Come ottenere l'esenzione della tassa sui rifiuti urbani

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Le Amministrazione Comunali prevedono ogni anno delle facilitazioni nei pagamenti per chi ha delle difficoltà economica. Queste persone possono quindi avvalersi dell'esenzione dal pagamento della TARSU (tassa per i rifiuti solidi urbani). Per richiedere l'esenzione dal pagamento della tassa bisogna possedere determinati requisiti economici e presentare una domanda e dei documenti, al fine di verificare di essere in regola con le caratteristiche richieste. Attraverso i passaggi seguenti vi daremo alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile ottenere questo tipo di esenzione.

26

Occorrente

  • Essere in possesso dei requisiti descritti nel corso dell'articolo
  • Presentare l'istanza
  • Modulo ISEE
36

Conoscere i requisiti

Prima di cominciare è bene sapere che la tassa sui rifiuti urbani viene calcolata dal Comune in modo del tutto indipendente dallo Stato. Per poter ottenere lo sgravio di questa tassa bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti: innanzitutto è necessario avere la residenza nel Comune da almeno 1 anno; bisogna avere un reddito familiare con un importo inferiore o pari a 6.000,00 euro annui e non essere proprietario di altri immobili (è possibile essere titolare solamente dell'abitazione principale); ancora, non bisogna avere fruito durante l'anno di alcun beneficio da parte dell'Amministrazione Comunale o da altri Enti per un importo pari o inferiore a 1.900,00 euro.

46

Presentare la domanda

Se si possiedono tutti i requisiti si può presentare la domanda e solamente a questo punto l'Ufficio amministrativo istruisce l'istanza che è stata inoltrata e stila una graduatoria, privilegiando i redditi più bassi e le famiglie numerose. Il tempo affinché avvenga l'accertamento è variabile, ma la comunicazione del diritto al beneficio viene notificata al proprio indirizzo di residenza. È bene sapere che ogni Amministrazione Comunale decide autonomamente lo sgravio fiscale da applicare. Per ottenere la riduzione si deve presentare il certificato ISEE, tenendo conto del fatto che la dichiarazione ha validità di 1 anno a partire dal giorno di presentazione.

Continua la lettura
56

Conoscere i benefici

Alcuni Comuni, a causa della grave contingenza economica, applicano ulteriori benefici per chi rientra in determinate categorie. I benefici riguardano principalmente coloro che possiedono una cassa integrazione a 0 ore per almeno 12 settimane (anche non continuative), chi ha perso il lavoro da almeno 3 mesi e dichiara immediata disponibilità presso i Centri per l’impiego, chi è stato sospeso dal lavoro per almeno 90 giorni lavorativi (Legge 2/2009), chi è iscritto nelle liste di mobilità da almeno 3 mesi. Questi ulteriori benefici vengono concessi solamente su istanza documentata sulla base dell’ISEE. IN queste circostanze è importante essere a conoscenza del fatto che lo sgravio corrisponde ad un limite massimo del 50%. I soggetti beneficiari della presente agevolazione devono acquisire la dichiarazione ISEE fatta nell'anno precedente per permettere all’Amministrazione di effettuare il controllo e l’eventuale conguaglio degli importi erogati.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Verificate di essere in possesso di tutti i requisiti richiesti

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come compilare il modello esenzione IMU

L'IMU è l'imposta che ha sostituito l'ICI, od imposta comunale sugli immobili, a partire dall'anno 2012. Sono tenuti al pagamento dell' IMU tutti i proprietari di immobili o terreni, con la sola esclusione dell'abitazione principale o prima casa. Questa...
Richieste e Moduli

Come richiedere la riduzione Tarsu per single

La Tarsu è la tassa per lo smaltimento dei rifiuti; l'imposta si deve pagare al proprio comune di residenza ed il ricavato viene impiegato non solo per lo smaltimento dei rifiuti prodotti all'interno della propria abitazione, ma anche per la pulizia...
Finanza Personale

Come disdire il pagamento della tassa rifiuti in caso di trasferimento

La tassa che tutti quanti pagano per la raccolta dei rifiuti soliti urbani, viene chiamata TARSU. In buona sostanza rappresenta una tassa obbligatoria a chiunque getti rifiuti. Pertanto viene pagata per il servizio di smaltimento dei rifiuti urbani che...
Aziende e Imprese

Come effettuare l'esenzione bollo per le automobili in vendita

Se si svolge l'attività di venditore di autovetture usate, si saprà sicuramente cosa significhi fare l'esenzione del bollo. Tutto è molto semplice se si è in possesso di un programma che esegue automaticamente questa operazione anche se, il più...
Finanza Personale

Come calcolare la Tares

I contribuenti italiani devono adempiere ai pagamenti, per una nuova tassa, denominata tares. Questa è la tassa sui rifiuti urbani, che riguarda quindi i servizi e nasce dalla fusione della tassa sullo smaltimento dei rifiuti urbani, cioè la tarsu e...
Richieste e Moduli

Come presentare la domanda di esonero dalle tasse scolastiche

Come vedremo nel corso di questa guida, normalmente gli istituti scolastici impongono ai propri studenti il pagamento di determinati contributi, allo scopo di garantire agli stessi un miglioramento dei servizi scolastici in generale. Come vedremo tuttavia,...
Richieste e Moduli

Come ottenere l’esenzione bollo auto per disabili

Il bollo auto, è una tassa di possesso legata a tutti i veicoli a motore, in Italia è obbligatorio, da pagare anche nel caso in cui il veicolo non cammini, o non sia assicurato. I portatori di handicap sono agevolati dalla legge, che prevede per loro...
Richieste e Moduli

Come pagare meno TARSU preparando il compost con i rifiuti di cucina

La TARSU è la tassa per lo smaltimento dei rifiuti tossici urbani, introdotta in Italia con il decreto n°507 del 2003. È una spesa che bisogna pagare al Comune per ricevere un servizio di smaltimento e raccolta dei rifiuti stradali o anche per la pulizia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.