Come recuperare le tasse di una ritenuta d'acconto

Tramite: O2O 24/10/2016
Difficoltà: facile
16
Introduzione

Se si è un freelance e non si ha la partita IVA la maggior parte dei servizi vengono erogati dietro pagamento con ritenuta d'acconto. Essa, come tutti i contratti commerciali, comporta il pagamento delle tasse. La ritenuta che si applica su compensi e redditi da lavoro occasionale si può recuperare con la dichiarazione dei redditi, compilando la sezione di "richiesta rimborso crediti". In Italia la tassazione della ritenuta d'acconto è del 21% e viene detratta dal totale del compenso lordo. Il tutorial spiega come si possono recuperare le tasse di una ritenuta d'acconto.

26

Per poter recuperare i soldi bisogna presentare il Modello Unico all'Agenzia delle Entrate. Questo modello è una dichiarazione in cui si afferma di aver ricevuto un compenso in seguito ad un lavoro occasionale. Se non si è pratici in questo campo è opportuno rivolgersi ad un commercialista. Si può anche scegliere come avere il rimborso: con il primo stipendio (se si viene assunto in maniera stabile da una società) oppure in contanti.

36

Il Modello Unico Persone Fisiche deve essere compilato da chi al momento della presentazione della Dichiarazione dei redditi non ha un impiego. Infatti, quando si compila il modello Unico PF tra le varie sezioni denominate "quadro" bisogna riportare il valore che è stato scalato dal compenso lordo con la ritenuta d'acconto al 21%. Per esempio: se il compenso lordo è di 2600,00 ? calcolando il 21% dell'importo si ha una ritenuta d'acconto pari a ? 546,00.

Continua la lettura
46

Se al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi si sta lavorando regolarmente e si percepisce uno stipendio con busta-paga bisogna compilare il modello 730. In questo modo l'Agenzia delle Entrate fa recuperare le varie ritenute d'acconto e trattenute IRPEF direttamente in busta-paga. Ciò significa che tutta la pratica di rimborso viene gestita dall'Agenzia delle Entrate e dai loro uffici e si trova l'accredito sul proprio conto.

56

Se si sta ancora studiando o non si ha un lavoro fisso la scelta migliore è quella di chiedere il rimborso tramite assegno. In questo caso i tempi di attesa sono abbastanza lunghi; generalmente il rimborso viene emesso 2 anni dopo la richiesta. Quando si riceve la lettera per il rimborso dall'Agenzia delle Entrate bisogna presentarsi allo sportello della posta munito di codice fiscale, carta di identità e lettera per avere i soldi in contanti. Se si se ha un conto corrente o una carta prepagata con codice il IBAN si può inserire tra i dati personali sull'account dei servizi online. Così facendo l'Agenzia accelera la pratica per l'accredito.

66
Consigli
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare le tasse doganali

Ecco una bella ed interessante guida, molto pratica, veloce ed anche utile, mediante il cui aiuto poter essere finalmente in grado di capire ed imparare come e cosa fare per calcolare, nel modo corretto, le tasse doganali, affinché le stesse possano...
Finanza Personale

Come si calcolano le tasse di successione

Sino ad un decennio fa, a seguito della ricezione di beni mobili ed immobili da parte di un defunto, gli eredi erano tenuti a pagare delle imposte di successione. La legge, prima abolita e poi ripristinata parzialmente nell'anno 2006, attualmente prevede...
Finanza Personale

Come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso

Questa breve guida cercherò di spiegarvi come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso in modo semplice ed esaustivo. La spiegazione indicata è anche un strumento di informazione a carattere generale molto utile al contribuente "onesto" che...
Finanza Personale

Come recuperare una fattura non pagata

Il mondo del commercio attualmente sta diventando sempre più insidioso. Per via della recente crisi economica che ha colpito il nostro Paese, i venditori si trovano spesso in difficoltà. Questo perché devono arginare un problema molto diffuso che riguarda...
Finanza Personale

Come recuperare i crediti da lavoro dipendente

La relazione creditore-debitore tra il datore di lavoro e il lavoratore, può causare una sorta di frustrazione, soprattutto se il dipendente diventa delinquenziale. Nella maggior parte dei casi, non si tratta di un percorso chiaro, veloce e facile nel...
Finanza Personale

Come recuperare uno scontrino fiscale sbiadito

Quando viene effettuato un acquisto, per la Legge Italiana deve essere consegnato anche un documento che viene chiamato "scontrino fiscale" del prodotto. Esso può appartenere a diverse tipologie, quali elettrodomestici, materiali elettronici e telefoni...
Finanza Personale

Come recuperare la tassa governativa sugli abbonamenti telefonici

La Tassa di Concessione Governativa è un tributo che riguarda anche gli abbonamenti telefonici. Gli importi da pagare mensilmente sono tuttavia piuttosto piccoli; infatti, si parla di cifre di 12,91 € per quanto riguarda le aziende e per i liberi...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Lettonia

Con l'avanzare della crisi economica che siamo costretti a subire, un numero sempre maggiore di italiani decide di spostarsi in paesi stranieri. L'Italia infatti, ormai non offre molte possibilità di impiego ed una percentuale sempre maggiore di cittadini,...