Come ottenere l'indennità di disoccupazione

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La disoccupazione in Italia, attualmente chiamata anche Naspi, è una particolare indennità che viene riconosciuta dallo stato tramite l'Inps, ossia l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale a tutti quei lavoratori che perdono l'impiego in maniera del tutto involontaria a causa di un licenziamento che può essere sia di tipo individuale che collettivo. Oltre a queste due cause, è possibile ottenere l'indennità di disoccupazione anche nel caso in cui si verifichino le dimissioni per giusta causa, le dimissioni nel periodo di maternità ed inoltre la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro. In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come ottenere questo tipo di indennità. La procedura è veramente molto semplice e non richiede neanche troppo tempo, a condizione ovviamente di possedere tutti i requisiti necessari.

26

Recarsi all'ufficio di collocamento

Per prima cosa, ci si dovrà recare presso l'ufficio di collocamento per poter essere subito inserito nelle liste di disoccupazione. Tutto ciò rappresenta un elemento a dir poco fondamentale per poter presentare in seguito la domanda di sussidio. È assolutamente consigliabile portare con se le ultime due buste paga, le quali possono essere richieste direttamente dall'addetto che seguirà la pratica in questione Successivamente, sarà assolutamente necessario presentare l'apposito modulo di domanda all'Inps. Questo tipo di operazione si può effettuare per via telematica per risparmiare tempo rispetto al fatto di recarsi presso un qualsiasi ufficio Inps.

36

Effettuare la domanda di disoccupazione all'Inps in via telematica

Per effettuare la domanda di disoccupazione all'Inps in via telematica, si dovrà essere muniti dell'apposito PIN. Attraverso quest'ultimo, sarà possibile eseguire il login nell'area dei servizi del sito ufficiale dell'Inps. Selezionare successivamente l'invio domande di prestazioni a sostegno del reddito, quindi andare alla dicitura Naspi poi indennità Aspi e quindi alla voce Invio domanda. È sempre indispensabile controllare accuratamente tutti quanti i dati inseriti prima di inviare definitivamente la domanda di disoccupazione all'Inps. Nel caso in cui questo tipo di domanda dovesse prevedere degli appositi allegati, si renderà necessario recarsi presso il proprio datore di lavoro e richiederli. Nel caso in cui non si abbia dimestichezza con l'informatica, si potrà richiedere il modulo di domanda presso un ufficio Inps dove ci sarà un addetto che seguirà tutta la pratica.

Continua la lettura
46

Effettuare la domanda di disoccupazione entro 68 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro

È importante sapere che bisogna effettuare la domanda di disoccupazione entro e non oltre 68 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro. Se però durante questo periodo si dovessero verificare eventi come una maternità indennizzabile, il termine rimarrà sospeso per un periodo pari all'evento e ripartirà al termine di quest'ultimo per la parte residua. In caso di malattia o infortunio sul lavoro indennizzabile dall'INAIL, il termine rimarrà sospeso per tutta quanta la durata dell'evento. A corredo della domanda di disoccupazione bisogna anche presentare il modello di iscrizione al centro per l'impiego, più la lettera di licenziamento o di fine contratto ed il modulo SR156 per la domanda Naspi ed infine il codice IBAN per l'accredito dei relativi importi. Il modulo andrà assolutamente firmato per poi attendere l'erogazione dell'indennità in questione, considerando che i tempi per questo tipo di operazione non sempre sono rapidi, visto e considerato che spesso e volentieri l'Inps deve provvedere a smaltire una quantità notevole di domande, che in determinati periodi dell'anno tendono inesorabilmente a triplicare.

56

Far valere due anni e 52 settimane contributive nel biennio precedente

Bisogna assolutamente ricordare che l'indennità di disoccupazione o meglio la Naspi, è una prestazione economica prevista dallo stato per tutti quei soggetti che perdono il lavoro quasi sempre per motivi legati all'attuale crisi. La materia è attualmente in fase di revisione da parte del governo, anche se la normativa vigente indica nei soggetti che perdono involontariamente il posto di lavoro un'anzianità assicurativa pari ad almeno due anni e 52 settimane contributive consecutive nel biennio precedente. Per avere la certezza di ricevere questo tipo di contributo, è vivamente consigliato chiedere informazioni al proprio commercialista di fiducia, oppure al Caf a cui normalmente ci si rivolge per effettuare la denuncia dei redditi. In alternativa, è possibile recarsi sia alla sede più vicina dell'Inps, sia consultare il sito ufficiale di questo ente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come ottenere l'indennità di disoccupazione

La disoccupazione in Italia, attualmente chiamata anche Naspi, è una particolare indennità che viene riconosciuta dallo stato tramite l'Inps, ossia l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale a tutti quei lavoratori che perdono l'impiego in maniera del...
Lavoro e Carriera

Come richiedere l'indennità di disoccupazione ordinaria e con requisiti ridotti

Molto spesso il lavoro viene a mancare a causa di problemi legati dal rapporto con il datore di lavoro o a causa di una chiusura di un'attività. In questi casi, si sente spesso parlare di indennità di disoccupazione. L'indennità di disoccupazione ordinaria...
Lavoro e Carriera

Come ottenere un indennizzo di disoccupazione

Sempre più italiani perdono il posto di lavoro perché l'azienda chiude o dimezza il personale, specie in questo periodo che non lascia vie d'uscita. Comunque non bisogna disperare perché in questi casi si ha la possibilità di avere un sostegno al...
Lavoro e Carriera

Come richiedere la domanda di disoccupazione

Tutti coloro che hanno dei contratti a tempo determinato hanno la possibilità di usufruire dell'indennità di disoccupazione per un periodo di tempo limitato e calcolato in base ad alcune caratteristiche principali. In questa guida ci occuperemo di...
Lavoro e Carriera

Come percepire il sussidio di disoccupazione

Ogni lavoratore dipendente saprà che nel caso in cui dovesse perdere il lavoro per cause a lui non imputabili, avrà diritto a percepire una indennità di disoccupazione per un determinato periodo di tempo. Il sussidio spetta sia a chi è stato assunto...
Lavoro e Carriera

Come calcolare l'indennità di buonuscita

L’indennità di buonuscita o trattamento di fine servizio, viene liquidata ai dipendenti pubblici in caso di cessazione del servizio per inabilità o decesso dopo 105 giorni, dopo 6 mesi per raggiungimento dei limiti di età e dopo 24 mesi per dimissioni...
Lavoro e Carriera

Come chiedere la disoccupazione all'Inps

La disoccupazione si sta diffondendo tra tutte le fasce di età: dai più giovani (che cercano disperatamente ed inutilmente un qualunque tipo di lavoro) ai più anziani (che lavoravano da una vita e che adesso sono in situazioni abbastanza critiche...
Lavoro e Carriera

Come sostenere l'ansia da disoccupazione

Con la crisi, molti posti di lavoro sono andati perduti; una situazione che ha coinvolto a vari livelli più fasce d'età con diversi titoli di studio. Si passa dal brillantissimo neo laureato che ha conseguito il titolo regolare con il massimo dei voti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.