Come redigere un comodato

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Stipulare un contratto con cui una persona (detta comodante) concede ad un'altra persona (detta comodataria) un bene. Il comodatario potrà servirsi di quel bene per un periodo di tempo determinato e poi dovrà restituirlo al comodante. Di conseguenza, il bene da concedere in comodato, che può essere mobile o immobile, deve essere inconsumabile affinché possa essere poi riconsegnato al suo legittimo proprietario. In quale forma e come bisogna redigere un comodato? Scopriamolo nei passi che seguono.

26

Innanzitutto, per stipulare o redigere un contratto di comodato occorre fare riferimento alla normativa che lo regola che è descritta nel libro quarto del Codice Civile. Gli articoli dedicati al comodato d'uso sono quelli che vanno dal 1803 al 1812 che rientrano nel capo XIV il cui titolo è "Del Comodato". La definizione del comodato lo indica come contratto reale poiché si perfeziona con la consegna del bene stesso. Allo stesso tempo il comodato è un contratto unilaterale in quanto solo il comodatario è soggetto obbligato: è l'unico infatti ad avere l'obbligo di restituire il bene alla scadenza del contratto.

36

Oltre ai dati di comodante e comodatario, all'atto di redigere il contratto bisogna indicare con precisione l'oggetto che viene ceduto in uso gratuito. Occorrerà poi specificare il periodo del comodato, ovvero chiarire la data di inizio e la data di fine per fissare un momento certo in cui il bene dovrà essere restituito. Per redigere un comodato valido a tutti gli effetti e che non si presti a situazioni poco chiare, è meglio indicare anche la destinazione d'uso per cui il bene viene momentaneamente ceduto.

Continua la lettura
46

Altro aspetto assolutamente da conoscere per redigere un comodato d'uso riguarda il lato economico. Il comodato è essenzialmente gratuito. Non esiste un comodato d'uso che preveda un corrispettivo in denaro. In questo caso si sarebbe in presenza di un'altra forma di contratto, ad esempio un contratto di locazione o di noleggio. Per redigere un comodato d'uso gratuito si può optare sia per la forma scritta che per la forma verbale. Sicuramente la prima offre maggiori garanzie e sicurezze per entrambi i contraenti. Nell'ambito del comodato vanno specificati infatti alcuni aspetti in modo dettagliato.

56

Per registrarlo occorre rivolgersi all'Agenzia delle Entrate, munendosi di tre copie del contratto e di altrettante marche da bollo dal valore di 16 euro l'una. Bisogna inoltre compilare il modello 69, disponibile presso l'Agenzia stessa ed effettuare il versamento dell'imposta di registrazione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La registrazione del comodato è particolarmente consigliata quando è stipulato con imprese o per motivi professionali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come redigere una lettera di diffida per diffamazione

Quando si presenta un caso di diffamazione tale da creare problemi a chi la subisce, è possibile agire per le vie legali e quindi dare mandato ad un avvocato affinché provveda a redigere una lettera di diffida per l’argomento in oggetto. A tale proposito...
Richieste e Moduli

Come redigere un contratto di leasing

Il contratto di leasing, chiamato anche "Contratto di locazione finanziaria", è una forma di finanziamento diventata popolare nel 1980, quando le persone hanno cercato di trovare dei modi più accessibili per possedere delle automobili senza però acquistarle....
Richieste e Moduli

Come redigere un testamento biologico

Il testamento biologico attesta la volontà, da parte di chi lo sottoscrive, di non essere sottoposto in futuro a cure mediche e terapie che abbiano il solo fine di prolungare la vita in modalità che non consentono di svolgere le più comuni funzioni...
Richieste e Moduli

Come redigere la dichiarazione liberatoria di responsabilità per evento sportivo

Praticare dello sport è senza dubbio una buona abitudine per un essere umano. L'attività fisica, che sia a livello agonistico o meno, contribuisce al mantenimento della salute. Nel corso della vita, uno sportivo potrebbe partecipare ad eventi di massa....
Richieste e Moduli

10 consigli per redigere una lettera per un giudice

Scrivere una lettera indirizzata ad un giudice non sempre è cosa facile. Si tratta infatti di un compito che reca ansia e pressione, dal momento che è necessario utilizzare una terminologia ben precisa, chiara e formale. Nella seguente guida, a tal...
Richieste e Moduli

Come redigere la lettera di sollecito per rilascio Certificazione Unica

Molte figure lavorative e diversi enti pubblici sono chiamati ad assumere l'incarico del cosiddetto sostituto d'imposta. Esso non è altro che un ente pubblico o privato che trattiene alcune imposte dai compensi o salari per poi versarle personalmente...
Richieste e Moduli

Come redigere una dichiarazione di successione

Quando una persona viene a mancare, bisogna adempiere a vari obblighi. Se la persona in questione possedeva diritti reali su beni immobili e mobili, i suoi eredi hanno l'obbligo di presentare la Dichiarazione di Successione entro un anno dalla sua data...
Richieste e Moduli

Come redigere un contratto di locazione ad uso abitativo

Come vedremo nel corso di questa guida, la normativa attualmente vigente in tema di contratti, non prevede una specifica forma obbligatoria per la redazione dei contratti. Tuttavia la legge, impone agli stipulanti l'indicazione di alcuni elementi importanti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.