Come recuperare le tasse di una ritenuta d'acconto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se si è un freelance e non si ha la partita IVA la maggior parte dei servizi vengono erogati dietro pagamento con ritenuta d'acconto. Essa, come tutti i contratti commerciali, comporta il pagamento delle tasse. La ritenuta che si applica su compensi e redditi da lavoro occasionale si può recuperare con la dichiarazione dei redditi, compilando la sezione di "richiesta rimborso crediti". In Italia la tassazione della ritenuta d'acconto è del 21% e viene detratta dal totale del compenso lordo. Il tutorial spiega come si possono recuperare le tasse di una ritenuta d'acconto.

25

Per poter recuperare i soldi bisogna presentare il Modello Unico all'Agenzia delle Entrate. Questo modello è una dichiarazione in cui si afferma di aver ricevuto un compenso in seguito ad un lavoro occasionale. Se non si è pratici in questo campo è opportuno rivolgersi ad un commercialista. Si può anche scegliere come avere il rimborso: con il primo stipendio (se si viene assunto in maniera stabile da una società) oppure in contanti.

35

Il Modello Unico Persone Fisiche deve essere compilato da chi al momento della presentazione della Dichiarazione dei redditi non ha un impiego. Infatti, quando si compila il modello Unico PF tra le varie sezioni denominate "quadro" bisogna riportare il valore che è stato scalato dal compenso lordo con la ritenuta d'acconto al 21%. Per esempio: se il compenso lordo è di 2600,00 € calcolando il 21% dell'importo si ha una ritenuta d'acconto pari a € 546,00.

Continua la lettura
45

Se al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi si sta lavorando regolarmente e si percepisce uno stipendio con busta-paga bisogna compilare il modello 730. In questo modo l'Agenzia delle Entrate fa recuperare le varie ritenute d'acconto e trattenute IRPEF direttamente in busta-paga. Ciò significa che tutta la pratica di rimborso viene gestita dall'Agenzia delle Entrate e dai loro uffici e si trova l'accredito sul proprio conto.

55

Se si sta ancora studiando o non si ha un lavoro fisso la scelta migliore è quella di chiedere il rimborso tramite assegno. In questo caso i tempi di attesa sono abbastanza lunghi; generalmente il rimborso viene emesso 2 anni dopo la richiesta. Quando si riceve la lettera per il rimborso dall'Agenzia delle Entrate bisogna presentarsi allo sportello della posta munito di codice fiscale, carta di identità e lettera per avere i soldi in contanti. Se si se ha un conto corrente o una carta prepagata con codice il IBAN si può inserire tra i dati personali sull'account dei servizi online. Così facendo l'Agenzia accelera la pratica per l'accredito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come detrarre la ritenuta d'acconto

Quando si parla di ritenuta d'acconto si intende generalmente una trattenuta che viene eseguita su una somma di denaro o bonifico che viene percepito da banche, clienti oppure da un datore di lavoro. In questa guida pertanto verrà spiegato, in pochi...
Finanza Personale

Come Fatturare con ritenuta d'acconto

Chi offre prestazioni di lavoro occasionali, per delle competenze tecnico-pratiche che possiede, può ora fatturare con ritenuta d'acconto senza però essere costretto ad aprire una posizione i. V. A.. Infatti per chi non svolge attività a fini di lucro...
Finanza Personale

Come autoridurre l'acconto Irpef

L'IRPEF, acronimo di Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, è una particolare tassa pagata sia dai soggetti residenti in Italia con redditi prodotti nella nazione e al di fuori di essa, e sia dai soggetti non residenti in Italia ma che producono...
Finanza Personale

Come calcolare le tasse doganali

Ecco una bella ed interessante guida, molto pratica, veloce ed anche utile, mediante il cui aiuto poter essere finalmente in grado di capire ed imparare come e cosa fare per calcolare, nel modo corretto, le tasse doganali, affinché le stesse possano...
Finanza Personale

Come si calcolano le tasse di successione

Sino ad un decennio fa, a seguito della ricezione di beni mobili ed immobili da parte di un defunto, gli eredi erano tenuti a pagare delle imposte di successione. La legge, prima abolita e poi ripristinata parzialmente nell'anno 2006, attualmente prevede...
Finanza Personale

Differenza tra tasse, imposte e contributi

Purtroppo, l'economia, non sempre è semplice da comprendere e molti trovano difficoltà ad imparare la differenza fra alcuni termini e nozioni che invece bisognerebbe conoscere dal momento che fanno parte della nostra quotidianità. Sebbene le tasse,...
Finanza Personale

Come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso

Questa breve guida cercherò di spiegarvi come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso in modo semplice ed esaustivo. La spiegazione indicata è anche un strumento di informazione a carattere generale molto utile al contribuente "onesto" che...
Finanza Personale

Come detrarre le tasse scolastiche

Con l'inizio dell'anno scolastico arriva una sorpresa sempre più amara per le famiglie e per i genitori italiani: ogni anno le spese per la scuola e per l'istruzione dei figli sono sempre più alte e faticose da affrontare. I costi scolastici (libri,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.