Come organizzare la cucina di un ristorante

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'organizzazione della cucina di un ristorante implica vari aspetti: gestione del personale, scelta del cibo al fine di ottimizzare la gestione e creazione di un ambiente armonico nel quale sia possibile lavorare in maniera fluida ed efficace. Per svolgere queste mansioni occorrono esperienza, capacità manageriali di un certo spessore e propensione al lavoro di gruppo oltre, naturalmente, ad una buona dose di sacrificio e passione per questo tipo di mestiere. Ecco come organizzare la cucina di un ristorante.

25

Per il successo di un ristorante è importante la meticolosità nella la scelta del personale, al cui vertice c'è un responsabile dell'organizzazione dell'intera cucina, conosciuto col nome di chef. Le sue mansioni comprendono la scelta del personale, la compilazione del menù, la gestione della lista della spesa ed il controllo delle vivande prima che esse siano servite ai tavoli.

35

Subalterni allo chef sono i responsabili dei diversi settori della ristorazione. Essi devono avere specifiche conoscenze nel settore di loro competenza. Il capo partita addetto alla dispensa si occuperà di tutto ciò che concerne le derrate alimentari facendosi carico anche della conservazione dei cibi all'interno delle celle frigorifere. Colui che è addetto agli antipasti avrà il compito di preparare salse e condimenti, così come chi si occupa di carne e pesce è responsabile della loro preparazione. Infine, il capo partita pasticciere si occuperà della preparazione dei dolci e delle paste salate.

Continua la lettura
45

I commis sono giovani cuochi apprendisti che devono supportare i capi partita. Essi hanno il compito di predisporre gli attrezzi in modo da facilitare i capi partita nella preparazione delle portate, devono riordinare la cucina, ripulire gli strumenti utilizzati, i tavoli e le celle frigorifere. A completamento del personale di cucina abbiamo ancora due figure: quella del garzone e del lavapiatti.

55

Per quanto riguarda invece, l'organizzazione delle stoviglie, si consiglia di posizionare i piatti all'interno degli stipi posti al di sopra della cucina; le pentole devono essere sistemate sotto l'angolo cottura in ordine di grandezza ovvero dalla più grande alla più piccola, all'interno degli stipi posti al di sotto della cucina. I vassoi devono essere a portata di mano, vicino la cucina, sempre ordinati in modo crescente; per quanto riguarda i bicchieri e le tazze, devono essere lontani dall'angolo cottura, in quanto potrebbero opacizzarsi per via del vapore, quindi è indicato porli in un angolo della stanza. Il lavello deve essere posizionato di fianco la cucina e le posate in un cassettone posto sotto il lavello. I contenitori della spazzatura, devono essere ordinati ad un lato della cucina nel seguente ordine: umido, plastica e carta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come organizzare un corso di cucina per bambini

Pianificare un evento non è semplice; occorre controllare: la location, gli addobbi, i permessi, la sicurezza. Quando si decide di organizzare qualcosa è necessario avere ben chiaro il target a cui vogliamo rivolgerci. In seguito si può scegliere la...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante etnico

Un ristorante etnico è una soluzione imprenditoriale innovativa e proficua. Da anni, cresce la richiesta di piatti esotici, in ambienti con un'atmosfera particolare. Anche in Italia, sono molti gli appassionati della cucina straniera. Vanno in voga i...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante cinese

Sempre più spesso in questi ultimi anni si sente parlare di cucina etnica, ma in particolar modo di quella asiatica. Non sono pochi coloro che decidono di provare a dare un calcio alla crisi, aprendosi un'attività personale mettendosi alla prova. Un...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante in Cina

Hai maturato l’idea di trasferirti all’estero e di intraprendervi un’attività commerciale? L’apertura dei mercati mondiali offre molte occasioni soprattutto quando le proposte sono innovative e hanno alte potenzialità di incontrare il favore...
Lavoro e Carriera

Come arredare un ristorante in stile moderno

Oltre ad offrire pietanze gradite e una buona varietà di bevande, un ristorante deve proporre un ambiente gradevole che rispecchi il gusto della clientela. Arredare un ristorante in stile moderno non è così semplice come può sembrare. Molto spesso...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante in Brasile

Il cibo è cultura: mangiare è un modo prima di tutto di entrare in comunicazione con noi stessi.Per questa ragione, la ristorazione è un'attività che dovrebbe essere promossa in qualsiasi angolo del mondo.Attualmente, i ristoranti sono senza dubbio...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante a Parigi

Aprire un'attività di ristorazione all'estero può essere il desiderio di molti e non solo di coloro che non hanno avuto fortuna in Italia, ma anche di coloro che desiderano semplicemente aprire un'attività fuori dal proprio paese, magari espandendo...
Lavoro e Carriera

Come aprire un ristorante a Barcellona

La città della Spagna denominata Barcellona (artisticamente e storicamente molto importante) non ha bisogno di nessuna presentazione. Questo territorio spagnolo è famoso anche grazie alla movida che anima e colora in maniera interrotta la vitalità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.