Come recedere da un contratto di affitto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nel momento in cui si stipula un contratto d’affitto tra il proprietario dell’immobile, cioè il locatore, e l’inquilino, cioè il conduttore, si fissa la durata del contratto.
Essa è stabilita per legge e varia in relazione al tipo di contratto, che può essere ad uso abitativo o commerciale.
La risoluzione anticipata del contratto d’affitto consente alle due parti di recedere dall’affitto prima della scadenza dei termini fissati. I motivi e le procedure da seguire sono diversi se la risoluzione è a carico del locatore o del conduttore e in base alla tipologia di contratto.
Vediamo insieme come procedere.

26

Come recedere da un contratto di locazione ad uso commerciale

Il periodo minimo stabilito per legge per un contratto ad uso commerciale, industriale e artigianale è di 6 anni, rinnovabili di ulteriori 6 anni allo scadere, quindi con la formula 6+6.
Se l’immobile è adibito ad uso alberghiero la durata dell’affitto sarà di minimo 9 anni, anche in questo caso vige la formula 9+9.
Si può recedere da questo tipo di contratto inviando comunicazione con un preavviso di 12 mesi tramite raccomandata A\R, specificando il motivo del recesso.
All’Agenzia delle Entrate bisogna presentare il modello RLI 2017 e pagare l’imposta dovuta.

36

Quando recedere da un contratto di locazione ad uso commerciale

Il locatore è tenuto a garantire la disponibilità dell’immobile per tutta la durata del tempo fissato, tuttavia può richiedere la risoluzione del contratto in alcuni casi:
se intende usufruire personalmente dell’immobile ad uso commerciale o destinarlo al coniuge, ai figli.
Se l'immobile deve essere assolutamente ristrutturato o demolito.
Se l’inquilino possiede un altro immobile libero nello stesso comune.
Il conduttore può richiedere il recesso se non viene rinnovato il contratto alla prima scadenza;
per accordo comune col locatario; se decide di ampliare o ridurre la sua azienda e quindi occupare locali più idonei; a causa di crisi economica che produca meno liquidità e impossibilità a mantenere l’affitto; per trasferimento dell’attività.

Continua la lettura
46

Come richiedere il recesso dal contratto di locazione ad uso abitativo

Esistono diverse tipologie di contratti di locazione residenziali, i più comuni sono il contratto ordinario a canone libero e il contratto transitorio.
Nel primo caso la legge stabilisce un periodo minimo di 4 anni rinnovabili tacitamente, quindi con la formula 4+4, nel secondo caso la durata va da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 18 mesi.
Per recedere da questo tipo di contratto basta una raccomandata A\R con il preavviso di 3 mesi.
Per recedere da un contratto di locazione ordinario il locatore deve inviare una comunicazione scritta a mezzo A\R almeno 6 mesi prima dello scadere dei primi 4 anni e indicare il motivo per cui vuole riottenere il suo immobile, se la richiesta avviene allo scadere degli 8 anni, quindi alla seconda scadenza, non è tenuto a specificare il motivo.
Il conduttore può recedere dal contratto anche prima dei 4 anni, dalla prima scadenza, sempre tramite raccomandata A\R.
Si deve dare comunicazione all'Agenzia delle Entrate, compilare l’apposito modulo e pagare l'imposta prevista.

56

Quando richiedere il recesso dal contratto di locazione ad uso abitativo

In genere richiedere il recesso del contratto di locazione è più semplice per il locatario che per l’inquilino.
Le motivazioni che può avanzare il proprietario dell’immobile sono ristrette a particolari casi: destinare l’abitazione ad uso personale o ai figli o a parenti diretti, per indispensabili interventi di ristrutturazione, vendere l’immobile a terzi.
L’inquilino può chiedere il recesso anche entro i primi 4 anni per traslocare in una casa più adatta alle proprie necessità, per trasferimento, in tutti i casi in cui cambiano le esigenze sue o della sua famiglia.
La tassa dovuta all’Agenzia delle Entrate per la chiusura del contratto di affitto deve essere suddivisa in parti uguali tra il conduttore e il locatario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come recedere da un contratto d'opera

Nella guida seguente, vi forniremo alcune informazioni estremamente utili su come recedere da un contratto d'opera. Quest'ultimo è un semplice rapporto regolato dal Codice Civile, che scatta quando vi rivolgete a determinate categorie lavorative. In...
Case e Mutui

Come disdire un contratto di affitto senza preavviso

Il contratto di affitto, altresì conosciuto come contratto di locazione, è un accordo scritto tra il proprietario dell'immobile ed un altro soggetto, ovvero l'inquilino, per un determinato periodo di tempo. La sottoscrizione di questo accordo rappresenta...
Case e Mutui

Come fare la disdetta di un contratto di affitto

Fare la disdetta di un contratto di affitto può essere un'operazione piuttosto farraginosa perché richiede la conoscenza di numerose leggi: per questo motivo è di fondamentale importanza informarsi correttamente e soprattutto rivolgersi alle persone...
Case e Mutui

Come rinnovare un contratto di affitto

Al giorno d'oggi sono davvero tantissime le persone che non hanno una casa di proprietà e decidono di prendere una casa in affitto. Questa soluzione infatti risulta essere di gran lunga più comoda ed economica per coloro i quali non possono permettersi...
Case e Mutui

Come si stipula un contratto di affitto transitorio

Decidere se acquistare casa oppure affittarla può rappresentare spesso un grande problema, specialmente per i più giovani. La scelta, infatti, risulta spesso obbligata dalla precarietà del lavoro e dall'impossibilità di ottenere un mutuo. Talvolta,...
Case e Mutui

Come stipulare un contratto d'affitto

Se avete qualche appartamento, una piccola casetta per le vacanze o qualsiasi altro immobile che non utilizzate, affittarlo è la soluzione migliore per guadagnare qualcosa in più. Al contrario, se non avete una casa di vostra proprietà e state cercando...
Case e Mutui

Come registrare un contratto d'affitto

Se possedete una casa o un locale e ad un certo punto decidete di affittarla ad una famiglia, ad un gruppo di studenti universitari oppure ad alcuni turisti in vacanza, dovrete prima regolarizzare il tutto facendo registrare il contratto presso un qualsiasi...
Case e Mutui

7 domande da farsi prima di sottoscrivere un contratto d'affitto

Quando si cerca urgentemente un appartamento da affittare, sono molti gli errori che si possono commettere firmando troppo in fretta un contratto che include delle clausole particolari. Per questo motivo, anche se il tempo stringe, è sempre bene chiedere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.