Come presentare un ricorso alla Commissione Tributaria

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Commissione Tributaria è un organo giurisdizionale italiano istituito per risolvere le controversie in ambito tributario. Rivolgendosi a questo, i soggetti potranno ottenere una attenta revisione dell'ammontare di una cifra di denaro pretesa da un ente (ad avviso dei soggetti errata o non giustificata). L'articolo 18 del decreto legislativo 546/92 elenca in modo tassativo le condizioni e i presupposti fondamentali per inizializzare la richiesta, informando i soggetti che potranno ricorrere autonomamente se la cifra da contestare è superiore a circa 2.600 euro. In questa guida vi indicherò la procedura e come presentare un ricorso corretto alla Commissione Tributaria.

26

Normativa

Ricordate infine, che in base alla normativa vigente nel settore tributario, l'impugnazione degli atti dinanzi alla Commissione non potrà essere effettuata autonomamente qualora la cifra da contestare sia superiore ai 5 milioni delle vecchie lire, perché in quest'ultimo caso dovrete avvalervi dell'assistenza legale di un difensore abilitato a intervenire presso le Commissioni Tributarie (quest'ultimo potrà operare in questo ambito solo dopo aver ricevuto l'abilitazione all'incarico con atto pubblico).

36

Termini

Non trascurate il rispetto dei termini imposti dalla legge, generalmente questi sono leggibili sul documento (vi anticipo che al fine dell'efficacia della domanda dovrete rispettare il termine di 30 giorni che decorre dalla data di notifica dell'atto che desiderate impugnare). Successivamente sarà sufficiente inviare una copia dei documenti all'ente impositore (al fine di metterlo al corrente della procedura in corso) opponendo una marca da bollo.

Continua la lettura
46

Domanda

Dunque, entro 30 giorni dalla ricevuta comunicazione di rifiuto dell'ente impositore potete procedere a presentare la domanda, allegando a questa tutta la documentazione in forma fotocopiata (compresa la raccomandata dell'ente) con la relativa firma originale. Seguendo questo iter la segreteria della Commissione vi rilascerà un documento contenente il numero personale del ricorso (a quel punto dovrete semplicemente attendere che l'organo di legge, dopo aver esaminato la regolarità dei presupposti della domanda, vi invii la comunicazione formale del giorno di convocazione e per ultimo di fissazione dell'udienza). Prima di procedere al ricorso effettivo alla Commissione suddetta è fondamentale inviare all'ente impositore (tramite una raccomandata) la contestazione della pretesa di pagamento ricevuta o della cartella esattoriale. Solo nell'ipotesi in cui l'ente impositore respinga questa richiesta è necessario rivolgersi direttamente alla Commissione (sarebbe infatti prematuro rivolgersi all'organo di legge senza aver tentato una conciliazione con l'ente).

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come presentare un ricorso per Cassazione

Come vedremo nel corso di questa guida, sulla base della normativa attualmente vigente, il ricorso per Cassazione è uno strumento legale che permette al soggetto di impugnare le sentenze pronunciate dai giudici in appello o in unico grado, caratterizzate...
Richieste e Moduli

Multa per divieto di sosta: come e quando fare ricorso

Contro le sanzioni amministrative dovute alla violazione di qualche regola prescritta dal Codice della Strada, è possibile presentare ricorso. Almeno una volta nella vita è probabilmente capitato a tutti gli automobilisti o motociclisti di prendere...
Richieste e Moduli

Come presentare la domanda di rimborso dell'IRAP

Con la grande crisi economica che stiamo attualmente attraversando, le tasse continuano ad aumentare ed i soldi a diminuire. Pertanto possiamo affermare che qualsiasi occasione di racimolare del denaro è sicuramente ben accetta da tutti. L'IRAP rappresenta...
Richieste e Moduli

Come fare ricorso per mancato riconoscimento stato di invalidità

Invalido è chi ha difficoltà nell'eseguire le tipiche funzioni della vita quotidiana a causa di menomazioni fisiche, psichiche o intellettive. Le persone invalide possono ottenere dei particolari benefici, a seguito della presentazione di un'apposita...
Richieste e Moduli

Come fare ricorso per un concorso pubblico

L'accesso al pubblico impiego avviene generalmente per concorso pubblico mediante il quale viene selezionato il personale a cui destinare la titolarità di uffici o assegnare specifiche posizioni organizzative. In relazione a specifici requisiti vengono...
Richieste e Moduli

Come fare ricorso all'Anagrafe in caso di controversia sulla residenza

Ogni cittadino ha la possibilità di fare ricorso nei confronti dell'Ufficio Anagrafe del Comune di residenza se si accorge che sussistono errori negli atti che lo riguardano. Questi errori possono essere involontari, frutto di una errata trascrizione...
Richieste e Moduli

Come fare ricorso per la rimozione dei sigilli su beni ereditari

A seguito del decesso di un cittadino comincia la prassi sui beni ereditari. In presenza di contestazioni da parte di potenziali eredi o di creditori si appongono dei sigilli sugli averi. La procedura per la richiesta di rimozione è abbastanza semplice....
Richieste e Moduli

Come fare ricorso per una multa in autotutela

Come vedremo nel corso di questa guida, nel caso in cui si sia ricevuta un multa (un verbale di infrazione al codice della strada), e si ritenga che l'atto sia sbagliato o comunque contrario alla legge, è possibile provare a chiedere l'annullamento (effettuando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.