Come progettare un piano di sviluppo turistico territoriale

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Negli ultimi tempi la crisi economica ha portato ad un calo a picco dei posti di lavoro. Proprio per questo motivo bisogna assolutamente smuovere le acque e cercare una via d'uscita da questa angosciosa stasi lavorativa. Un ottimo modo per risolvere la situazione è concentrarsi con particolare attenzione sul settore turistico. Quest'ultimo potrebbe favorire una ripresa economica e valorizzare ulteriormente le bellezze del nostro territorio. In questa pratica guida vedremo come progettare un piano di sviluppo turistico territoriale.

27

Occorrente

  • Piano di sviluppo turistico territoriale
  • Sprito di iniziativa e concretezza
37

Un buon piano di sviluppo turistico tende a mettere in risalto la qualità di un territorio al fine di accrescerne la competitività con altri luoghi e facilitarne lo sviluppo economico-sociale. Si tratta sostanzialmente di un'iniziativa che viene promossa da un ente pubblico previa un'accurata analisi delle potenzialità del territorio.
Un piano di questo tipo va a coinvolgere i cosiddetti "stakeholders", i quali hanno l'incarico di condividere gli obiettivi e la strategia di massima del piano stesso. Per raggiungere con successo i diversi oviettivi, occorre elaborare proposte specifiche e promuovere apposite soluzioni.

47

Per costruire un piano di sviluppo turistico territoriale che sia efficace, servono uno studio e una redazione di un'analisi swot, ossia del territorio. Stiamo parlando di una pianificazione strategica che ha come obiettivo l'individuazione di tutti i principali punti di forza (strength) e di debolezza (weaknesses). Inoltre, occorre rintracciare le opportunità (opportunities) e le minacce (threats) del territorio che si orende in esame. L'analisi si deve arricchire con dati statistici di supporto. Questi ultimi si devono aggiornare e in base ad essi sarà possibile elaborare l'intero lavoro di pianificazione.

Continua la lettura
57

Sulla base dei dati statistici di supporto bisogna dunque infatti elaborare tutta l'azione relativa ad un progetto capace di valorizzare i punti di forza e le opportunità e in grado di ridurre le minacce ed i punti di debolezza. La fase di analisi si conclude conseguentemente individuando un'idea forza che andrà ad accompagnare ogni singola fase relativa al percorso di pianificazione.
Tale idea rappresenta il comune denominatore di tutto il programma di sviluppo turistico. Essa ha come compito quello di motivare e rafforzare il principio di partenza su cui si fonda il programma. Tale principio consiste nella valorizzazione del nostro magnifico paese. A questo punto, dobbiamo soltanto sperare che ci saranno tantissimi progetti di sviluppo in tempi brevi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non lasciamoci abbattere dalle difficoltà portate dalla crisi economica.
  • Raccogliamo più dari possibili per avviare un progetto di sviluppo efficace.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Obiettivi per un piano strategico aziendale

Gli obiettivi per un piano strategico aziendale forniscono i dettagli specifici su ciò che sono le aspettative di una società. Tali obiettivi devono essere abbastanza chiari in modo che, dopo che il piano è stato attuato, degli osservatori indipendenti...
Aziende e Imprese

Come progettare gli uffici

Un ufficio risulta essere esattamente uno degli elementi nei quali si articola la struttura organizzativa di un ente, costituito da una o più persone e dotato di beni strumentali per lo svolgimento dei compiti assegnati dalla divisione del lavoro all'interno...
Aziende e Imprese

Come fare un piano di comunicazione

Quando si parla di piano di comunicazione generalmente si intende un processo grazie al quale, all'interno di un'azienda o una società, è possibile riuscire a comunicare in maniera semplice e diretta con lo scopo di raggiungere rapidamente gli obiettivi...
Aziende e Imprese

Come creare un piano di marketing per un hotel

Gestire al meglio un hotel non significa solo fare attenzione alle operazioni di pulizia e di prenotazione di una camera. È necessario stabilire un chiaro e completo planning per farlo distinguere dagli altri in zona. Il piano strategico di marketing...
Aziende e Imprese

Come definire un piano editoriale

Negli ultimi anni, la comunicazione del web è stata stravolta dalla nascita dei social network, potenti mezzi di comunicazione efficaci per far passare le informazioni da un canale all'altro. Questa evoluzione non può essere trascurata dalle aziende...
Aziende e Imprese

Come preparare un piano di marketing

Il piano di marketing è il documento che un’azienda prepara per immettere sul mercato il proprio prodotto, per acquisire una clientela mirata ed ottimizzarne i guadagni. In questa guida ci sono tutte le indicazioni utili, su come preparare un piano...
Aziende e Imprese

Come creare un piano di marketing personale

Ecco come creare un piano di marketing personale. Una strategia di successo nasce da un buon piano e dalla capacità di apportare in tempo utile le modifiche necessarie. Le condizioni di business possono cambiare rapidamente perché i mercati si evolvono,...
Aziende e Imprese

Come presentare un piano formativo aziendale

La formazione aziendale consente di migliorare le proprie competenze e prepararsi in modo tale da essere in grado di soddisfare le esigenze dell'azienda. Le competenze in questione dipendono da una serie di fattori quali, ad esempio, i cambiamenti della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.