Come ottenere la licenza per aprire un catering

Tramite: O2O 06/08/2019
Difficoltà: media
110
Introduzione

Le attività di catering, ovvero tutte quelle attività inerenti alla ristorazione a domicilio, stanno prendendo sempre più piede. Oggi, infatti, sono davvero molte le persone che si affidano a questo genere di servizi per organizzare feste in casa o un servizio di ristorazione specifico, particolare e di livello superiore. Dunque, aprire questa attività può davvero risultare molto remunerativo. In questa guida vogliamo illustrarvi come ottenere la licenza per aprire un catering, rispettando tutte le regole e le prescrizioni che la legge impone al riguardo in questo specifico campo.

210
Occorrente
  • Licenza commerciale
  • Denuncia di inizio attività
  • Protocollo di Hazard Analysis
310

Conoscere ciò che prevede la legge

Intraprendere un'attività di catering è diventato al giorno d'oggi il sogno di molti. Un'attività in cui entusiasmo, spirito d'iniziativa, impegno e passione sono elementi imprescindibili. Tuttavia l'aspetto forse più complicato è rappresentato dal fatto che per aprire un catering occorre muoversi tra i mille cavilli burocratici che questa attività impone per legge. Ma niente paura, il problema può essere risolto facilmente con un pizzico di pazienza e ricevendo le indicazioni giuste. A tal proposito vediamo dunque come occorre procedere.

410

Reperire personale qualificato

Prima di assolvere a tutte le problematiche di tipo burocratico che un'attività inevitabilmente implica, è bene che studiate a fondo la vostra condizione logistica ed i mezzi che avete a disposizione, i quali devono essere idonei per iniziare un'attività così particolare ed impegnativa. Dotatevi poi di una persona che sia in grado di gestire l'aspetto fiscale ed economico dell'attività di catering e assumete solo personale esperto, con grande voglia di lavorare in gruppo e con spiccate doti motivazionali.

Continua la lettura
510

Valutare i curricula

Per ciò che riguarda i requisiti di tipo professionale che occorre possedere per intraprendere un'attività di catering, c'è da sottolineare che, in linea generale, non sono necessari dei titoli di studio specifici. Pur tuttavia, se il personale di cui vi doterete sarà in possesso di un diploma di Istituto Alberghiero, questo sarà un ottimo punto di partenza, che vi fornirà la certezza di esservi rivolti a persone che dispongono della conoscenza base necessaria per operare in questo settore. Un altro aspetto che occorre considerare è il rispetto delle norme sanitarie, in special modo quelle riguardanti la somministrazione degli alimenti. Operata questa strategia di contorno, dedicatevi poi agli aspetti tecnici e burocratici inerenti l'attività di catering. Per iniziare l'attività vi serviranno alcune importanti licenze. Vediamo come ottenerle.

610

Ottenere una licenza commerciale

Veniamo quindi ad illustrarvi tutti i passi che occorre seguire per ottenere una licenza per il catering. Per prima cosa dovrete ottenere, nello specifico, una licenza di tipo commerciale. Questa va richiesta alla Camera di Commercio del luogo in cui intendete svolgere la vostra nuova attività. Presso questa struttura sono disponibili i moduli di richiesta e otterrete da personale specializzato tutte le delucidazioni e i chiarimenti in merito.

710

Sottoscrivere la DIA sanitaria

Successivamente occorrerà recarvi presso la sede del Comune in cui avete stabilito la vostra residenza e sottoscrivere la DIA sanitaria. La DIA è una denuncia di inizio attività alimentare ed è necessaria non solo se si desidera aprire un bar o un ristorante ma anche, appunto, quando si intende intraprendere l'attività di catering. Il modello di sottoscrizione della DIA è anche scaricabile dal sito di ciascun Comune.

810

Stipulare la HACCP

Il vostro cammino verso l'attività di catering è quasi compiuto. Ottenute le sopra citate autorizzazioni, vi basterà ora recarvi presso la ASL locale (Azienda Sanitaria) che vi dovrà rilasciare l'autorizzazione per la specifica tipologia di attività alimentare di catering che avrete scelto, a seconda che abbiate optato per cucinare in casa, presso una struttura ristorativa o in altro genere di luogo. Quest'ultima autorizzazione che vi serve è denominata HACCP ( dall'acronimo inglese Hazard Analysis and Critical Control Points) ed altro non è che un protocollo che è necessario impegnarsi a sottoscrivere per prevenire possibili contaminazioni degli alimenti. Assolti tutti questi obblighi e ottenute le licenze sopra enunciate, potrete iniziare senza più impedimenti burocratici la vostra attività di catering.

910
Guarda il video
1010
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Recatevi presso la Camera di Commercio locale e chiedete tutte le informazioni necessarie
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di Catering

Se avete una passione smodata per la cucina, la buona accoglienza culinaria, ottime doti organizzative ed uno spirito di imprenditoria innato, dovreste pensare ad aprire un'attività di catering. È un servizio che sta divenendo sempre più richiesto...
Aziende e Imprese

Catering e banqueting: cosa sono e come funzionano

I termini inglesi "catering" e "banqueting" vengono spesso utilizzati come sinonimi, ma in realtà corrispondo a due servizi diversi. Il termine catering, dall'inglese "to cater" (approvvigionare) indica tutte le attività che legate al rifornimento di...
Aziende e Imprese

Come ottenere la licenza di venditore ambulante

Se si vuole aprire un'attività commerciale, bisogna tener conto di diversi fattori, di costi fissi come l'acqua, la luce, l'affitto e gli oneri fiscali. In particolare, se siete interessati alla vendita da ambulanti, avrete bisogno di determinati permessi,...
Aziende e Imprese

Come acquisire la licenza di vendita bevande e alimenti

Internet facilita il contatto tra clienti e uomini d'affari, facilitando ordini, acquisti, presentazione di prodotti, ecc. Ma copre anche un bisogno segnato dalla mancanza di tempo per cucinare a casa.Per gli imprenditori, è un'opportunità che apre...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di vendita all'ingrosso

Rispetto al passato per aprire un'attività di vendita all'ingrosso non è sufficiente possedere la sola licenza, ma occorrono anche alcuni specifici requisiti. La procedura deve infatti rispettare ogni norma di legge, in modo da evitare di riscontrare...
Aziende e Imprese

Come aprire un bar

Numerosi individui avranno sicuramente pensato di aprire un'attività commerciale, allo scopo di mettersi in proprio ed entrare nel mondo dell'imprenditoria. Attualmente risulta davvero complicato trovare un lavoro alle dipendenze. Molte persone cercano...
Aziende e Imprese

Come aprire un minimarket

Aprire un'attività commerciale è il sogno di molti, ma altrettanti sono coloro che lasciano perdere per paura di trovarsi davanti ad enormi difficoltà burocratiche, perdite di fondi e via dicendo. Per questo motivo nei passi successivi della presente...
Aziende e Imprese

Come aprire una gioielleria

Aprire una gioielleria è il sogno nel cassetto di molti. Si tratta infatti di un'attività molto appagante, anche solo per la gioia di poter essere circondati ogni giorno da oggetti belli e preziosi. Nonostante il periodo di crisi, c'è sempre un'occasione...