Come ottenere incentivi statali per acquisto nuova cucina

Tramite: O2O 14/06/2021
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il Ministero per lo Sviluppo Economico attraverso il decreto legge n. 40/2010, ha messo al servizio dei cittadini, incentivi riguardanti l'acquisto di nuove cucine componibili. Sono previsti sconti anche per lavastoviglie, forni, piani cottura e cappe climatizzate. È previsto un bonus superiore ai 1000 euro, per comperare per la casa una cucina con incasso ?verde? cioè con un impatto ambientale basso. Diversi incentivi sono poi previsti per l'acquisto di nuovi elettrodomestici fra cui: frigorifero, forno e lavastoviglie. Gli incentivi ammontano a qualche decina di euro per ogni elettrodomestico acquistato. In questa guida, passo dopo passo, spiegherò nel dettaglio come ottenere gli incentivi statali per l'acquisto di una nuova cucina.

28

Occorrente

  • Ricevuta di acquisto dell'elettrodomestico
  • Ricevuta di smaltimento dell'elettrodomestico da rottamare
  • Modello per le spese di edilizia
  • Modello dichiarazione dei redditi
  • Ricevuta bonifico bancario
  • Scontrino fiscale
38

La richiesta dello sconto al venditore

L'incentivo per l'acquisto del proprio elettrodomestico, va esplicitamente richiesto al venditore. Quest'ultimo va ad applicare direttamente lo sconto dell'incentivo al cliente. Lo Stato provvede poi a rimborsare al venditore stesso l?importo dello sconto da lui applicato al compratore.
È consigliato ricordarsi di conservare opportuna documentazione, sia dell'acquisto dell'elettrodomestico, sia la ricevuta di smaltimento dell'elettrodomestico eventualmente da rottamare. Per l'acquisto di una cucina componibile è previsto uno sconto statale del 10% del costo totale, fino ad un massimo di 1000 euro. Deve però trattarsi di una sostituzione, perché è necessaria la rottamazione del vecchio prodotto, inoltre la nuova cucina deve essere corredata da almeno due elettrodomestici ad alta efficienza energetica.

48

Le agevolazioni per il rinnovo degli elettrodomestici

Se non si ha la necessità di cambiare la cucina completa, si può usufruire di agevolazioni anche per il rinnovo dei singoli elettrodomestici, per i quali è previsto un contributo del 20% sul prezzo di acquisto con limiti di spesa differenti. Nello specifico, per lavastoviglie di classe AAA, la cifra massima è di 130 euro, mentre si scende a 80 euro per forni di classe A, piani cottura con dispositivo di sorveglianza fiamma e cucine di libera installazione. Per le cappe climatizzate, elettriche, stufe e scaldacqua a pompa di calore, invece, si può ottenere uno sconto fino a 500 euro.
Anche in questi casi, come per quelli illustrati al precedente passaggio, è necessaria la rottamazione del vecchio prodotto.

Continua la lettura
58

Il bonus fiscale della cucina per il 2020

Anche nel corso del 2020, lo Stato ha provveduto a emanare un apposito bonus fiscale per quel che riguarda sia l'acquisto che il rinnovo della cucina. Detto bonus consiste infatti in una detrazione degli importi dell'Irpef pari al 50 per cento del prezzo di acquisto inerente a tutti gli arredi di cucina che hanno l'obiettivo di migliorare la funzionalità di tale ambiente domestico. La richiesta di detrazione va fatta al momento di presentare la relativa dichiarazione dei redditi. Un requisito obbligatorio è che i mobili per arredare la cucina sia nuovi, stesso discorso anche per gli elettrodomestici. Sono inclusi nei costi oggetto di detrazione anche le spese di trasporto e di montaggio. Non rientrano in queste detrazioni l'acquisto di mobili nuovi di cucine inerenti ad abitazioni di nuova costruzione, oppure nel caso in cui si cambi casa per diversi motivi, firmando ad esempio un regolare contratto di affitto, ma senza procedere a nessun tipo di lavoro.

68

Le modalità di pagamento per bonus cucine

Per poter maturare i requisiti inerenti al bonus cucine, è fondamentale spiegare le relative modalità di pagamento. Nel primo caso è possibile provvedere a un bonifico bancario o postale, indicante la causale del versamento, il codice fiscale e partita IVA del beneficiario della detrazione. Nel secondo caso invece si può effettuare il pagamento attraverso una carta di credito o di debito e a far fede è il giorno di utilizzo della carta stessa e non il giorno di addebito nel relativo conto corrente. Nel caso in cui si opti per il bonifico, non è richiesto l'utilizzo dell'apposito modello predisposto per le spese di edilizia. Se si decide di pagare i mobili e gli elettrodomestici della cucina a rate, la detrazione si può ottenere a condizione che la società finanziatrice paghi questi ultimi con bonifico o carta di credito/debito o che in alternativa l'acquirente disponga di una copia della ricevuta di pagamento.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di procedere all'acquisto, ci si deve assicurare che il venditore si sia registrato sul portale attivato dal Ministero.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come farsi rimborsare un acquisto

A volte può capitare, quando si effettua un acquisto, di voler restituire l'oggetto comprato a causa di un difetto oppure perché non è conforme ai propri gusti. In questi casi è possibile fare richiesta di rimborso. Nella seguente guida pertanto verrà...
Finanza Personale

5 consigli per risparmiare sull'acquisto di un terreno

Nell'articolo che andremo a produrre, ci occuperemo di acquisto di beni immobili. Per entrare più nel dettaglio, cercheremo di darvi 5 consigli per poter riuscire a risparmiare sull'acquisto di un terreno. L'acquisto di un terreno è un investimento...
Finanza Personale

Come richiedere una nuova carta Postamat in caso di danneggiamento o smagnetizzazione

Il tempo e soprattutto l'incuria possono far si che la tua carta Postamat possa danneggiarsi causando l'inutilizzabilità della stessa. In questi casi non devi far altro che richiedere una nuova carta indicando nella relativa procedura se essa abbia subito...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Nuova Zelanda

Rendere più semplici le norme fiscali, ed invogliare alla condivisione delle informazioni. I contribuenti potranno ricevere i rimborsi più velocemente, dato che l'erogazione dei rimborsi subirà un'accelerazione considerevole. Via libera anche all'utilizzo...
Finanza Personale

Come ottenere agevolazioni e contributi per installare i pannelli fotovoltaici

Per chi decide di installare i pannelli fotovoltaici, ogni anno il governo italiano propone degli incentivi che consistono nella detrazione fiscale della maggior parte delle spese sostenute per l’acquisto dei materiali e della creazione dell’impianto....
Finanza Personale

Come ottenere agevolazioni e contributi per installare uno scaldabagno

La casa moderna rappresenta una struttura estremamente complessa. Questo ambiente ospita rifiniture e impianti di diverso tipo. Gli impianti principali sono quello elettrico, di riscaldamento e idraulico. Quest'ultimo è composto da due sezioni: quella...
Finanza Personale

Come funziona il sistema fiscale in Liechtenstein

Il 1° gennaio 2011, in Liechtenstein è entrato in vigore un nuovo sistema fiscale con l'obiettivo di modernizzare il precedente ordine giuridico in materia di imposizione fiscale, tenendo conto degli sviluppi internazionali. Il nuovo sistema dovrebbe...
Finanza Personale

Come acquistare i buoni di risparmio emessi dagli USA

I buoni di risparmio sono un'ottima opportunità per quelle persone che vogliono investire i propri soldi. Quelli emessi dagli Stati Uniti sono sicuramente un investimento a basso rischio. Essi si possono acquistare per se stessi oppure per donarli a...