Come pagare i permessi elettorali

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Durante le elezioni ed i referendum, sia per quanto riguarda i partiti che i presidenti di seggio, gli scrutatori e tutte le figure lavorative presenti in queste giornate, ogni persona impegnata a lavorare nei seggi ha diritto per legge ad alcuni permessi elettorali retribuiti. In questa pratica guida vi illustro gli aspetti pratici di questi permessi ponendo l'accento sulle modalità da rispettare. Ecco come pagare i permessi elettorali.

26

Occorrente

  • Documentazione degli uffici elettorali
36

Normativa

Secondo la normativa vigente tutti i lavoratori hanno diritto ad assentarsi per svolgere le operazioni elettorali fino al termine del lavoro, compresa la preparazione pre-elezione. Oltre alle normali figure come gli scrutinatori, i presidenti di seggio ed i segretari, rientrano in questa categoria anche i rappresentanti dei promotori dei referendum ed in quanto tali devono essere retribuiti regolarmente nonostante la loro assenza dal posto di lavoro abituale, senza nessuna eccezione. Questo è quanto contempla la legge numero 69 del 1992 ed i datori di lavoro devono attenersi a questa regola. Anche se le operazioni elettorali risultano in qualche modo compatibili con il consueto orario di lavoro non è comunque possibile per legge svolgere entrambe le mansioni.

46

Adempimenti

Per adempiere alla vigente normativa ed alla legge di Stabilità del 2014, i datori di lavoro devono rispettare le seguenti regole per pagare i permessi elettorali: se l'orario di lavoro si svolge su due giorni settimanali, cioè da lunedì a sabato, i permessi elettorali devono essere pagati in entrambe le giornate ed il lavoratore ha diritto ad una giornata di riposo più un compenso pari ad una quota intera giornaliera da aggiungere alla cifra della retribuzione già calcolata. Nel caso invece che l'orario di lavoro preveda la presenza da lunedì a venerdì, la normativa prevede che venga pagata un'intera giornata aggiungendo due giornate di riposo da retribuire al 100%. Questo che vi ho spiegato è il trattamento economico che deve essere rispettato scrupolosamente. Se le operazioni preliminari iniziano alle 16 e terminano alle 19, come avviene solitamente, è obbligatorio pagare l'intera giornata invece delle sole tre ore di servizio.

Continua la lettura
56

Documentazione

La documentazione che bisogna richiedere al lavoratore prima di pagare i permessi elettorali è la seguente: la copia del certificato di convocazione che viene rilasciata sempre dall'ufficio elettorale di pertinenza, ed una copia del documento che attesti il lavoro regolarmente svolto durante le elezioni. Questi documenti devono essere firmati dai presidenti di seggio e soltanto dopo aver accertato che i documenti sono in regola devono essere pagati i permessi elettorali.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il diritto ai permessi elettorali retribuiti deve essere rispettato a prescindere dal contratto collettivo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come pagare la bolletta telecom presso ricevitorie sisal

Le modalità di pagamento delle bollette sono ormai diventate davvero tante. Infatti, soprattutto con l’avvento di Internet, si ha anche la possibilità di pagare tramite un addebito sul proprio conto corrente, oppure tramite la carta di credito. I...
Finanza Personale

Come pagare il bollo auto a rate

Tra le varie spese automobilistiche oltre all'assicurazione RCA, le spese di manutenzione ordinaria per il tagliando, carburante ecc, troviamo il bollo auto. In questo caso siamo di fronte ad una vera e propria tassa automobilistica che va corrisposta...
Finanza Personale

Come pagare la bolletta enel dall'estero se risiedi in calabria

Se si è un cittadino residente in Calabria che si trova all'estero per vari motivi e si deve pagare una bolletta ENEL che scade non bisogna disperarsi. La soluzione è più semplice di quello che si possa pensare; basta effettuare un bonifico per risolvere...
Finanza Personale

Come pagare la bolletta enel con carta di credito

Se siamo proprietari di una abitazione, sicuramente sapremo che tutti i servizi di cui usufruiamo come gas, acqua, corrente elettrica, richiedono il pagamento di una certa somma in base ai consumi effettuati. La somma da pagare ci verrà comunicata mediante...
Finanza Personale

Come pagare la bolletta enel dall'estero se si risiede in sicilia

Potrà capitare che per svariati motivi ci si rechi all'estero per un periodo di tempo più o meno lungo. M se si possiede un' appartamento nella zona di residenza, le bollette continueranno ad essere recapitate ogni due mesi, come di consueto. Se non...
Finanza Personale

Come pagare fatture arretrate Mediaset Premium e riattivare il servizio

Qualora fossimo titolari di un abbonamento Mediaset Premium, ogni mese ci viene inviata una regolare fattura. Se non riusciamo ad onorarla per varie motivazioni, questo servizio a pagamento ci viene sospeso. L'unica maniera per tornare a vedere i canali...
Finanza Personale

Come pagare con PayPal senza account

Nell'era dello shopping online, PayPal ci viene incontro per aiutarci in tutti i nostri acquisti. Questo metodo di pagamento permette di aprire un account collegato alla nostra prepagata o carta di credito. In questo modo potremo fare acquisti sicuri...
Finanza Personale

Come evitare di pagare il canone rai legalmente

Molte persone credono che il canone Rai sia una tassa obbligatoria da pagare in ogni caso. In realtà, questa guida spiega come, in alcuni casi, sia possibile essere esentati legalmente dal pagamento di questa tassa purché si dimostri di non possedere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.