Come ottenere un prestito agevolato se sei una neomamma.

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quando una coppia si sposa con l'intenzione di mettere su famiglia, ovviamente nutre il legittimo desiderio di avere al più presto un figlio. Al giorno d'oggi, però, possono purtroppo verificarsi anche degli impedimenti di tipo economico, che possono spingere alcune coppie a rinunciare ad avere figli, proprio perché non possono affrontare tutte le spese che questo può implicare. Ciononostante, esistono delle formule che consentono di aggirare il problema economico e permettono di avere la liquidità necessaria per affrontare un nuovo arrivo in famiglia: si tratta di un procedimento burocratico che bisogna seguire scrupolosamente. Attraverso i passi seguenti ci occuperemo proprio di capire come devi procedere se sei una neomamma e desideri ottenere un prestito agevolato.

26

Occorrente

  • Modulo per la domanda
36

Innanzitutto è bene sapere che anche in passato lo stato italiano ha stanziato dei fondi destinati alle famiglie nelle quali fosse presente un bebè e che versasse in condizioni economiche di particolare disagio. Per quel che riguarda il 2014, il provvedimento è contenuto nel testo della legge di stabilità (legge 27 dicembre 2013, n 147 articolo 1 comma 201). Quanto stabilito è poi entrato in vigore a partire dal 1 gennaio 2014, annullando di fatto ogni precedente provvedimento, ovvero nello specifico il D. L. 29 novembre 2008, n 185, che poi venne convertito dalla legge 28 gennaio 2009, n 2. Tutti coloro che avevano presentato domanda relativamente alla precedente normativa vedranno comunque evasa la propria richiesta.

46

Il provvedimento attualmente in vigore ha preso il nome di Bonus bebè 2014, o Fondo Nuovi Nati: in questo sono confluiti i 22 milioni di euro rimasti del precedente Fondo di credito ai nuovi nati. La differenza maggiore rispetto al passato risiede nel fatto che non si tratta di contributi a fondo perduto, bensì di un accesso di favore al credito. In sostanza, il Governo ha stipulato un patto con le Banche e gli istituti finanziari, affinché questi ultimi eroghino dei prestiti alle neomamme a tassi di interesse particolarmente vantaggiosi. La formula prevista prevede la possibilità di ottenere dei finanziamenti fino a un importo massimo di € 5.000,00 per ogni figlio.

Continua la lettura
56

La modalità pratica per presentare una domanda di finanziamento è la seguente: innanzitutto ci si deve rivolgere a uno degli istituti bancari aderenti al Fondo Nuovi Nati, compilando il modulo che verrà fornito allo sportello. I dati necessari per portare a termine la procedura sono le generalità di richiedente (padre o madre) e figlio (anche se adottato), e le specifiche relative alla podestà genitoriale posseduta, quindi se esclusiva oppure congiunta. Non ci sono specifiche di reddito, nè di cittadinanza. La domanda deve essere fatta entro il 30 giugno successivo alla data di nascita del bebè, o della sua adozione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come scrivere un contratto di prestito tra amici

All'interno di questa breve guida ma esauriente guida, andremo a parlare di contratti. In altre parole tenteremo di addentrarci maggiormente nello specifico della tematica, e ci concentreremo sul contratto di prestito, spiegandovi come riuscire a scrivere...
Finanza Personale

Come ottenere un prestito cambializzato

Il prestito cambializzato è un finanziamento personale a tasso fisso a rata costante. Viene concesso dalle banche sia ai privati che alle aziende di piccola e media grandezza, dietro sottoscrizione di cambiali, che rappresentano la garanzia del rimborso...
Finanza Personale

Criteri di approvazione di un prestito

Quando si presenta una richiesta di prestito ad una banca o un altro istituto di credito, vengono eseguite una serie di valutazioni sui dati economici, finanziari e patrimoniali relativi al cliente che ha presentato la domanda stessa. A seconda della...
Finanza Personale

Come chiedere un prestito alle poste

Realizzare i nostri sogni spesso richiede un investimento di passione e denaro. La passione ce la mettiamo noi, il denaro possiamo chiederlo in prestito e restituirlo a rate con piccoli interessi. Ultimamente è sempre più necessario chiedere dei finanziamenti...
Finanza Personale

Come si ottiene il prestito per i nuovi nati

Il prestito rappresenta la cessione di una somma di denaro con il vincolo di restituire capitali di valore uguale o maggiore. La parola indica soprattutto un finanziamento che un istituto bancario, un cittadino provato o un istituto di credito autorizzato...
Finanza Personale

Come richiedere un prestito per giovani

Diverse banche d'Italia, al giorno d'oggi, aiutano i giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni, a richiedere dei prestiti per realizzare i loro progetti futuri. Esistono diversi tipologie di prestito per i giovani. Pertanto, la domanda che viene...
Finanza Personale

Come calcolare gli interessi di un prestito

Gli interessi di un prestito includono la quantità di erogazione di controllo più le eventuali spese applicabili non appena il prestito viene erogato. Questa regola vale per prestiti sovvenzionati, diretti e prestiti privati ​​diretti. In generale,...
Finanza Personale

Come identificare un Prestito A Tasso Zero

Devi stipulare un prestito e non vuoi rimetterci somme di denaro? Desideri saperne di più per quanto riguarda il tasso zero? Ecco tutte le informazioni che devi assolutamente conoscere prima di impegnarti in un prestito! Oggi, grazie alle nuove leggi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.