Come ottenere un mutuo da libero professionista

Tramite: O2O 20/06/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Al giorno d'oggi avviare un mutuo rappresenta sicuramente una delle soluzioni più comode, pratiche e veloci per chi ha bisogna di una grande somma di denaro di cui non dispone. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per poter ottenere un mutuo da libero professionista.

26

Informarsi

I liberi professionisti sono coloro che svolgono un lavoro di tipo autonomo, eseguendo le loro attività a favore di terzi e mettendo a disposizione le loro capacità fisiche o intellettuali. In questo caso ottenere un mutuo non è impossibile, basta presentare tutti i documenti necessari. Per iniziare le trattative è indispensabile prima informarsi sui vari istituti e sui tassi che offrono, magari parlando personalmente con i loro impiegati per esporre la propria situazione in modo da trovare l'offerta più conveniente.

36

Procurarsi i documenti

Spesso la documentazione necessaria per la concessione di un mutuo è indicata dell'ente che emetterà la somma di denaro, ovvero la banca che abbiamo scelto. Orientativamente i documenti richiesti nella maggior parte dei casi sono: delle copie del modello unico o modello 740, l'estratto della Camera di Commercio dell'Industria e dell'Artigianato e l'attestato di iscrizione all'Albo professionale a cui si appartiene. Ad essi deve essere accompagnata la documentazione generica consistente nel certificato di nascita e di stato civile, l'estratto di matrimonio nel caso in cui si sia sposati o di quello di divorzio, una copia della vendita o del compromesso e tutti i documenti relativi all'immobile per cui si sta accendendo un mutuo. Documenti tutti facilmente ottenibili in un lasso di tempo relativamente breve.

Continua la lettura
46

Inviare i documenti

Tutti questi documenti devono essere inviati all'ente di competenza il quale verificherà che tutto ciò che è stato affermato corrisponda alla verità. A questo punto sarà poi l'ente a comunicare tutti i dati alla banca ala quale avrà il compito poi di dare parere positivo oppure negativo a seconda dei diversi casi.

56

Firmare il contratto

Dopo aver presentato la documentazione e aver ottenuto un parere positivo dalla banca, quest'ultima può avviare la delibera del finanziamento. Ciò vuol dire che sono stati eseguiti tutti i controlli del caso e si è pronti a fissare la data della delibera dell'atto pubblico di finanziamento. Il contratto di mutuo è la fase conclusiva della stipulazione che avviene di fronte ad un notaio. Una volta firmato il richiedente si obbliga a restituire la somma pattuita nei modi e nei tempi previsti all'interno del contratto.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come risparmiare sul mutuo in 5 mosse

L'acquisto di una casa, soprattutto se per la prima volta, è sicuramente uno dei passi più importanti della propria vita. Comprare una casa è ormai il desiderio di molti, e quando si sceglie di compiere un'operazione così importante, si devono anche...
Case e Mutui

Come cointestare un mutuo

Avete deciso di comprare casa con il vostro partner, ma non avete la liquidità per poterlo fare? La soluzione, ovviamente, è quella di richiedere un mutuo in banca. Tuttavia, rispetto al tradizionale mutuo intestato ad una sola persona, in questo caso...
Case e Mutui

5 errori da non fare quando si chiede un mutuo

Il mutuo è un contratto di prestito ed è la forma più utilizzata per comprare casa. Possiamo richiederlo in banca, previa presentazione di solide garanzie. Se viene accettato, insieme con l'istituto di credito concorderemo la somma prestata e la rata...
Case e Mutui

Come funziona il mutuo a tasso variabile con CAP

Il dubbio che spesso attanaglia ogni risparmiatore al momento della stipula di un mutuo, è quello di scegliere se affidarsi ad un tasso fisso oppure ad uno variabile. E, il più delle volte, la scelta non è certo facile. Questa indecisione può tranquillamente...
Case e Mutui

Come calcolare il tasso d'interesse di un mutuo

Uno dei fattori principali da considerare prima di chiedere l'erogazione di un mutuo è il tasso d'interesse: esso rappresenta l'importo aggiuntivo che il cliente deve versare alla banca. Il calcolo del tasso di interesse è influenzato molto dalle dimensioni...
Case e Mutui

Come ottenere un mutuo integrativo

Tutti quanti prima o poi dopo anni di duro lavoro e sacrificio abbiamo il desiderio di comprarci una casa, per poter investire i soldi in qualcosa di solido e duraturo.L'acquisto di un immobile in questo periodo di crisi è diventato molto difficile....
Case e Mutui

Come estinguere un mutuo casa in anticipo

Tutti sappiamo che se non abbiamo abbastanza soldi per poter comprare una casa è possibile richiedere un mutuo presso una Banca o ad un Istituto Finanziario. Il mutuo è a tutti gli effetti un contratto che intercorre tra il mutuante (Banca), che presta...
Case e Mutui

Come richiedere l'adeguamento del tasso di interesse di un mutuo

Tutti coloro che hanno acceso un mutuo sicuramente ne sono a conoscenza: ogni tre mesi il Ministero del Tesoro indica quali sono i valori dei tassi di interesse oltre i quali, per legge, non si deve assolutamente andare. È bene, quindi, tenere bene sotto...