Come organizzare un'asta di beneficenza

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando un ente o organizzazione ha bisogno di raccogliere dei soldi per sostenere un progetto o le proprie attività una delle attività che viene organizzata ad hoc è l'asta soprattutto per la cause di beneficienza. Tali aste, non solo hanno un enorme potenziale di raccolta fondi, ma sono un ottimo modo per attirare il pubblico verso la propria organizzazione e promuoversi. In fase organizzativa vanno considerati molti fattori e in particolare, primo elemento da considerare è l'insieme degli oggetti che verranno poi messi all'asta. Vediamo allora come organizzare un'asta di beneficenza.

25

Occorrente

  • lista oggetti
  • palette
  • sala
35

Definizione del beneficiario dell'asta e scopo.

Il soggetto beneficiario dell'asta è colui, ente privato o pubblico, a cui andranno devoluti i soldi raccolti. Quando si sceglie l'ente beneficiario per prima cosa bisogna fare delle ricerche accurate sulla serietà e sugli obbiettivi raggiunti dall'ente scelto e presentarlo senza veli alle persone che offriranno i propri soldi per sostenerlo. In secondo luogo, bisogna stabilire con precisione la finalità dell'asta ossia lo scopo della raccolta fondi: abbellire un parco pubblico, destinare i soldi alla costruzione di una scuola nei paesi poveri, favorire la realizzazione di un'attività socio-culturale proposta dalla parrocchia, etc. Bisognerà anche specificare se la somma raccolta durante l'asta sarà devoluta interamente al beneficiario o una parte di essa servirà a finanziare l'evento.

45

Raccolta e selezione degli oggetti da inserire nell'asta

Gli oggetti da proporre nell'asta dovranno essere abbastanza appetibili in base al pubblico a cui andrete a rivolgervi. Potrete metterli insieme rivolgendovi a commercianti, imprenditori, medici, conoscenti, parenti e amici. Dopo aver selezionato con cura la lista degli oggetti (almeno 10) bisogna procedere con la catalogazione, la descrizione degli stessi e l'assegnazione del numero di uscita. Nella descrizione dell'oggetto si dovrà essere il più accurati possibili: ringraziare chi lo ha donato, dare tutti i dati che lo caratterizzano, che cosa è, se è un oggetto nuovo o vecchio. Si dovrà inoltre decidere da quale prezzo far partire l'asta per ogni oggetto.

Continua la lettura
55

pubblicità

Infine, bisogna pubblicizzare l'evento con un'apposita campagna pubblicitaria, affiggendo manifesti, distribuendo volantini e creando pagine pubblicitarie sui principali social network e su internet, in modo da informare la maggior quantità possibile di gente. La campagna pubblicitaria dovrà essere condotta con molta oculatezza, specificando nel dettaglio il beneficiario dell'evento, il luogo e la data dell'asta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come organizzare graficamente le proprie aste su eBay

Ebay è una piattaforma web dove si incontrano venditori e acquirenti, attraverso il sistema dell'asta. Per cui si parte da un determinato prezzo e poi chi è interessato, farà la sua successiva offerta, e così via, finché il prezzo viene bloccato....
Lavoro e Carriera

Come organizzare bene il lavoro

In questo articolo vorrei spiegarvi come organizzare bene il lavoro. Molte persone lavorano come liberi professionisti oppure lavorano come dipendenti. Sia i liberi professionisti e sia i dipendenti molto spesso non riescono ad organizzare magari alla...
Lavoro e Carriera

Come organizzare un evento in discoteca

Organizzare un evento in discoteca non è una cosa semplice poiché bisogna far coincidere diversi aspetti correlati e coordinare il lavoro di più persone simultaneamente onde evitare problemi durante il percorso della serata. Trattandosi di un evento...
Lavoro e Carriera

Come organizzare l'agenda

Perché è importante sapere come organizzare l'agenda? L'agenda è un ottimo strumento per gestire gli impegni, per ricordare scadenze, appuntamenti e date importanti, e per organizzare nel miglior modo possibile il tempo a disposizione durante la giornata....
Lavoro e Carriera

Come organizzare un pic nic con i colleghi di lavoro

Quante volte avete sentito ripetere dagli esperti che mangiare in ufficio davanti al computer senza staccare è deleterio per l'organismo? A volte le pause pranzo sono davvero brevi ed è difficile organizzare qualcosa che permetta davvero di svagarsi,...
Lavoro e Carriera

Come organizzare un evento di raccolta fondi

Se si decide di aiutare degli amici oppure una comunità e si vuole organizzare una raccolta fondi è fondamentale la valutazione di molteplici aspetti. L'organizzazione deve essere perfetta ed al tempo stesso trasparente per non correre il rischio di...
Lavoro e Carriera

Come organizzare la propria scrivania

Si dice che una scrivania disordinata appartenga sempre a un gran lavoratore. Ma è davvero così? Fogli sparpagliati, biro, faldoni accatastati rappresentano in realtà un impedimento a svolgere con efficienza il proprio lavoro. È un pessimo messaggio...
Lavoro e Carriera

10 app per organizzare il proprio lavoro

Organizzare il proprio lavoro può portare parecchi vantaggi: le scadenze e i diversi impegni che abbiamo, possono diventare un vero e proprio incubo. Grazie però ad alcune applicazioni disponibili sui nostri cellulari (con sistemi operativi come Android...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.