Come organizzare un corso di make up

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Disegnare, sfumare, correggere, evidenziare, permettere al colore di esprimersi creando riflessi di luce e giochi di tonalità, "giocare" sapientemente con pennelli, terre e matite come lo sa fare un pittore, cavalcare le mode ma soprattutto offrire campo libero all'inventiva con un tocco di vera arte, valorizzando con armonia l'espressione di un viso e l'intensità di uno sguardo, magari dando vita a nuovi e sorprendenti stili: organizzare un corso di make up significa saper trasmettere tutto questo ai partecipanti, con insegnamenti dati da figure professionali altamente qualificate, dotate di una spiccata sensibilità artistica e una particolare propensione alla cura di ogni dettaglio.

27

Occorrente

  • percorso formativo
37

I corsi di make up possono avere durate diverse: da alcune settimane a diversi mesi. Ne esistono poi alcuni di poche ore (spesso tenuti presso profumerie e centri commerciali), ma ovviamente in essi si tratta di imparare solo i principali utilizzi dei vari prodotti. Possono essere frequentati sia da chi sceglie di intraprendere una professione ben precisa nella cura dell'immagine, sia da chi intende semplicemente arricchire e perfezionare le proprie capacità in questo affascinante campo. Solitamente viene presentato un percorso formativo iniziale in cui vengono insegnate le basi del maquillage correttivo, guidando gli allievi verso un attento studio delle fattezze morfologiche del viso.

47

Con opportune esercitazioni pratiche sul volto di alcune modelle, deve essere insegnato il corretto utilizzo dei prodotti secondo le differenti tipologie di pelle, vanno impartite lezioni su un look più naturale per il giorno e su un'immagine maggiormente elaborata per la sera, avendo cura di dedicare qualche lezione alla correzione di rughe e piccole imperfezioni, al corretto disegno delle sopracciglia e all'applicazione di ciglia finte e glitter. È inoltre fondamentale trasmettere agli iscritti la capacità di saper valorizzare i punti forti del volto, minimizzandone eventualmente i difetti: questo è possibile con l'uso di buoni prodotti e con un corretto utilizzo di pennelli, spugnette, correttori, ecc..

Continua la lettura
57

Un buon programma prevede poi l'inserimento di percorsi studiati per tuffarsi in maniera approfondita negli aspetti maggiormente specialistici del trucco, ma eseguiti secondo rami differenti tra loro: moda, fotografia, cinema, teatro e televisione e maquillage per sposa, comprendendo inoltre le principali nozioni relative all'acconciatura e all'abbinamento dell'abito. Generalmente, al termine del corso si premia la costanza degli iscritti con un omaggio consistente in prodotti o accessori professionali per truccatori.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non tutti possono frequentare un corso di make up, ma sul web esistono diversi tutorial per imparare ad applicare un trucco perfetto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Il make up adatto per un colloquio di lavoro

Il colloquio di lavoro è quell'occasione dove, per ottenere la posizione ambita, vogliamo dare la migliore immagine di noi stesse. Normalmente non si ha molto tempo a disposizione e la persona che ci valuterà avrà già visto diverse persone. È dunque...
Lavoro e Carriera

Come organizzare un corso di pittura

L'attività di organizzazione di un corso, nella fattispecie di pittura, va inserita in un contesto che comprende e coniuga l'impiego del tempo libero ed il lavoro. Naturalmente anche in un contesto scolastico si possono programmare dei corsi di pittura...
Lavoro e Carriera

Come organizzare un corso di lingua

Ormai il web riesce ad annullare ogni distanza. Infatti, il numero di persone che scelgono di imparare nuove lingue aumenta radicalmente. Solitamente si tratta di studenti, di disoccupati in cerca di opportunità lavorative. Oppure di persone che intendono...
Lavoro e Carriera

Come organizzare un corso di fotografia

La fotografia è un hobby che appassiona uomini e donne di qualunque età perché. Rappresenta un mondo in continua evoluzione. Qualora la nostra passione per la fotografia fosse tale da permetterci l'insegnamento ad altri questa splendida disciplina...
Lavoro e Carriera

Come organizzare un corso di cucito base

Al giorno d'oggi ci sono corsi di qualsiasi cosa, l'offerta è vasta e ciò che li differenzia talvolta è il prezzo certo, ma la cosa più importante che fa la differenza è la qualità di ciò che si offre e la professionalità con la quale viene presentato....
Lavoro e Carriera

Come organizzare un corso di cucina per bambini

Pianificare un evento non è semplice; occorre controllare: la location, gli addobbi, i permessi, la sicurezza. Quando si decide di organizzare qualcosa è necessario avere ben chiaro il target a cui vogliamo rivolgerci. In seguito si può scegliere la...
Lavoro e Carriera

Come organizzare un corso di ceramica

La lavorazione della creta, o argilla, è millenaria. Questo materiale povero è stato usato dell'uomo fin dalla preistoria per la realizzazione di oggetti in terracotta, che rendessero la vita più agevole, come stoviglie per cucinare o brocche per contenere...
Lavoro e Carriera

Come tenere un corso di formazione

I corsi di formazione vengono organizzati per specializzare il personale. Questi vengono gestiti da insegnanti che tengono le lezioni riguarda al corso. Ovviamente per poterlo tenere occorre avere una certa preparazione e conoscenza. Cercando di impartire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.