Come recedere dal credito al consumo

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Nella vita di tutti i giorni può capitare di dover far fronte a spese non indifferenti come un' automobile ad esempio, o magari un elettrodomestico. Qualsiasi sia l'oggetto in questione da dover pagare, magari tramite un finanziamento, o magari da doversi far rimborsare, soprattutto se l'oggetto è danneggiato, si può benissimo utilizzare il cosiddetto credito al consumo e così recedere dagli impegni presi.

24

Si può attuare il diritto di recesso, una sorta di arma per il consumatore che si trova in una situazione del genere. Egli ha ben 14 giorni a disposizione per recedere gli accordi che sono stati fatti e per di più senza nemmeno dare una motivazione ne dover poi trovarsi a fronteggiare delle penali. In più non viene preso in considerazione nemmeno il luogo di stipula del contratto sia esso all'interno che all'esterno dei locali commerciali dell'ente finanziatore.

34

Bisogna dire però che per poter esercitare il diritto di recesso è obbligatorio inviare una raccomandata con avviso di ricevimento in cui si dovrà specificare che si vuole attuare il diritto di recesso ai sensi della direttiva comunitaria 48/2008 e dell'articolo 125 del Testo unico bancario, indicando il giorno della stipula e il numero del contratto stesso. Se il prestito è stato già erogato e quindi il contratto è stato eseguito per il consumatore c'è una penale al termine di 30 giorni dall'inizio dell'esecuzione del diritto di recesso che consta del rimborso di capitale, interessi e eventuali tasse. Se ci fosse un prestito finalizzato, cioè collegato all'acquisto di un bene, si può rescindere il contratto e avere il rimborso delle rate se il prodotto non arriva a destinazione.

Continua la lettura
44

Il consumatore può estinguere subito il credito nato dal contratto, addirittura anche con sconti sugli interessi. In caso di rimborso anticipato ci può essere una penale a carico del richiedente, norma entrata in vigore nel 2011. L'ente finanziatore dunque avrà un indennizzo dell'1% dell'importo rimborsato in anticipo, se il contratto superi un anno di vita; in caso contrario l'indennizzo sarà solo dello 0,5%. Per annullare poi il contratto basta dimostrare che il venditore sia inadempiente, come in caso di prodotto difettoso. La procedura prevede quindi che si dovrà inviare al venditore una raccomandata con ricevuta di ritorno, con la quale si chiede di portare a termine il contratto entro un termine stabilito che, in genere, è di 15 giorni. Se, trascorso questo tempo, non si ha alcuna risposta da parte del venditore, il contratto si può intendere annullato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come Recuperare Un Credito Su Fattura

Per chi ha un'attività in proprio è necessario tutelarsi e riscuotere i propri crediti. A volte infatti capita che, dopo aver emesso una fattura di vendita ad un cliente, e purtroppo quest'ultimo sia diventato un cattivo pagatore, ed il credito rimanga...
Aziende e Imprese

Come compilare una nota di credito

Quando eseguiamo un acquisto (soprattutto online, che non conosciamo personalmente il venditore), è importante accertarsi che sia presente la nota di credito ovvero la garanzia che l'articolo qualora fosse difettoso, in quanto mancante di alcune parti...
Aziende e Imprese

Come emettere una nota di credito

Quando si decide di gestire un'attività commerciale, che sia un negozio o un'impresa, si deve sapere che si deve avere a che fare con la burocrazia. Essa comporta diverse regole da seguire che possono cambiare o rinnovarsi nel corso del tempo, quindi...
Aziende e Imprese

Come ottenere una carta di credito aziendale

Trasferte e costi extra sono spesso rimborsati dall'azienda tramite bonifico o accredito direttamente sulla busta paga, vi sono però alcune situazioni in cui lavoratore e datore di lavoro si accordano sul consegnare al primo una carta di credito aziendale....
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'incasso di un credito mediante effetti

Un diffuso metodo per regolare certe transazioni commerciali è l'utilizzo degli effetti cambiari, che hanno un valore nominale che il debitore verserà successivamente, così da contabilizzare la transazione con denaro reale. Qua si descrivono le diverse...
Aziende e Imprese

Come Ottenere Un Credito A Medio Termine Di Primo Impianto

In questo articolo vi indicheremo come ottenere un credito a medio termine di primo impianto. La CRIAS attribuisce agli imprenditori che intendano far nascere iniziative artigiani nuove nella regione della Sicilia, dei finanziamenti a medio termine, per...
Aziende e Imprese

Acquisto PC per le aziende: come ottenere il credito di imposta

I supporti informatici sono diventati oggi assolutamente necessari per avviare qualsiasi tipo di attività. Sia che si apra un negozio di abbigliamento che un supermercato, si ha comunque bisogno di avere dei computer a disposizione sia per prendere idee...
Aziende e Imprese

Come ottenere l'affidabilità creditizia

L'affidabilità creditizia è una valutazione, generalmente sotto forma di tabella, che la banca assegna a un determinato soggetto, sia esso individuo privato o azienda, nelle occasioni in cui questi richieda un prestito. Il rating dell'affidabilità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.