Come ottenere l'assegno di cura e sostentamento

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molte famiglie riescono raramente ad arrivare a fine mese. Soprattutto gli anziani, che percepiscono pensioni minime con la quale riescono a malapena a sostenersi. Figuriamoci se, nel loro nucleo famigliare, è presente un malato o qualcuno non autosufficiente. Per questo motivo, lo stato ha indetto l'assegno di cura e quello di sostentamento. Ecco quindi, una breve guida che vi spiegherà come ottenere entrambi.

26

Occorrente

  • Isee, certificato medico, domanda di separazione
36

L'assegno di cura è un sussidio mensile per le persone che non possono eseguire i lavori giornalieri che servono per la cura della casa, quindi hanno bisogno di un'assistenza 24 ore su 24. In questo modo, la persona in questione, è esente dall'essere condannata al ricovero in ospedale o nelle strutture sanitarie private. L'assegno di cura non è uguale per tutte le famiglie, infatti, ci sono alcuni fattori che influiscono sul fondo da percepire. Primo fra tutti, il reddito che viene determinato tramite Isee. Poi segue il bisogno assistenziale della persona, che viene dato in base al certificato medico. Anche la presenza di demenza può influire, e può indicare se la persona in questione ha bisogno di una badante che l'aiuti nei lavori domestici.

46

Purtroppo, non tutte le località hanno l'assegno di cura. Prima di fare qualsiasi cosa, è bene informarsi al proprio Comune di residenza, rivolgendosi all'ufficio per le relazioni con il pubblico, premesso che sia presente. Al contrario dell'assegno di cura, quello di mantenimento o sostentamento, è un provvedimento economico che viene decretato dal giudice, ma può essere anche concordato da i coniugi, in fase di separazione. Esso consiste in una somma di denaro da versare mensilmente al coniuge economicamente più debole o a colui che detiene la custodia dei figli avuti durante il matrimonio. Secondo la legge infatti, l'assegno di sostentamento va sempre a favore dei figli.

Continua la lettura
56

Per ottenere il sostentamento, bisogna prima ottenere la richiesta di separazione dall'altro coniuge. Al coniuge che richiede l'assegno inoltre, non deve essere addebitata la separazione. L'assegno è periodico e può essere sia una somma di denaro da elargire mensilmente, sia divisibile in "voci spesa", ovvero le bollette da pagare, il canone, le spese condominiali ecc... In qualsiasi modo si scelga di ricevere il sostentamento, i due coniugi avranno il dovere di continuare a pensare all'educazione e al mantenimento dei figli. L'assegno infatti, può essere rigirato sia dalla parte del coniuge con difficoltà economiche e sia a favore del mantenimento dei figli. In entrambi i casi, è sempre possibile ottenere una revisione del sostentamento se la situazione del coniuge mantenuto cambi. Ad esempio, se inizia un lavoro molto retribuito, oppure si costruisce un nuovo nucleo famigliare.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • L'Isee deve essere inferiore a 15.000 euro se si vuole ottenere l'assegno di cura
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come fare domanda di assegno ordinario di invalidità

L'inps: l'istituto nazionale di previdenza sociale, concede la pensione di invalidità civile ai lavoratori dipendenti, agli autonomi e a quanti siano iscritti ad alcuni fondi pensionistici sostitutivi ed integrativi dell'assicurazione generale obbligatoria....
Lavoro e Carriera

Come richiedere l'indennità di disoccupazione

La situazione lavorativa in Italia non è al momento una delle migliori. Infatti, molte persone, soprattutto i giovani, non hanno un lavoro. Oppure si trovano in una situazione di precarietà, dopo un licenziamento improvviso. In questo caso, l'unica...
Lavoro e Carriera

Come richiedere il rilascio del certificato penale

Il certificato penale è un documento che certifica che un determinato soggetto non ha avuto problemi con la Giustizia italiana nel periodo di tempo specificato nel certificato stesso.Questo documento si suddivide in due certificati: il certificato Generale...
Lavoro e Carriera

Come presentare domanda per l'indennità di disoccupazione

Chiunque abbia cessato un rapporto lavorativo da dipendente, e abbia accumulato 52 settimane contributive di lavoro nel biennio che precede la data di cessazione del rapporto di lavoro, potrà presentare la domanda per l'indennità di disoccupazione....
Lavoro e Carriera

5 motivi per prendersi un anno sabbatico

L'espressione "anno sabbatico" ci giunge dalla lontana tradizione ebraica, più precisamente dal V secolo a. C. Durante questo periodo vigevano le leggi Mosaiche secondo cui, si doveva lasciar riposare la terra, condonare debiti e liberare gli schiavi....
Lavoro e Carriera

Come diventare un operatore Reiki

Essere degli operatori Reiki professionisti significa possedere qualcosa di molto importante per se stessi e per gli altri. Per praticanti Reiki si intendono persone che praticano questa disciplina su base regolare, con l'auto-trattamento su se stessi...
Lavoro e Carriera

Motivi per rifiutare un'offerta di lavoro

Di questi tempi di crisi un lavoro è un'opportunità che non ci si può far scappare. Mentre la disoccupazione aumenta, resistono alcuni impieghi per cui si assume ancora. Molti riguardano lavori che non sono più in voga dagli anni ottanta, come l'agricoltore,...
Lavoro e Carriera

Come calcolare la tredicesima e quattordicesima mensilità

La tredicesima e la quattordicesima permettono a chi le riceve di disporre di più liquidità rispetto allo stipendio mensile. Per la precisione, la tredicesima è un dodicesimo (1/12) della retribuzione lorda annua e viene pagata ai lavoratori nel mese...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.