Come ottenere il permesso per lavori in economia

Tramite: O2O 30/07/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per interventi d'edilizia presso la propria abitazione ci si rivolge solitamente ad aziende specializzate. È sicuramente il modo più sicuro per ottenere dei risultati di qualità e duraturi. Ma talvolta i proprietari di un immobile possono svolgere in autonomia questo genere di lavori. In tal caso si definiscono "lavori in economia", possibili grazie alle mille guide presenti online che aiutano chiunque a costruire o sistemare qualsiasi cosa. Si tratta spesso e volentieri di interventi di ristrutturazione e manutenzione edile. Il soggetto che desidera svolgere lavori in economia, avrà bisogno di un regolare permesso. È necessario per non incorrere in multe e sanzioni davvero salate. Nei prossimi passi scopriremo come ottenere un permesso per lavori in economia in tutta tranquillità. Si suggerisce caldamente di seguire i prossimi passaggi attentamente in modo da non dover fare più e più viaggi a causa di mancati documenti e della lunga e contorto burocrazia. Oggi, in questa guida vedremo come ottenere il permesso per lavori in economia. Ovviamente i passaggi che andremo ad elencare e soprattutto a spiegare successivamente nei rispettivi campi possono e sono accessibili o meglio validi soltanto per il territorio italiano visto che tutto quello che andremo ad elencare rispetterà la legge ed il governo italiano. Vediamo come fare per ottenere questo permesso.

26

Occorrente

  • Modulistica apposita per lavori in economia.
36

L'economia

Quando si parla di lavori in economia ci si riferisce a interventi generalmente modesti. Non tutte le attività edili rientrano infatti in questa definizione. Si tratta dunque di modifiche e lavori di lieve entità, che non stravolgono l'abitazione. Tra i lavori in economia rientrano modifiche che non richiedono demolizione. Non costituisce un lavoro in economia nemmeno la costruzione ex novo di zone abitabili. Tuttavia possiamo usufruire di questo vantaggio se desideriamo rivedere un bagno. Possiamo agire direttamente anche nel caso dell'installazione di pareti in cartongesso. Anche le modifiche ad alcune pareti e archi costituiscono lavori in economia. Una cosa molto importante quando si tende a parlare di lavori in economia è vedere e soprattutto sapere cosa si intende con questa frase e con queste semplici parole. Una volta che abbiamo visto come lavorare all'interno dell'ambito economico, possiamo passare a vedere come si ottiene il permesso.

46

Gli interventi

Dal tipo di intervento si escludono i muri portanti delle case. In tal caso dovremo rivolgerci ad una ditta edile. Ma prima di svolgere qualunque tipo di lavoro è necessario il permesso. Ottenere un permesso di tal genere è abbastanza semplice. Dovremo anzitutto recarci presso l'ufficio comunale del territorio in cui si trova l'abitazione. L'ufficio competente, chiederà la compilazione di alcuni documenti. Nel modulo non inseriremo soltanto i nostri dati personali. Dovremo fornire tutte le informazioni relative alla natura dei lavori che intendiamo eseguire: dal luogo alla tipologia, persino chi vorremo contattare per completare i lavori o se vorremo farli noi stessi. Ovviamente dopo aver scoperto o meglio esserci informati di cosa trattasse il mondo economico possiamo dunque avviarci verso quelle che sono i mondi nascosti di questo lavoro o dell'economica come in questo caso.

Continua la lettura
56

Le informazioni

In base alle informazioni, la richiesta di permesso può subire un destino diverso. Non è certo, infatti, che l'ufficio accetti la richiesta. Inoltre, in caso di interventi lunghi e laboriosi, potremmo subire ulteriori controlli. Ciò si tradurrebbe in un allungamento dei tempi. Svolgere lavori in economia ha i suoi vantaggi. Tuttavia ciò comporta la perdita delle detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie. In ogni caso potremo sfruttare l'opportunità di un notevole risparmio sulle prestazioni esterne. Adesso che la guida è terminata è possibile emettersi a lavoro in modo da ottenere dei permessi che non siano esageratamente costosi. Grazie a questi permessi potrete fare molte cose. Non resta che augurare buon lavoro. Per qualsiasi informazione, noi consigliamo sempre di dirigervi presso una ditta edile verso la quale potrete chiedere una qualsiasi informazioni al riguardo, e proprio verso una ditta edile è possibile iniziare tutti i fascicoli ed i documenti per il permesso. Come abbiamo detto prima soprattutto all'interno del passo principale quindi l'introduzione, questi passaggi descritti negli step precedenti possono avvalersi soltanto della legge italiana quindi sono soltanto disponibili sul territorio nazionale. Ovviamente ci siamo basati su questi obiettivi non sapendo all'estero come funzionasse l'economia e soprattutto il lavoro in ambito economico. Non mi resta che augurarvi un buon permesso ed un buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgiamoci al nostro commercialista per informazioni dettagliate sui lavori che rientrano fra quelli in economia. Eviteremo il rischio di richiedere inutilmente il permesso per lavori non concessi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come funziona il mutuo con stato di avanzamento dei lavori

Il mutuo rappresenta ad oggi l'unica soluzione per tutti coloro che desiderano acquistare un appartamento ma non hanno la disponibilità economica per farlo. Grazie a questo prestito, infatti, è possibile acquistare casa facendosi prestare l'intera somma...
Case e Mutui

Come e cosa controllare prima di acquistare una casa

Se devi prendere una decisione molto importante della tua vita come acquistare casa e hai messo da parte i risparmi di una vita e un sacco di soldi per permettertela allora segui questa guida per capire come e cosa devi assolutamente controllare prima...
Case e Mutui

Come richiedere il certificato di agibilità per un'abitazione

Il certificato di agibilità è quel documento che attesta, secondo la normativa vigente, che un'abitazione rispetti le condizioni di sicurezza, salubrità, igiene e risparmio energetico. Il certificato di agibilità deve essere richiesto dal proprietario,...
Case e Mutui

Come unire due case

Unire due case permette di ottenere i vantaggi di uno spazio abitativo aumentato e di un maggiore numero di stanze a disposizione, ma prima di lanciarsi in un progetto del genere è necessario conoscere le procedure da seguire. Gli obblighi infatti sono...
Case e Mutui

Come regolarizzare una casa fantasma

Per colpa delle leggi che vengono modificate spesso e delle nuove regole da seguire, potrebbe succedere di avere una "casa fantasma". Questo termine si riferisce ad un immobile che ha irregolarità formali (come l'assenza della DIA o del permesso di costruire)....
Case e Mutui

Come risparmiare sul mutuo in 5 mosse

L'acquisto di una casa, soprattutto se per la prima volta, è sicuramente uno dei passi più importanti della propria vita. Comprare una casa è ormai il desiderio di molti, e quando si sceglie di compiere un'operazione così importante, si devono anche...
Case e Mutui

Come registrare al catasto le modifiche strutturali dell'abitazione

Orientarsi nel complicato mondo degli adempimenti catastali può sembrare impossibile, ma si rivela indispensabile quando abbiamo bisogno di registrare modifiche strutturali di un'abitazione. Come farlo? È obbligatorio? Da un lato, in caso di omessa...
Case e Mutui

Modifica della mappa catastale: 5 cose da sapere

Quando si eseguono dei lavori in casa di ristrutturazione che prevedono dei cambiamenti interni ad un appartamento, ad una villa o ad un edificio, è importante segnalare il cambiamento della mappa al catasto per evitare di beccarsi qualche multa salata....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.