Come pagare l'IMU sulla terza casa

Tramite: O2O 26/06/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'IMU, acronimo di Imposta Municipale Unica, è una particolarissima tassa di tipo patrimoniale che viene applicata sugli immobili appartenenti al proprio patrimonio. L'imposta municipale unica è una tassa attiva dal 2011 che ha sostituito l'ICI ed ha assorbito una parte dell'IRPEF. Per poter pagare questa tassa, in maniera corretta dovremo prima di tutto calcolare la quota da versare che varierà in base al numero di abitazioni di nostra proprietà. Per capire come effettuare il calcolo corretto dell'IMU, potremo seguire le indicazioni presenti in tantissime guide pubblicate su internet, che ci indicheranno passo dopo passo, la procedure per ottenere il calcolo corretto. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a pagare correttamente l'IMU sulla terza casa. L'IMU come ben sappiamo tende ad essere una tassa per le case che si posseggono oltre a quella primaria. Insomma, tende ad essere una tassa che accerta che quella casa che abbiamo comprato l'abbiamo fatto con i nostri guadagni e quindi risparmi e che quindi sapevamo a cosa andavamo incontro quindi alle stesse tasse che ci vengono applicate sulla prima casa. Vediamo di seguito come pagare l'IMU sulla terza casa.

26

Occorrente

  • Seguire i consigli riportati nella guida.
36

L'importo

L'IMU ha un'importo pari al prodotto tra l'aliquota e la base imponibile. Nel caso dell'abitazione principale, essa diviene un soggetto su cui è applicabile una detrazione. Per il calcolo di questa imposta sono predisposte due diverse aliquote di base, una relativa alla prima casa e l'altra per tutte le altre abitazioni che si possiedono all'infuori della prima. L'importo di questo valore ovvero della tassa in se non corrisponde ad una legge ma bensì viene sempre calcolato in base alle varie caratteristiche che comporta la casa. Le caratteristiche possono essere anche quelle più banali ad esempio L'IMU molte volte può aumentare anche in base alla posizione della propria casa. Infatti, più tende ad essere al centro città, più questo valore tende ad aumentare.

46

La prima casa

L'IMU relativa alla prima casa viene calcolata a partire da quella di base fissata a 0,4%.
Per quanto riguarda la seconda, la terza o la quarta casa, l'IMU deve essere calcolata a partire dall'aliquota di base fissata allo 0,76%. Anche in questo caso, i Comuni hanno la facoltà di incrementare o di ridurre questa tassa dello 0,3%. Ciò vuol dire che sulla terza casa, l'IMU può variare da un minimo di 0,46% fino ad una massimo di 1,06% a seconda della delibera del relativo ente comunale. È bene precisare, inoltre, che solitamente con il termine "seconda casa" ci si riferisce a tutte le abitazioni che non sono rappresentano l'abitazione principale, quindi terza, quarta o quinta casa saranno sempre definite con la stessa espressione. Questi sono i calcoli generali per come viene calcolato in se l'IMU e anche per visionare almeno un po' la differenza di questa tassa all'interno negli apparati economici. Infatti, l'IMU per quanto riguarda la prima casa, non potrà mai essere uguale a quello della seconda o della terza casa. Ma ovviamente come rispetta la legge italiana, l'IMU della terza casa tende ad essere molto elevato rispetto a quello della prima casa.

Continua la lettura
56

Il pagamento

Per pagare l'IMU sulla terza casa devono essere versate due rate. La prima rata deve essere pagata entro il 16 giugno di ciascun anno ed è l'equivalente del 50% dell'importo totale calcolato sull'aliquota base dello 0,76%, oppure 7,6 per mille. La seconda rata, che ha come scadenza ultima il 16 dicembre di ciascun anno, è calcolata tenendo conto dell'aliquota effettiva stabilita dal proprio ente comunale. Il versamento di queste rate può essere svolto secondo due modalità diverse. A questo punto non ci resta che leggere i passi precedenti, per capire come fare per calcolare e pagare l'IMU sulla terza casa. Il pagamento di questa tassa può avvenire anche in modalità frazionaria ovvero dividere la somma in due rate o al massimo dividere la somma di denaro in quanto vi verrà suggerito dal proprio fiscalista o meglio dal proprio ragioniere. Infatti, dopo aver letto questa guida vi consigliamo sempre di chiamare o consultarvi di persona con qualcuno che abbia studiato all'interno del campo, mostrando anche tutte le documentazioni interessate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come chiedere il rimborso dell'IMU pagato in eccesso

L’IMU, Imposta Municipale Unica, è il tributo applicato ai beni immobili patrimoniali. Nata come sostituzione della precedente ICI, si immette nel sistema tributario italiano nel 2013, sotto il Governo Monti. Prevede l’immissione dell’imposta sulla...
Case e Mutui

Come calcolare l'IMU sulle aree edificabili

I terreni edificabili, in quanto tali, sono soggetti all'Imposta Municipale Unica. Per calcolare l'IMU sulle aree edificabili occorre fare riferimento al valore venale del terreno al primo giorno dell'anno in corso, applicandovi l'aliquota ordinaria....
Case e Mutui

Come fare se non si riesce a pagare il mutuo

Se non si riesce a pagare il mutuo della propria casa cosa succede? La situazione economica italiana, e non solo, è molto precaria e per questo motivo molte persone non riescono più ad arrivare a fine mese. Il problema si aggrava quando ci sono da sostenere...
Case e Mutui

Come calcolare il valore catastale di un immobile

Il valore catastale (o meglio base imponibile) è una cifra ottenuta moltiplicando la rendita catastale dell'immobile, quale risulta da una normale visura catastale, per un coefficiente, determinato per legge e differente per ogni categoria catastale...
Case e Mutui

Come conoscere la categoria catastale della casa

Ogni immobile possiede un determinato "valore catastale" in relazione alla cosiddetta "rendita catastale". Si tratta di un valore piuttosto importante quando si acquista, quando vi è in gioco una successione o una cessione dell'immobile, e serve per...
Case e Mutui

Come calcolare il valore di un immobile

In questo periodo piuttosto difficile per l'Italia, prima di acquistare un immobile bisogna pensarci più volte a causa degli elevati costi. Il problema non sta nel prezzo che anzi proprio per le suddette problematiche economiche è tendenzialmente livellato...
Case e Mutui

Gli errori più comuni nell'acquisto di una seconda casa

La crisi degli ultimi anni ha colpito anche il mercato immobiliare, facendo abbassare il costo delle case. Per molti questa può rappresentare un’opportunità per acquistare una seconda casa a prezzi vantaggiosi, ma in realtà, negli ultimi anni la...
Case e Mutui

Contratti locazione: le 5 tipologie di affitto

Se hai una casa nella quale non risiedi e che non utilizzi in modo continuativo una soluzione per ripagarsi delle spese è quella di metterla a reddito ossia fare in modo che questa si possa pagare da sola e magari generare una rendita passiva. In questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.