Come mettere in regola una casa vacanze

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Una Casa Vacanza non è nient'altro che una struttura tendenzialmente privata, dove il proprietario decide di metterlo a disposizione di turisti traendone cosi un profitto economico. È bene sapere che può trattarsi di qualsiasi tipologia di abitazione, tipo un chalet in montagna, immerso nella neve, una villetta in piena campagna, un appartamento in una grande città o perché no una casa al mare. E allora non esitate ad affittarla nel periodo di vacanze! Ovviamente se volete fare tutto ciò dovrete rispettare una serie di regole a tal riguardo. E allora vediamo come mettere in regola una casa vacanze.

24

Obblighi e requisiti

In questo periodo di crisi economica, affittare una casa vacanze potrebbe essere una buona idea e inoltre molto fruttifera, ovviamente per poterne usufruirne è bene che essa rispetti una serie di requisiti ed obblighi come è previsto nel caso di un Bed e Breakfast o strutture simili. Prima di tutto il luogo deve essere realizzato da uno o più vani adeguatamente arredati e ben organizzati, in cui devono presenti i vari servizi igienici, una zona notte e un piano cottura. Insomma come una vera e propria abitazione!

34

Il contratto

Inoltre non dimenticate che dovrete provvedere a stipulare con gli occupanti della casa vacanze dei regolari contratti turistici di locazione, che non possono essere inferiori ai sette giorni e non possono superare i tre mesi consecutivi, tutto ciò per legge.
Con il "contratto Casa Vacanze" inoltre viene stabilita la durata della locazione, l'entità del canone e delle spese accessorie (quando non sono comprese nel costo dell'affitto) nonché del deposito cauzionale; e infine la presenza o meno di un posto macchina e tutto ciò di cui usufruirà chi ne paga l'affitto per quel lasso di tempo stabilito all'interno del contratto.

Continua la lettura
44

Permessi regolari

Per quanto riguarda invece l'aspetto relativo alle eventuali richieste di regolari permessi, sappiate che per avviare l'attività di una Casa Vacanza non sono previste particolari normative, infatti dovrete semplicemente presentare una domanda presso gli appositi uffici del vostro Comune di residenza, infatti come ben si sa questa prassi è necessaria per poter ottenere l’autorizzazione sanitaria previo parere consenziente dell’Azienda Sanitaria Locale. Infine, nonostante non si tratti di una procedura obbligatoria, vi suggeriamo di eseguire la sottoscrizione di un'assicurazione a tutela dei danni agli alloggiati e a tutte le loro cose, non sempre viene effettuata ma di certo potrete beneficiare di vantaggi con il tempo; d'altronde non sempre si sa con chi si ha a che fare, per cui è opportuno tutelarsi!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Affittare con contratto 4+4: errori da evitare

Avere un appartamento da mettere in affitto rappresenta oggi una rendita aggiuntiva, che per molte famiglie significa avere la possibilità di integrare in modo adeguato le proprie entrate mensili. Sia che si tratti di una proprietà ereditata da una...
Case e Mutui

Locazione turistica: mini guida sul contratto

Quando si avvicinano le ferie, inizia la corsa agli appartamenti in affitto. Che la vacanza sia di qualche giorno o per un lungo periodo, è essenziale che il contratto di locazione sia chiaro. Esistono infatti norme ed adempimenti che il locatore e l'affittuario...
Case e Mutui

Come disdettare anticipatamente un contratto di locazione

Il Codice Civile nostro, prevede anche il contratto di locazione, fra gli altri tipi di contratto. Esso non è altro che un contratto di fitto mediante il quale il locatore, cioè il proprietario di un immobile, conferisce in affitto la sua proprietà...
Case e Mutui

Contratti locazione: le 5 tipologie di affitto

Se hai una casa nella quale non risiedi e che non utilizzi in modo continuativo una soluzione per ripagarsi delle spese è quella di metterla a reddito ossia fare in modo che questa si possa pagare da sola e magari generare una rendita passiva. In questa...
Case e Mutui

Come stipulare un contratto d'affitto con riscatto

A causa della recente e persistente crisi economica, gli istituti finanziari non erogano più i mutui finalizzati all'acquisto di un bene immobile, pertanto, per superare l'ostacolo del prestito bancario, si può stipulare un contratto d'affitto con...
Richieste e Moduli

Come fare la contestazione di adeguamento Istat del canone di locazione

Il canone d'affitto è quella somma di denaro che l'inquilino deve corrispondere al padrone di casa per usufruire di un immobile. A volte, deve anche pagare un deposito cauzionale, se scritto sul contratto, a titolo di garanzia. Ma l'inquilino, cioè...
Case e Mutui

Come funziona l'affitto con riscatto

L'affitto con riscatto è una valida alternativa all'acquisto di un immobile attraverso il ricorso all'accensione di un mutuo bancario. Chi non riesce ad ottenere un mutuo per i più svariati motivi (reddito non sufficiente, inidonee condizioni di età,...
Case e Mutui

Come tutelarsi se il proprietario non registra il contratto di affitto

Molti sono coloro che offrono un canone d'affitto minore, appunto per convincere l'affittuario ad accettare il compromesso. A tale proposito è bene sapere che c'è chi, addirittura, non fa firmare alcun accordo e chi, invece, fa firmare al proprio inquilino...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.