Come organizzare un aperitivo di lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ormai da anni, l'aperitivo è una delle forme più sviluppate di aggregazione sociale; sono sempre di più, infatti, le persone che preferiscono incontrarsi in queste occasioni piuttosto che in altri ambiti. Anche negli ambienti di lavoro, l'aperitivo ha finito per sostituire le cene di lavoro facendosi preferire, oltre che per ragioni economiche (un aperitivo è sicuramente meno caro di una cena), anche perché consente di respirare un'aria più rilassata. In questa guida vedremo come organizzare un aperitivo di lavoro.

26

Occorrente

  • Fantasia
36

La prima cosa da fare è scegliere se organizzare un aperitivo da consumare in piedi oppure seduti; da tale scelta potrebbe variare anche la location in quanto per stare in piedi sarebbe più comodo un giardino, mentre avendo delle sedie a disposizione un ampio salone sarebbe la soluzione migliore. Una volta decisa la postazione, se la preferenza è stata per un aperitivo all'aperto (che conferirebbe anche un tono più rilassato alla serata), potrebbe essere utile predisporre della musica di sottofondo, con volume molto basso in modo da non coprire le conversazioni (si tratta di un aperitivo di lavoro, non di una festa tra amici).

46

In presenza di dirigenti o, comunque, di qualche datore di lavoro, preparare anche una lavagna magnetica, di quelle che si usano solitamente per le presentazioni (magari prendendola in prestito dall'ufficio nel quale si lavora), nel caso l'argomento dovesse incentrarsi su questioni di lavoro prettamente tecniche. Agli invitati dovrebbe essere offerto un cocktail di benvenuto, per sciogliere l'inevitabile tensione derivante dalla situazione. Per quanto riguarda la scelta dei tavoli, preferire piccoli tavoli sparsi per la casa piuttosto che una tavolata unica: pur essendo un aperitivo di lavoro, si lascerà comunque agli ospiti lo spazio per rilassarsi, consentendo anche di essere più aperti, poiché meno bloccati dalla tensione. Riservare, inoltre, un tavolo a parte per le bevande analcoliche come succhi di frutta, acqua e bibite.

Continua la lettura
56

Le pietanze dovrebbero essere distribuite su tutti i tavoli; in tal modo si eviterebbe la confusione derivante da continui scambi di vassoi tra un tavolo e l'altro. Non è necessario esagerare con le quantità di cibo, che dovrà consistere in piccoli assaggi e non essere servito tutto nello stesso momento, suddividendo le varie pietanze in due o tre "turni", al termine di ognuno dei quali si potrà discutere delle problematiche di lavoro; in questo modo si potrà mangiare con calma e parlare tra un assaggio e l'altro, mantenendo un'atmosfera più rilassata e conviviale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Sicurezza sul lavoro: obblighi del datore di lavoro

In tutte le aziende sono i datori di lavoro (dirigenti o persone con incarichi dirigenziali) le prime figure che devono saper garantire la sicurezza: sono infatti i soggetti sui quali ricade appunto l’obbligo di mantenerne alti i livelli! Tali figure...
Aziende e Imprese

Come pianificare i turni di lavoro

Capita spesso non riuscire a pianificare i turni di lavoro. Problema che riguarda, in maniera molto ravvicinata, i datori di lavoro, che, molto spesso, si trovano a far fronte a situazioni gestionali piuttosto complesse e variegate, soprattutto nel caso...
Aziende e Imprese

Come organizzare rete vendita

La rete di vendita è il ponte tra l'azienda ed i potenziali acquirenti dove la crescita, la qualità dei servizi e le dinamiche del mercato sono alla base di una efficace organizzazione di vendita. Ma come organizzare la stessa per aumentare, così,...
Aziende e Imprese

Come organizzare un live meeting

Oggi giorno la possibilità di organizzare delle riunioni aziendali o di qualsiasi altro tipo viene molto diffusa. Questa è un servizio che viene chiamato Live Meeting. Ovviamente l'evento viene classificato come uno dei più utili e di buona riuscita...
Aziende e Imprese

Come organizzare un evento aziendale

Gli eventi aziendali spesso vengono progettati e sviluppati per lanciare nuovi prodotti, promuovere campagne pubblicitarie o comunicare news e strategie innovative e di cambiamento, coinvolgendo anche importanti figure esterne all'azienda. Ma come organizzare...
Aziende e Imprese

Come gestire più progetti di lavoro

Nella quotidianità può capitare di avere tanti impegni lavorativi. I vari progetti che portiamo avanti, le idee e le procedure che portiamo a compimento a volte si accavallano tra loro. In qesto caso incontriamo qualche piccola difficoltà nel riuscire...
Aziende e Imprese

Come regolarizzare il lavoro saltuario

Il mondo del lavoro, specialmente negli ultimi anni, ha subito notevoli cambiamenti. Infatti sono presenti diverse tipologie di contrattato che configurano determinati rapporti di lavoro. In questa guida porremo maggiormente l'attenzione su un particolare...
Aziende e Imprese

Come aprire un'agenzia di lavoro interinale

All'interno di questa guida, andremo a parlare di lavoro. Nello specifico, come avrete già potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso che accompagna la nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come aprire un'agenzia di lavoro interinale.Il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.