Come prolungare visto turistico per l'Italia

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Districarsi tra la burocrazia del nostro Paese non è per niente facile, e lo è ancora meno se si tratta di immigrazione e documenti relativi. In questa guida vi spiegherò come fare per poter prolungare il visto turistico per l'Italia per non più di novanta giorni, termine limite imposto dalla legge, per motivi di carattere culturale e turistico.

27

Occorrente

  • Foto tessera
  • Modulistica apposita
  • Documento di viaggio valido
37

Il visto per turismo è un documento che consente ad uno straniero di entrare per breve durata, intesa come un periodo di appunto massimo novanta giorni, in Italia e in tutti i Paesi che hanno sottoscritto gli accordi di Schengen. Per ottenerlo è necessario essere in possesso di determinati requisiti stabiliti dalla legge, e presentare tutta una documentazione presso gli uffici competenti che si occupano di questo ambito.

47

Se sei uno straniero e ti occorre il visto turistico, per prima cosa devi compilare l'apposito modulo e corredarlo con una foto tessera recente, e devi poi presentarlo alla Rappresentanza diplomatico-consolare in prima persona. Qui ti verranno anche chiesti i motivi per i quali stai effettuando questa richiesta, alla quale dovrai allegare un documento di viaggio valido, passaporto o altro titolo equipollente, dove andrà posto il timbro di visto. Devi presentare anche un biglietto di andata e ritorno dal tuo Paese di origine o gli estremi di un eventuale mezzo proprio di trasporto.

Continua la lettura
57

Per essere in possesso del visto e per prolungarlo successivamente, devi avere una assicurazione sanitaria con una copertura di almeno di 30.000 Euro, onde coprire le eventuali spese di ricovero o rimpatrio. Ricordati che con il visto turistico non potrai svolgere alcuna attività lavorativa. Il documento ha validità di tre mesi, ma se vuoi prolungare la tua permanenza devi fare un'esplicita richiesta con le motivazioni scritte all'Ambasciata consolare, che si riunirà per decidere a Sua completa discrezione se accogliere la tua richiesta o meno, e ad oggi non esistono ancora leggi che garantiscono il prolungamento del visto per motivi turistici.

67

Se tuttavia l'Ambasciata non dovesse accogliere la tua richiesta, puoi comunque contattare il tribunale Tar o fare ricorso a un avvocato specializzato in problemi di immigrazione, che riproporranno la questione all'Ambasciata. Puoi eventualmente avere qualche possibilità in più di vincere la causa se le motivazioni che ti spingono a richiedere il visto sono di carattere sanitario, ma tieni presente che la proroga non potrà comunque superare novanta giorni, dopodichè se vorrai rimanere in Italia sarà necessaria la richiesta del permesso di soggiorno vero e proprio. In questo caso allora tutte le spese legali saranno a tuo carico, e purtroppo di solito sono abbastanza onerose. Per tutte le informazioni del caso, e anche per tutte le leggi che regolamentano il visto turistico per il permesso a fini turistici, visita questo indirizzo dove troverai tutti i chiarimenti ai tuoi dubbi!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Armati di tanta calma e pazienza

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare accompagnatore turistico

L'accompagnatore turistico (o accompagnatrice turistica) è chi guida e si occupa di un insieme di persone nel corso di un tour di uno o più giorni, attraverso una lunga serie di città o Stati. L'accompagnatore turistico segue sia gli stranieri sul...
Lavoro e Carriera

Come prendere il patentino di accompagnatore turistico senza corsi

L'Italia è un Paese fortemente turistico; milioni di persone, ogni anno, decidono di visitare il Bel Paese e le sue meraviglie, ricco di patrimoni artistici e Stato con il maggior numero di siti Unesco. Per poter visitare molti di questi posti, è necessaria...
Lavoro e Carriera

Quebec: come cercare lavoro

Se non riusciamo a trovare lavoro in Italia o in Europa possiamo trasferirci all'estero: in Cina o in America. In questi stati abbiamo la possibilità di poter lavorare e di trovare una casa. Se scegliamo di andare in Cina abbiamo il problema di parlare...
Aziende e Imprese

Come progettare un piano di sviluppo turistico territoriale

Negli ultimi tempi la crisi economica ha portato ad un calo a picco dei posti di lavoro. Proprio per questo motivo bisogna assolutamente smuovere le acque e cercare una via d'uscita da questa angosciosa stasi lavorativa. Un ottimo modo per risolvere la...
Lavoro e Carriera

Come aprire un villaggio turistico

Il turismo è uno di quei settori che, pur soffrendo la crisi, può comunque offrire soddisfazioni, se ben gestito. Molti giovani cercano una forma di investimento divertente e stimolante, per poter guadagnare qualcosa. Prima di inoltrarsi in questa...
Richieste e Moduli

Come prolungare un certificato di malattia

Nel corso dell'attività lavorativa personale, talvolta succede di essere obbligati a rimanere in casa per colpa di una determinata malattia. Per continuare la propria assenza dal posto di lavoro e mantenere comunque la retribuzione per un tempo più...
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro a Boston

Trovare lavoro negli Stati Uniti non è semplice. Il problema principale non è tanto di natura pratica, chi ha capacità e un buon curriculum può farcela, il problema principale è di natura burocratica. Prima di tutto c'è la questione visto, che come...
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro in Brasile

Il Brasile è una repubblica federale dell' America meridionale, ed è, non solo un affascinante ed esteso paese, ma anche una gettonata meta turistica, dove, appunto, godere della semplicità e dell'allegria che trasmette questo meraviglioso popolo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.