Come Recuperare Un Credito Su Fattura

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per chi ha un'attività in proprio è necessario tutelarsi e riscuotere i propri crediti. A volte infatti capita che, dopo aver emesso una fattura di vendita ad un cliente, e purtroppo quest'ultimo sia diventato un cattivo pagatore, ed il credito rimanga inesigibile. Questo può risultare anche un problema nel caso in cui il credito sia elevato o si necessiti del pagamento in tempi brevi. In questa guida vi daremo alcuni consigli su come recuperare un credito su fattura, sperando che li dobbiate usare il meno possibile!! Buona lettura a tutti.

26

Occorrente

  • Fattura da contestare
36

Per prima cosa, dopo che si è venuti a conoscenza del fatto che la fattura è rimasta inesatta, sarà quella di scrivere al debitore, per informarlo che il credito risulta da pagare e in cui lo si invita a farlo. Provate sempre questa soluzione, prima di passare alle vie legali. Questa soluzione si chiama extragiudiziale e con una lettera di sollecito ed una diffida si può ottenere il risultato sperato. Il debitore infatti potrebbe avere ragioni plausibili per non essere riuscito a pagare la fattura, e potrebbe farlo entro i termini che nella prassi vengono rispettati, ossia di 60 giorni, che commercialmente parlando è il tempo limite entro il quale la fattura deve essere saldata.

46

Se anche la via extragiudiziale non sortisce l'effetto sperato, sarà necessario rivolgersi ad un'autorità giudiziaria, per ottenere il recupero del credito sulla fattura. Questo risulta a tutti gli effetti un ordine, nei confronti del debitore, a pagare. Nel caso esso non lo faccia, il creditore può agire sui beni personali del debitore. Il metodo più utilizzato è quello dell'ingiunzione; attraverso cui il ricorso viene depositato, da lì trascorrono dai 15 ai 30 giorni per emettere il decreto ingiuntivo. Il Giudice di Pace sarà colui che emetterà il decreto, e a cui potrete rivolgervi in caso di necessità, se le somme non superano i 5000 Euro; in caso contrario l'iter sarà seguito da un normale Tribunale.

Continua la lettura
56

Quando il debitore riceverà il decreto ingiuntivo, sarà tenuto a pagarvi con gli interessi legali calcolati sul debito e le spese legali. Il decreto diventa effettivo ed ha valore nel lasso di tempo che va dai 10 ai 40 giorni; in questo periodo il debitore avrà la possibilità di contestarlo presso il Giudice di Pace o presso il Tribunale, presentando una opposizione. Al verificarsi di un'eventualità di questo genere il creditore è tenuto a procedere per causa ordinaria e dovrà fornire una prova piena inerente all'esistenza del credito di cui afferma.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come recuperare una fattura non pagata

Oggigiorno, a causa anche e soprattutto della crisi economica che attanaglia il nostro Paese, i commercianti e i venditori in genere non hanno di certo vita facile. Purtroppo, molto spesso capita, un po' a causa della già menzionata crisi, un po' per...
Aziende e Imprese

Come si quietanza una fattura

Quando un soggetto riceve una prestazione da un altro soggetto è obbligatorio per legge emettere una fattura, per provarne l'effettivo adempimento. In questo caso si parla di quietanza. Tale documento contabile deve essere emesso in modo contestuale...
Richieste e Moduli

Il ricorso per decreto ingiuntivo

Vediamo perciò come dovrete procedere, se siete interessati a tale argomento, successivamente vi sarà spiegato come eseguire il ricorso per decreto ingiuntivo correttamente. Con il termine "decreto ingiuntivo", si intende il rimedio mediante il quale...
Aziende e Imprese

Come Richiedere il pagamento anticipato di una fattura

Molte volte capita sia ai fornitori che ai negozianti di emettere una fattura e che questa non venga pagata entro la scadenza stabilita. Questa inottemperanza può generare non pochi problemi, soprattutto per quelle piccole aziende o quei privati che...
Richieste e Moduli

Come ottenere una sentenza contro un debitore

Spesso ci si ritrova in situazioni paradossali dove l'elargitore di una somma di denaro o di un bene materiale veda sfumare la sua fonte di guadagno o l possibilità di avere indietro il suo denaro. In questi casi come muoversi? L'unica soluzione che...
Richieste e Moduli

Come fare opposizione al decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è quello strumento che permette a qualsiasi creditore di ottenere la restituzione di una somma di denaro oppure la consegna di cose, senza che il debitore viene interpellato. Questo atto ha una procedura immediata, ma può essere...
Aziende e Imprese

Come Procedere alla messa in mora di un debitore

Quando un'azienda emette una fattura nei confronti di un cliente, essa si aspetta che quest'ultima proceda al più presto al pagamento di quanto dovuto. Quando questo non succede allora il creditore deve agire affinché egli riesca a recuperare il proprio...
Richieste e Moduli

Come e perché fare una lettera di costituzione in mora

La lettera di costituzione in mora è una richiesta che il creditore effettua per iscritto al debitore. Sostanzialmente si chiede di adempiere all'obbligazione che il debitore ha assunto in precedenza. Può trattarsi solitamente del pagamento di una determinata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.