Come ottenere l'autorizzazione a vendere i beni di eredità accettati con beneficio di inventario

Tramite: O2O 02/10/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Gli studenti che affrontano la Facoltà di Economia e soprattutto quella di Giurisprudenza conoscono le difficoltà che si incontrano nelle lezioni di diritto privato. La complessità di tale materia universitaria riguarda la conoscenza di tutta la legislazione vigente, fatta di molteplici articoli talvolta intrecciati fra loro. Le nozioni che spesso danno problemi sono certamente le varie tipologie di contratto, i diritti reali e la successione mortis causa. Con riferimento a quest'ultima disciplina, qui verrà trattata l'eredità accettata tramite il beneficio di inventario. Per conoscere meglio gli aspetti sull'accettazione di questo genere, si può consultare le guide intitolate Accettazione con beneficio di inventario ed Accettazione eredità con beneficio di inventario. Nel presente tutorial vedremo invece come ottenere l'autorizzazione a vendere i beni di eredità accettati con beneficio di inventario. L'erede che abbia dichiarato tale accettazione e desidera procedere alla vendita o ad atti di amministrazione straordinaria dei beni ha il seguente obbligo. Quello di richiedere la legittimazione da parte del giudice, entro e non oltre cinque giorni dall'approvazione della successione mortis causa. Non resta che approfondire la spiegazione leggendo attentamente i passaggi successivi.

28

Occorrente

  • Conoscenze di diritto privato
  • Testamento del defunto
  • Eredi
  • Giudice incaricato della controversia
  • Documentazione obbligatoria per legge
38

Chiedere il certificato di non opposizione

Ci si trova nella situazione di dover richiedere l'autorizzazione per un individuo soggetto ad amministrazione di sostegno come un minorenne, un portatore di handicap o una persona con la parziale/totale infermità di mente? A tal proposito, alla documentazione basilare si dovrà allegare inoltre una copia fedele rilasciata dal giudice tutelare. Quest'ultima servirà per attestare il parere favorevole ad effettuare la richiesta di autorizzazione a vendere i beni di eredità accettati con il beneficio di inventario. Bisogna comunque ricordare che la seguente approvazione potrà venire impugnata dagli eredi davanti al giudice stesso. Occorre pertanto aspettare un periodo temporale limitato durante il quale è necessario dare la possibilità di opporsi alle ulteriori persone coinvolte nell'eredità. Una volta passato questo tempo, bisogna andare presso l'Ufficio Ruolo Generale situato nel tribunale del territorio di competenza per domandare il certificato di non opposizione.

48

Fare ricorso al giudice ed allegare i documenti necessari

La fase iniziale per ottenere l'autorizzazione a vendere i beni di eredità accettati con il beneficio di inventario è sicuramente quella di presentare un ricorso al giudice della successione mortis causa. Al reclamo da compiere bisogna però allegare ben cinque documenti. Innanzitutto si ha la nota di trascrizione ed il modulo di versamento pari ad 85 con marca da bollo uguale ad 8?. Dopodiché vanno presentate le copie della dichiarazione di successione mortis causa, dell'inventario e dell'accettazione dell'eredità con il beneficio di inventario.

Continua la lettura
58

Specificare le informazioni relative al defunto e all'erede

All'interno del ricorso fatto al giudice, è obbligatorio indicare tre informazioni personali relative al defunto. Si tratta precisamente dei dati anagrafici, dell'ultimo indirizzo di domicilio e del codice fiscale. Dopodiché occorre specificare il valore della controversia espresso in Euro e la ricevuta di versamento del contributo unificato. A livello logistico verranno richieste anche le informazioni dell'erede opponente. Quest'ultime sono i dati anagrafici, il codice fiscale, un recapito telefonico valido, il nome dell'eventuale avvocato presente ed il nominativo del notaio che ha stilato l'atto di successione mortis causa.

68

Compilare il modello di versamento del contributo unificato

All'interno del modello di pagamento del contributo unificato bisogna specificare innanzitutto le informazioni anagrafiche, il codice fiscale ed i dati identificativi relativi all'erede opponente. Successivamente occorre indicare le generalità ed il codice fiscale del ricorrente o del resistente, e allegare gli estremi del versamento compiuto. Qualora il pagamento venisse effettuato da un'altra persona, si dovranno riportare anche le informazioni personali di chi ha effettivamente pagato il contributo unificato. Infine è assolutamente necessario ricordarsi di scrivere la data di sottoscrizione del ricorso ed apporre la propria firma.

78

Compilare la dichiarazione di valore ed attendere la risposta del giudice

L'ultimo documento che occorre redigere per ottenere l'autorizzazione a vendere i beni di eredità accettati con il beneficio di inventario è la dichiarazione di valore. Qui bisogna specificare innanzitutto i dati dell'erede e dell'eventuale avvocato che assiste il ricorrente. Dopodiché è necessario spuntare l'apposita casella dimostrante l'avvenuto pagamento degli 85? riguardanti il contributo unificato. Adesso che la documentazione necessaria risulta terminata, non resta che presentarla all'Ufficio di Cancelleria del tribunale del territorio di competenza. La risposta all'opposizione compiuta verrà rilasciata entro un periodo temporale massimo di 30 giorni, a cominciare dalla data presente all'interno dei moduli.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare la disciplina della successione mortis causa nei libri di diritto privato.
  • Verificare la correttezza delle informazioni riportare sulla documentazione necessaria.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Eredità: guida all'accettazione o alla rinuncia

Nel corso della vita è possibile che ci di ritrovi nelle condizioni di ricevere delle eredità da parte dei nostri cari. L'eredità, a seconda dei casi, può prevedere un lascito di denaro o di beni mobili ed immobili di varia natura che non sempre possono...
Richieste e Moduli

5 regole per scrivere un'autorizzazione formale

Quelle di autorizzazione sono lettere che consentono o meglio, autorizzano qualcuno a intraprendere azioni a nostro nome. I contenuti e le motivazioni che ci spingono a scrivere un'autorizzazione formale, possono essere correlati a diversi argomenti e...
Richieste e Moduli

Come scrivere un'autorizzazione formale

Chi ha la necessità di delegare una seconda persona per il compimento di una più azioni, in quanto impossibilitato per numerose ragioni a svolgere le azioni in maniera autonoma, deve effettuare una comunicazione scritta. Deve dunque compilare un'autorizzazione...
Richieste e Moduli

Come Evitare Di Pagare I Debiti Del Defunto

L'argomento sulla successione ereditaria ha da sempre generato parecchi interrogativi, soprattutto, inerenti la tutela degli eredi. Può succedere che gli eredi ricevono in successione, dal proprio caro defunto, onerosi debiti da dover pagare, ritrovandosi...
Richieste e Moduli

Come richiedere l'autorizzazione alla raccolta di funghi

I funghi sono un tipo di vegetali molto noti e soprattutto versatili, poiché ne esistono di diversi tipi e possono essere preparati in diversi modi; non è facile raccogliere i funghi, infatti molti si somigliano ma alcuni sono velenosi e altri invece...
Richieste e Moduli

Quando rinunciare all'eredità

Quando un soggetto muore e lascia un patrimonio questo si trasmette ai suoi eredi secondo le regole del diritto successorio. La morte del de cuius porta alla successione ereditaria che può essere di tre tipi: testamentaria, necessaria e legittima. Qualsiasi...
Richieste e Moduli

Come richiedere la separazione dei beni

Come vedremo successivamente, nonostante il regime patrimoniale naturale dei coniugi sia la comunione dei beni (sulla base della quale i due coniugi con il matrimonio uniscono i propri patrimoni, dando luogo ad un patrimonio comune), entrambi hanno comunque...
Richieste e Moduli

come emettere una fattura accompagnatoria dei beni in un'azienda

Le tipologie di fattura esistenti sono tre:1) FATTURA IMMEDIATA.2) FATTURA DIFFERITA.3) FATTURA ACCOMPAGNATORIA.La fattura immediata prevede una emissione ed una spedizione il giorno stesso dell’avvenuta vendita.La fattura differita funge da certificato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.