabilito nel contratto stipulato. Diventando il suo effettivo proprietario. O nel caso decidesse di non riscattarlo restituirlo senza pagare ulteriormente.
Qualunque di queste due operazione venga effettuata il contratto precedentemente stipulato con l'azienda concedente si interrompe.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di firmare leggere attentamente i termini del contratto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come ottenere un leasing auto

Un contratto di leasing è sicuramente un'ottima agevolazione per coloro i quali vogliono utilizzare sempre macchine nuove risparmiando rispetto a quanto avrebbero speso con l'operazione d'acquisto. Questo tipo di "accordo" è più simile ad una forma...
Richieste e Moduli

Come redigere un comodato

Stipulare un contratto con cui una persona (detta comodante) concede ad un'altra persona (detta comodataria) un bene. Il comodatario potrà servirsi di quel bene per un periodo di tempo determinato e poi dovrà restituirlo al comodante. Di conseguenza,...
Richieste e Moduli

Come preparare un contratto commerciale

La redazione di un contratto è una operazione che necessita di un rigoroso controllo delle clausole. Esso deve essere redatto nel rispetto della legge. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a preparare correttamente un ottimo...
Richieste e Moduli

Come scrivere un contratto di compravendita di un immobile

Come vedremo nel corso di questa guida, la redazione di un contratto di compravendita di un immobile, necessita senza dubbio di una consulenza legale, in modo da verificare che il documento redatto sia conforme alla normativa contrattuale vigente. Tuttavia...
Richieste e Moduli

La stipula del contratto di compravendita

Una delle fonti più importanti nel settore delle obbligazioni è rappresentata dal contratto, che potremo definire come l'accordo fra due o più parti per creare, modificare o estinguere tra loro un rapporto giuridico patrimoniale. Il contratto di...
Richieste e Moduli

Come redigere un reclamo formale

In numerose situazioni collegate alla vita quotidiana, succede di rimanere delusi per colpa di un disservizio da parte di un Ente Pubblico o un ordine su Internet che non si rivela fedele alla descrizione. Quando accadono queste cose, avrete l'opportunità...
Richieste e Moduli

Come redigere una lettera di diffida per diffamazione

Quando si presenta un caso di diffamazione tale da creare problemi a chi la subisce, è possibile agire per le vie legali e quindi dare mandato ad un avvocato affinché provveda a redigere una lettera di diffida per l’argomento in oggetto. A tale proposito...
Richieste e Moduli

Come contestare un contratto stipulato da minore

Se ti trovi qui, sicuramente ti starai chiedendo se si possa stipulare un contratto con un minore. La risposta breve a questa domanda è: "Sì, ma solo essendo consapevoli che il minore può uscire dal contratto quando vuole". La maggior parte dei contratti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.