Come organizzare una vendita promozionale

Tramite: O2O 26/09/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

La necessità di rinnovare i locali, di svuotare i magazzini troppo pieni o la immediata necessità di denaro liquido sono alcune delle motivazioni che possono portare all'idea di organizzare una vendita promozionale all'interno del proprio negozio. L'articolo 15 del Decreto Legislativo n.114 del 1998 disciplina le cosiddette "vendite straordinarie", dettando le regole per la loro organizzazione. La vendita promozionale si differenzia dagli sconti poiché viene percepita dai clienti come uno strumento diverso di vendita: gli sconti vengono applicati periodicamente, seppure per un breve periodo di tempo, mentre la notizia di un?attività straordinaria stuzzica ed attira i clienti. Vediamo quali sono le principali norme da rispettare in caso si decida di procedere con questo tipo di attività e come organizzare una vendita promozionale.

28

Occorrente

  • Attività commerciale;
  • Merce da vendere attraverso la vendita promozionale;
38

La vendita di liquidazione

Esistono circa quattro tipi di vendite promozionali: il primo tipo di vendite straordinarie riguarda essenzialmente le liquidazioni che hanno lo scopo di esaurire in breve tempo tutta la merce rimasta in magazzino. Per il loro carattere di straordinarietà possono essere effettuate, previa autorizzazione del Comune, in qualsiasi momento dell'anno. Alle Regioni spetta il compito di fissare le norme specifiche per tale tipo di vendite all'interno del proprio territorio. Queste regole riguardano in primis la durata e il periodo in cui è possibile effettuare la liquidazione, ma definiscono anche la successiva possibilità del commerciante di aprire nuove attività per uno specifico lasso di tempo, nel caso in cui la vendita di liquidazione venisse fatta proprio per la cessazione dell'attività.

48

La vendita in saldo

Il secondo tipo di vendita promozionale è molto diverso dalla liquidazione e riguarda le vendite di fine stagione. Durante questo periodo, da tutti conosciuto con il nome di saldi, i prodotti vengono venduti a prezzi scontati. Di solito i saldi avvengono in due periodi dell'anno, alla fine del periodo natalizio (saldi invernali) e nei primi giorni di luglio (saldi estivi). Queste vendite riguardano tutti quei prodotti che devono essere venduti entro quella stagione perché, in alternativa, perderebbero gran parte del loro valore di mercato e quindi dovrebbero essere successivamente svenduti. Anche in questo caso spetta alle Regioni disciplinare la vendita, soprattutto per quanto riguarda la data di inizio e fine dei due periodi annuali di saldi: per questo motivo le date di inizio dei saldi non coincidono in tutta Italia.

Continua la lettura
58

La vendita promozionale

Ci sono poi le vendite promozionali che riguardano solo una parte dei prodotti presenti all'interno dell'attività e sono attuate per un periodo di tempo molto limitato. In questo caso la normativa non è particolarmente chiara e sono ancora in corso molte diatribe sull'interpretazione della stessa, in quanto le Regioni non sono state ufficialmente investite di nessun potere di regolamentazione in tal proposito, ma molte di esse tendono comunque a segnare i limiti entro i quali tali vendite possono essere effettuate.

68

La vendita sottocosto

Accanto a questi tre tipi di vendite straordinarie, possiamo trovare poi, le vendite sottocosto: vale a dire tutte quelle effettuate ad un prezzo inferiore a quello delle fatture di acquisto. Questa tipologia di vendita deve essere necessariamente segnalata al proprio Comune, con un anticipo di almeno dieci giorni prima dell'inizio della vendita stessa. E? bene ricordare che questa attività di vendita non può superare i dieci giorni, e non può essere effettuata per più di tre volte all'anno. Un?ulteriore limitazione riguarda, poi, il numero dei prodotti che possono essere inseriti nell?offerta: il limite è fissato a 50 prodotti.

78

La vendita pubblicizzata

La legge definisce i criteri da applicare alle vendite promozionali, stabilendo che in tutti i casi di vendita, lo sconto effettuato sul prodotto deve essere espresso in termini percentuali rispetto al normale prezzo di vendita. Quest'ultimo deve sempre essere esposto e ben visibile per permettere all'acquirente di effettuare un giusto confronto e una giusta valutazione dell'occasione di acquisto. Dovrà essere specificato che il prodotto sarà disponibile solo per un periodo limitato, e la sua pubblicità dovrà essere chiara ed effettiva, non ingannevole e deve rispettare quanto previsto della normativa, in modo da dare il tempo al consumatore di prendere una decisione consapevole.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consulta spesso i regolamenti regionali che fissano le norme specifiche per tale tipo di vendite;
  • Utilizza la vendita promozionale per attirare nuovi clienti;
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come mettere in vendita un'attività

Vendere un'impresa è un compito non facile che coinvolge diverse considerazioni e può richiedere la consulenza di mediatori, commercialisti e avvocati. Dal guadagno dell'attività dipenderà la ragione della vendita, i tempi della vendita, la forza...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di vendita e produzione Di Vini

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come aprire un'attività di vendita e produzione Di Vini. L'apertura di un'azienda specializzata nel settore della vendita di vini non è immediata, visto e considerato che ci sono...
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio di vendita saponi

Aprire un negozio specializzato nella vendita di prodotti per l’igiene della casa e della persona, può essere una buona idea per chi vuole avviare un’attività indipendente e possiede il necessario spirito d’iniziativa. Sono indispensabili spirito...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di vendita orologi

Chiunque vorrebbe poter fare il lavoro dei propri sogni, magari aprendo un'attività dove non abbiamo obblighi di orari con timbro di cartellino o pause prestabilite. Spesso, però, ci sembra un'impresa veramente ardua, complessa e pericolosa perché...
Aziende e Imprese

Come avviare un'attività di vendita ambulante

La ricerca di un lavoro diventa un'impresa sempre più difficile. Sono in molti quelli che, dotati di grande creatività e coraggio, tentano di aprire un'attività in proprio come quella del commercio ambulante. Questo tipo di opzione, oltre a regalare...
Aziende e Imprese

Come registrare contabilmente una fattura di vendita di merci

Se state studiando ragioneria, avrete sicuramente a che fare con l'analisi di quelle che è un'azienda e la sua intera struttura organica, a partire dall'imprenditore per arrivare ai beni e le persone che la compongono. Fondamentale, all'interno di un'impresa,...
Aziende e Imprese

come determinare il prezzo di vendita di un prodotto

Tra i tanti obiettivi per chi vende prodotti uno importante è sicuramente quello di utilizzare il migliore strumento di marketing possibile affinché si possa stabilire un prezzo di vendita. Tuttavia come questo ci sono tanti altri metodi per determinare...
Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di vendita pneumatici

In questo periodo è sempre più difficile trovare un lavoro, spesso la soluzione migliore consiste nell'aprirsi un'attività in proprio. Possiamo sfruttare moltissime idee per creare un'attività che sia a misura delle nostre idee, ma pochi hanno in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.