Come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Questa breve guida cercherò di spiegarvi come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso in modo semplice ed esaustivo. La spiegazione indicata è anche un strumento di informazione a carattere generale molto utile al contribuente "onesto" che dimentica erroneamente di pagare le imposte dovute nei termini di scadenza e vuole quindi rimediare tramite il ravvedimento operoso pagando minime cifre di multa ed interessi.

28

Occorrente

  • Modello Unico (o altri) per quantificare l'imposta dovuta
  • modello F24 o F23 per versare imposta sanzioni e interessi
38

Il ravvedimento operoso è opportuno al contribuente, in caso di omesso o parziale versamento di tributi. Pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso, significa agisce in tempi brevi, al fine di regolarizzare la propria situazione. Infatti pagando una sanzione irrisoria rispetto a quella classica del 30% prevista dall'articolo 13 del Decreto legislativo 472 del 1997 è possibile sistemare le cose e ammettere di aver commesso uno sbaglio. Tieni sempre presente la norma di riferimento numero 220 del 13/12/2010, che potrai leggere nella sezione "consigli" più in basso. Come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso, seguendo le tre tipologie di ravvedimento operoso esistenti.

1) Ravvedimento sprint. Entro 14 giorni dal non avvenuto versamento - multa del 0,2% su base giornaliera sull'importo dovuto (più interessi).
2) Ravvedimento breve. Se si provvede al versamento dopo il 14° giorno ed entro il 30° si applica una penale del 3% (fissa) (ridotta ad 1/10 di quella tradizionale) sull'importo dovuto (più interessi).
3) Ravvedimento lungo fino al 90° giorno della violazione.
4) Ravvedimento intermedio, dal 91° giorno in poi...
5) Ravvedimento lungo, da applicare entro 2 anni;
6) Ravvedimento molto molto lungo, oltre i 2 anni, con una multa del 5%.

48

Come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso - punto sulla penale pari al 3,75% (1/8 di quella tradizionale del 30%). Quest'ultima poi è ulteriormente suddivisa in due situazioni: La prima, se il ritardato versamento riguarda imposte dovute alla dichiarazione dei redditi il termine per usufruire del pagamento della mora del 3,75% coincide con il termine di presentazione della dichiarazione inerente al periodo d'imposta in cui è stata posta in essere la violazione. La seconda riguarda i tributi che non vanno in Unico o Iva e si può pagare la sanzione ridotta se il versamento del tributo o di eventuali interessi, avviene entro un anno dalla data della violazione.

Continua la lettura
58

In caso di VIOLAZIONE DI INFEDELE DICHIARAZIONE ed errata determinazione di redditi o esposizione di detrazioni, la sanzione è del 12,50% (1/8 del 100% dell'importo del tributo) bisogna inoltre presentare una dichiarazione integrativa. Mentre nel caso di OMESSA DICHIARAZIONE DEI REDDITI si può provvedere entro 90 giorni pagando la somma di 25 euro. L'importo totale da versare allo Stato in caso di pagamento ritardato sarà costituito dalla imposta, dalla sanzione e dagli interessi applicati al tasso legale in vigore. Il totale è da versare tramite il modello F24, per tributi che vanno in dichiarazione, o con modello F23, per imposta di registro e altri tributi indiretti, indicando i relativi codici tributo. Ovviamente a riguardo dell'ente creditore e quindi al tipo di imposta da pagare verrà compilata una sezione piuttosto che un'altra del modello per il versamento (F24 o F23).

68

La formula per il calcolo degli interessi: imposta dovuta x tasso interesse legale 0,5% x giorni trascorsi / 365. Sappi che si può agire tramite ravvedimento sempre ché, la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento delle quali l'autore o i soggetti solidalmente obbligati, abbiano avuto formale conoscenza. Oltretutto, ricordo che, la presente guida offre solo informazioni a carattere generale e per ulteriori approfondimenti è opportuno analizzare dei link più dettagliati, in cui siano presenti anche i codici tributo da indicare in nuovo modello F24 + la guida raffigurante la nuova tabella di calcolo sul ravvedimento operoso.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consulta un esperto o contatta l'Agenzia delle entrate in caso di omissioni o compensazioni multiple
  • Inoltre aggiungiamo che prima del 6 luglio non era previsto il ravvedimento sprint e prima del 1° febbraio 2011 le riduzioni dall'aliquota ordinaria erano diverse.
  • La Legge 13.12.2010 n° 220 (legge finanziaria 2011) modifica l'entità delle riduzioni delle sanzioni precedentemente regolamentate dal D.L. n. 185/2008 e Il D.L. n. 98/2011 (c.d. "Manovra Correttiva") che ha introdotto il "ravvedimento sprint".
  • Ricorda che il ravvedimento operoso è un modo utile per dichiarare che si è commesso un errore nella compilazione e segnalazione delle tasse e tributi; quindi segnalandolo per tempo si potrà evitare una multa elevata e pagare solo una mora irrisoria.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come calcolare le tasse doganali

Ecco una bella ed interessante guida, molto pratica, veloce ed anche utile, mediante il cui aiuto poter essere finalmente in grado di capire ed imparare come e cosa fare per calcolare, nel modo corretto, le tasse doganali, affinché le stesse possano...
Finanza Personale

Differenza tra tasse, imposte e contributi

Purtroppo, l'economia, non sempre è semplice da comprendere e molti trovano difficoltà ad imparare la differenza fra alcuni termini e nozioni che invece bisognerebbe conoscere dal momento che fanno parte della nostra quotidianità. Sebbene le tasse,...
Finanza Personale

Come mettersi in regola con fisco

Annualmente l'Agenzia delle Entrate invia, a una determinata quota di contribuenti, degli avvisi in merito a delle anomalie riguardati la dichiarazione dei redditi e la non dichiarazione dei canoni di locazione. I soggetti sopracitati vengono richiamati...
Finanza Personale

Come pagare l' F24 tramite la banca multicanale online di unicredit

Con la Banca Multicanale - banca online è possibile accedere al proprio conto corrente 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Hai la possibilità di visualizzare tutte le informazioni relative al tuo conto corrente (saldi, movimenti, informazioni sul patrimonio),...
Finanza Personale

Come pagare il bollo auto a rate

Tra le varie spese automobilistiche oltre all'assicurazione RCA, le spese di manutenzione ordinaria per il tagliando, carburante ecc, troviamo il bollo auto. In questo caso siamo di fronte ad una vera e propria tassa automobilistica che va corrisposta...
Finanza Personale

Come segnalare un cartella esattoriale errata

A nessuno piace pagare le tasse, ancor meno quando queste non sono dovute, o presentano delle anomalie. È già successo numerose volte in passato e continua a succedere di vedersi recapitare la notifica di cartelle esattoriali errate e di non sapere...
Finanza Personale

Come pagare i bollettini postali online

Se ci si dimentica di pagare determinati bollettini (della luce, del gas, del canone RAI, della Tares, ecc.) e gli Uffici postali sono chiusi, non bisogna agitarsi, perché avendo una carta prepagata "Postepay" o un "Conto BancoPosta" (di qualunque tipologia)...
Finanza Personale

Come pagare con bitcoin

Il Bitcoin è un sistema monetario elettronico sviluppato da un anonimo giapponese tra il 2008 e il 2009. È considerata la vera e propria moneta del futuro, in quanto si prevede che nei prossimi anni potrebbe sostituire completamente il denaro reale....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.