Come recuperare gli acconti Irpef versati in eccesso prima del taglio degli stessi

Tramite: O2O 01/02/2020
Difficoltà: media
16
Introduzione

Cerchiamo di vedere insieme, come recuperare gli account Irpef, che sono stati versati in eccesso, prima del taglio degli stessi. Versare l'Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, che comunemente chiamiamo con la sigla IRPEF, è un'operazione tutt'altro che semplice se non si è esperti in materia ed occorre sempre rivolgersi ad un commercialista oppure ad un centro di assistenza fiscale (CAF), per sapere meglio come dobbiamo muoverci. Se può certamente essere un problema essersi trovati a pagare involontariamente una somma inferiore a quella dovuta, visto che si rischiavano multe salate, è altrettanto problematica la posizione di chi si è ritrovato a versare una cifra superiore. Una delle prime mosse pratiche in materia fiscale che ha effettuato il governo Monti è stata proprio la sostanziosa riduzione dell'acconto IRPEF per alcune categorie, che si sono così ritrovate ad avere pagato più del dovuto. Come si fa quindi a recuperare le somme pagate in eccesso? Vediamolo insieme.

26
Occorrente
  • Irpef
36

Chi ha diritto al taglio dell'IRPEF

L'analisi delle metodologie per i vecchi rimborsi IRPEF ha bisogno di alcuni punti da chiarire. Innanzitutto dobbiamo sapere quali sono le categorie che avevano diritto al taglio del 17% sull'acconto IRPEF. Si tratta di tutti i soggetti contribuenti in regime dei minimi, che sono soggetti all'imposta sostitutiva del 20% e dei proprietari di immobili ad uso abitativo dati in affitto, che hanno aderito al regime della cosiddetta 'cedolare secca'. Quest'ultima sostituiva insieme le addizionali IRPEF, l'imposta di bollo ed imposta di registro. Questo era stato fatto al fine di semplificare i conti e la modulistica, rendendola più accessibile ai contribuenti. Per queste due categorie lo sconto prevedeva quindi un abbassamento non indifferente delle aliquote che era necessario versare e che consisteva in un passaggio, rispettivamente, dal 99% all'82% e dall'85% al 68%. La normativa attualmente vigente, però, ha cambiato il valore delle aliquote aggiornandoli.

46

Quali erano i codici

A partire dal mese di dicembre era possibile dunque recuperare le somme versate in eccesso tramite il modulo F24. I codici tributo istituiti per tale operazione erano i seguenti: 1797 (per i contribuenti minimi con imposta sostitutiva al 20%) e 1844 (affittuari con 'cedolare secca').
In questo modo si riusciva dunque ad ottenere l'utilizzo in compensazione del credito d'imposta. Si tratta della cifra versata in aggiunta a quella regolarmente dovuta che verrà immediatamente accreditata dall'erario a nostro favore, per essere successivamente scalata dai futuri addebiti IRPEF. È anche per questo motivo che è strettamente necessario effettuare una revisione accurata dell'ammontare. L'introduzione della normativa ha introdotto non pochi problemi per chi non si era adeguatamente aggiornato.

Continua la lettura
56

A chi serve questa guida

Ma non è ancora finita: c'era inoltre la possibilità di riavere indietro concretamente i soldi che abbiamo erroneamente pagato in eccesso, quel 17% di acconto IRPEF di cui parlavamo poco sopra. Per tutti coloro, dipendenti e pensionati, che hanno usufruito del modello 730/12, infatti, sarà il sostituto d'imposta (ad es. Il datore di lavoro) a provvedere a tale regolamento dei conti. È stata cioè accreditata automaticamente già sulla busta paga di dicembre 2012 la cifra che spettava loro come rimborso. Questa guida serve ormai solo per ragioni storiche e di registro, perché le normative nel tempo sono cambiate, ma alcuni soggetti possono aver bisogno di revisionare conti passati e ricostruire uno storico dei versamenti, per poter mantenere aggiornati i loro conti. In alcuni casi può essere ancora utile per la risoluzione di controversie e di problematiche a livello fiscale che possono a tutt'ora presentarsi.

66
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Basta davvero poco per poter capire come recuperare gli account Irpef, che sono stati versati in eccesso, prima del taglio degli stessi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Le agevolazioni dell'Agenzia delle Entrate per i disabili

Le persone disabili sono coloro che sono state toccate da una situazione fisica, in seguito alla quale hanno dovuto ridurre le capacità d'interazione, causate da una o più menomazioni che li costringono ad essere meno autonomi nello svolgimento delle...
Richieste e Moduli

Come compilare F24 per pagare l'imposta di successione

Dopo aver calcolato in autoliquidazione le varie imposte di successione, occorre comprendere come procedere al versamento necessario per il loro pagamento. Dall'anno 2017 è divenuto obbligatorio procedere ed effettuare questo versamento utilizzando il...
Richieste e Moduli

Come richiedere i benefici della L.104/92 per i lavoratori dipendenti

La legge 104/92 contiene norme e agevolazioni dirette a garantire l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate. Essa rientra tra le politiche di welfare del governo italiano e ha come obiettivo quello di tutelare i...
Richieste e Moduli

Come apporre una marca da bollo

Molto spesso capita di apporre una o più marche da bollo su ricevute e documenti vari.È un'abitudine talmente radicata che neanche sappiamo a cosa serve e cos'è realmente una marca da bollo. Quest'ultima è stata introdotta alla fine del'800, inizialmente...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello F24 ordinario

È possibile utilizzare il modello per il pagamento delle imposte sui redditi, sull'Iva, sull'Irap; sull' addizionale regionale o comunale all’Irpef; sull'imu, TASI, TARI, INAIL, ENPALS, INPDAI, sui contributi inps e i premi annessi, sulle ritenute...
Richieste e Moduli

Come ottenere un leasing auto

Un contratto di leasing è sicuramente un'ottima agevolazione per coloro i quali vogliono utilizzare sempre macchine nuove risparmiando rispetto a quanto avrebbero speso con l'operazione d'acquisto. Questo tipo di "accordo" è più simile ad una forma...
Richieste e Moduli

Come chiedere l'iscrizione al 5 per mille

Il 5 per mille è la quota di Irpef che i contribuenti versano quando si fa la dichiarazione dei redditi. Questa può essere assegnata agli enti di volontariato che ne fanno richiesta. Ogni contribuente decide a favore di quale associazione vuole devolvere...
Richieste e Moduli

Come iscriversi negli elenchi del 5 x 1000

Tutti i contribuenti, lavoratori e pensionati, che hanno prodotto dei redditi sono tenuti a presentare la dichiarazione per i redditi percepiti nell’anno solare precedente. Tale dichiarazione può essere effettuata attraverso diversi modelli, in base...