Come presentare il Mod. F24 a saldo zero

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il nome fa un po' paura, visto che sembra quello di un aereo da guerra. Ma per fortuna non è così. Quando si parla di Modello F24 a “saldo zero”, ci si riferisce al fatto che il totale dei pagamenti (gli “importi a debito”) è pari a quello dei crediti, che vengono usati in compensazione, generando un saldo nullo.
Per eseguire versamenti con il Mod. F24, oggi è obbligatorio utilizzare i canali telematici del fisco, anche se non si è titolari di partita Iva. Questa regola vale se il saldo finale supera i 1000 euro e in presenza di un saldo zero. In alcuni casi è invece ammissibile la domanda cartacea.
Ecco alcuni semplici consigli su come presentare il modello secondo la più recente normativa.

28

Occorrente

  • Connessione internet
38

Per effettuare versamenti con il Mod. F24 vanno rispettate delle procedure fissate dalla legge, che distinguono le diverse casistiche, a seconda degli importi in gioco.
In presenza di un modello che evidenzi un saldo finale uguale zero, i versamenti vanno fatti esclusivamente avvalendosi di servizi telematici, predisposti dall'Agenzia delle Entrate.

48

La presentazione via internet può essere effettuata direttamente dall'utente sul sito dell'Agenzia delle Entrate, grazie ai servizi "F24 web" e "F24 online", attraverso i canali di Fisconline o Entratel.
Il modello “F24 web” non richiede l'installazione di nessun software sul proprio computer, ma grazie ad esso è possibile inviare subito il modello all'Agenzia.
Per il modello "F24 online" è necessario invece installare un programma gratuito sul pc, disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate o presente sul mercato.

Continua la lettura
58

Il Mod. F24 può essere trasmesso per legge anche avvalendosi di un intermediario abilitato e iscritto all'albo, come un professionista o un Caf. Egli può procedere all'invio telematico delle deleghe F24, a nome e per conto dei suoi assistiti, utilizzando due servizi: "F24 cumultativo" e "F24 addebito unico".

68

Ma solo in via telematica è possibile presentare il Modello F24? In caso di saldo zero sì, se sono effettuate compensazioni. Per legge, i versamenti per importi uguali o inferiori a 1.000 euro, possono avvenire anche utilizzando il modello cartaceo, ma non devono risultare compensazioni, che fanno scattare l'obbligo di seguire la procedura online.
Anche stavolta, la legge non è il massimo della semplicità e, specie riguardo al caso del "saldo zero", i canali restano un rebus. In caso di dubbio quindi, la soluzione migliore è sempre quella di affidarsi alla consulenza di un professionista, onde evitare di commettere errori, o peggio di arrendersi e non presentarlo per nulla, rischiando pesanti sanzioni.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In caso di dubbi sulla presentazione del modello online è bene avvalersi della consulenza di un professionista
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Carta Postepay: saldo contabile e saldo disponibile

Molti sono i metodi di pagamento che possono essere effettuati attraverso diverse tipologie di carte legate a dei conti correnti. Le banche e le poste offrono moltissime possibilità per gestire il proprio denaro e per pagare comodamente anche online...
Finanza Personale

Come controllare il saldo Postepay on line

Poste Italiane rilascia da anni una carta prepagata non collegata ad un conto corrente. Chi desidera la Postepay non deve, quindi, possedere necessariamente un proprio conto corrente postale. Questo è uno dei motivi per cui molte persone, soprattutto...
Richieste e Moduli

Come controllare il saldo punti patente

Per i guidatori è importante tenersi sempre aggiornati circa lo stato del saldo dei punti della propria patente di guida. Se sono stati detratti dei punti oppure se siamo riusciti a riguadagnarne alcuni, comunque è uno stato da controllare e monitorare...
Aziende e Imprese

5 cose da sapere sull'IRAP

L'IRAP è l' Imposta regionale sulle attività produttive. Essa viene introdotta nel nostro ordinamento con il decreto legislativo del 15 dicembre del 1997. In cambiamento di numerosi altri tributi allo scopo di avviare una prima forma di "federalismo...
Richieste e Moduli

F24 a saldo zero: 5 cose da sapere

Per la maggior parte delle imposte e dei pagamenti tributari in Italia è utilizzato il modello F24, un documento standard che consente di facilitare la difficile e complessa operazione del pagamento delle tasse. A seconda del versamento da effettuare...
Finanza Personale

Come ricaricare il saldo PayPal tramite conto corrente

Un conto PayPal funziona in molto simile a qualsiasi altro conto di risparmio o conto corrente; la differenza è nel fatto che PayPal è stato progettato specificamente per le transazioni online, quindi per trasferire dei fondi in seguito a un acquisto...
Banche e Conti Correnti

Come consultare il saldo della carta Paypal

Le carte prepagate stanno prendendo sempre più il sopravvento: diventano un modo sicuro di poter pagare senza avere il disturbo di volta in volta di non avere contanti sufficienti per poter pagare. Esistono tante carte in commercio, ed in base ai servizi...
Finanza Personale

Come leggere un estratto conto

Al giorno d'oggi, per gestire i propri risparmi è diventato fondamentale l'utilizzo di un conto corrente. Ogni tre mesi circa, la banca provvede a inviare al correntista l'estratto conto dei movimenti effettuati sul conto corrente in questione. In questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.