Come Presentare Una Richiesta Di Permesso Al Datore Di Lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se avete necessità di richiedere un permesso retribuito ma non disponete di un modulo da compilare e presentare al vostro datore di lavoro, all'interno della seguente guida troverete alcuni consigli utili per formulare correttamente la vostra richiesta senza incorrere in sanzioni disciplinari. Prima di procedere vediamo però di capire cosa è un permesso di lavoro e come è possibile richiederlo.

26

Occorrente

  • pc
36

La concessione del permesso retribuito

La concessione del permesso retribuito non è sempre concordata con il datore di lavoro, sebbene a quest’ultimo costi meno in termini economici accordare un permesso che negarlo. Solitamente i permessi di lavoro retribuiti regolamentati dai Contratti Collettivi Nazionali di lavoro vengono accordati per lutto, matrimonio, gravi motivi familiari, concorsi ed esami, maternità e paternità e infermità.

46

La motivazione della richiesta di permesso

Il permesso retribuito è una richiesta presentata dal lavoratore dipendente al suo datore di lavoro per procedere alla sospensione della propria attività lavorativa per un determinato periodo di tempo, mantenendo il posto di lavoro e il riconoscimento dell’anzianità di servizio. Dopo aver lasciato una o più interlinee spostatevi con il cursore a sinistra ed inserite l’oggetto, ovvero la richiesta permesso. Procedete inserendo nel corpo della lettera i vostri dati personali (nome e cognome, data di assunzione, numero di matricola aziendale) e il periodo di interruzione dell’attività lavorativa (giorno e fascia oraria di fruizione). E’ consigliabile, ma non obbligatorio, specificare anche la motivazione della richiesta di permesso. Concludete la richiesta inserendo la data di presentazione, quindi stampate due copie, firmatele e consegnatene una al datore, richiedendo che vi venga controfirmata la vostra per presa visione.

Continua la lettura
56

La tipologia di richiesta

Ciascuna tipologia di richiesta prevede un’astensione dall'attività lavorativa variabile per misure e modalità di fruizione. A seconda del grado di informatizzazione della vostra azienda, è possibile procedere alla gestione di ferie e permessi tramite un software che permette al lavoratore di comunicare col proprio responsabile/datore di lavoro direttamente dalla propria scrivania. Se la tipologia di azienda non richiede o non necessita di strumenti informatici la richiesta può essere inoltrata tramite apposita documentazione cartacea. Qualora il datore ne sia sprovvisto, è possibile provvedere alla compilazione di un fac-simile. Dal vostro PC lanciate un programma di scrittura. In alto, allineato a destra, inserite il nominativo del datore di lavoro preceduto dalla formula “Alla cortese attenzione” e l’indirizzo dell’azienda.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E’ consigliabile, ma non obbligatorio, specificare anche la motivazione della richiesta di permesso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Cosa fare se il datore di lavoro non paga

Può accadere di avere dei seri problemi con il proprio datore di lavoro. I problemi con cui si può venire in contatto sono veramente tanti e possono succedere ogni giorno, in particolar modo in questo periodo di profonda crisi economica. Nello specifico,...
Lavoro e Carriera

Come impostare una lettera al datore di lavoro

Nei rapporti interpersonali con amici, parenti e famigliari è normale usare un linguaggio informale. Con chi ci è caro e vicino utilizziamo termini e forme leggere, confidenziali. Questo è perfetto in contesti informali e rilassanti, con persone che...
Lavoro e Carriera

Come agire in caso di contributi non versati da parte del datore di lavoro

In questo articolo abbiamo pensato di affrontare un problema che purtroppo, molto spesso, affligge molti lavoratori. Vogliamo parlare di come poter agire nel caso in cui abbiamo dei contributi, che non vengono versati, da parte del nostro datore di lavoro....
Lavoro e Carriera

Come relazionarsi Con il Datore Di Lavoro

Il lavoro è sicuramente un qualcosa di fondamentale importanza. In numerose sono infatti le professioni che possiamo svolgere e che vanno per esempio dall'operaio in fabbrica e dal cuoco, fino ad arrivare a liberi professionisti quali per esempio dentisti...
Lavoro e Carriera

Come presentare domanda di tirocinio alle agenzie regionali lavoro

Al giorno d'oggi, molte aziende, prima di assumere un nuovo dipendente, preferiscono che questo abbia già svolto, in qualche modo, delle mansioni e sia un esperto del lavoro che viene offerto. A volte può essere difficile trovare un lavoro in cui sia...
Lavoro e Carriera

Come avere un buon rapporto con il proprio datore di lavoro

Il rapporto con il proprio datore di lavoro è un rapporto di tipo gerarchico, non sempre fondato sulla condivisione di interessi. Conflitti, tensioni e incomprensioni sono possibili e frequenti, ma ciò non toglie che queste situazioni problematiche...
Lavoro e Carriera

Come comunicare al datore di lavoro la gravidanza

Il mondo del lavoro può diventare un ambiente ostico specialmente per le donne, nonostante una teorica "uguaglianza" di diritti che non rispecchia la realtà: infatti è notizia di questi giorni come lo stipendio di una donna rimane più basso rispetto...
Lavoro e Carriera

Come chiedere una referenza al nostro ex datore di lavoro

Quando si è alla ricerca di un nuovo impiego vengono richieste delle referenza ai propri ex datori di lavoro, ma la persona può proporne qualcuna direttamente nel proprio curriculum vitae. Spesso le relazioni con il vecchio datore non sono ottimali;...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.