Come mettere in mora un condominio

Tramite: O2O 28/08/2020
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il codice civile non fornisce una definizione precisa del condominio. Si può dire che il concetto viene riferito a svariati profili. La cosa sicura è che in un condominio coesistono parti di proprietà esclusive accanto a parti di proprietà comune. Il numero di condomini incide sulla necessità di nominare un amministratore. Quest'ultimo è necessario quando i condomini sono più di 4. Nel caso in cui il condominio è composto da più di 10 condomini diventa obbligatorio redigere un regolamento per poter disciplinare la vita condominiale. Gli organi di un condominio sono l'amministratore e l'assemblea di condominio. L'amministratore viene eletto in nome e per conto dei proprietari degli immobili di un edificio. Quindi il condominio si può identificarsi in una vera e propria azienda. Infatti, ci sono delle regole ben precise da rispettare e da tutelare anche sotto l'aspetto giuridico. In caso di contenzioso tra uno o più condomini oppure da parte di aziende che vantano crediti nei confronti dell'amministrazione intera, c'è la possibilità di intervenire con la messa in mora. Leggendo questo beve tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile mettere in mora un condominio. Nei passi successivi vengono date delle utili indicazioni in merito.

27

Tipi di condominio

Esistono vari tipi di condomini: complesso, piccolo e parziale. Il primo è quando si hanno una pluralità di edifici destinati ad uso abitativo. Cioè si ha un complesso immobiliare costituito da più edifici, ciascuno dei quali è in condominio. Il piccolo condominio si ha quando ci sono soltanto due condomini (ad esempio una villetta bifamiliare). Infine, quello parziale si configura quando si ha una gestione separata di un bene oggettivamente destinato al servizio e/o godimento di una parte soltanto dell'edificio in condominio.

37

Lettera di diffida

Quando vengono effettuati dei lavori di consolidamento statico di un edificio la somma da pagare viene ripartita tra i condomini (in base alla tabella millesimale). A volte può succedere che uno o più condomini non riescono a far fronte ai pagamenti stabiliti. In questo caso l'amministratore per poter agire in giudizio ed ottenere un atto ingiuntivo deve richiedere la messa in mora di quanto dovuto. Questa operazione va fatta inviando una lettera di diffida. Generalmente la messa in mora di un condominio avviene attraverso l'amministrazione condominiale e non tra i condomini stessi. L'amministratore con la lettera di messa in mora chiede quanto dovuto dal condomino debitore. La lettera di messa in mora deve essere inviata tramite raccomandata e va inoltrata anche al comproprietario dell'appartamento (nel caso in cui la titolarità dell'immobile e di più soggetti). Soltanto così l'amministratore può ottenere il decreto ingiuntivo.

Continua la lettura
47

Decreto ingiuntivo

L'amministratore può attivarsi per la riscossione dei crediti senza dover prima richiedere l'autorizzazione all'assemblea di condominio. Egli infatti può intraprendere le azioni giudiziarie entro 6 mesi dalla chiusura dell'esercizio nel quale il credito esigibile è compreso. Inoltre, l'amministratore non è tenuto a chiedere il consenso dell'assemblea per la scelta dell'avvocato. Egli può anche decidere di scegliere una persona di sua fiducia. La via giudiziaria consente di ottenere un decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo. Così facendo non c'è bisogno del preventivo procedimento di mediazione. In questo caso il condominio, già il giorno dopo la notifica al debitore del decreto ingiuntivo, può procedere con la rimozione forzata. Insomma non bisogna attendere i soliti 40 giorni per poter attivare l'ufficiale giudiziario. Siccome il ricorso ad un avvocato comporta delle spese per il condominio per saldare il debito si potrebbe attingere anche dal un fondo specifico (fondo di cassa). Esso viene istituito proprio per queste evenienze dal condominio stesso. Il fondo di cassa può essere considerato un fondo di cautela e prevenzione rispetto al concretizzarsi di tali situazioni. Qualora, anche dopo svariati tentativi, la situazione non dovesse risolversi si può chiedere la collaborazione di un avvocato. Quest'ultimo prima di agire concede un periodo di proroga di quindici giorni.

57

Interruzione dei servizi

Qualora la morosità si protrae oltre i 6 mesi l'amministratore condominiale può interrompere i servizi comuni. In base alla recente riforma del condominio non occorre che tale sospensione sia autorizzata dal regolamento condominiale. La decisione può essere presa dall'assemblea condominiale nel caso che l'amministratore non provvede di sua iniziativa. L'amministratore può sospendere ad esempio l'uso dell'ascensore, ma non la fornitura d'acqua. Per quanto riguarda la fornitura del riscaldamento centralizzato i pareri sono discordanti. Tuttavia, il condomino ha comunque la facoltà di contestare l'esito dei lavori compiuti, basandosi sull'inadeguatezza degli stessi. Ciò che è stato descritto è solo un esempio di messa in mora un condominio. Può succedere che un singolo membro per evitare i suddetti inconvenienti si fa carico della spesa totale. Egli in futuro può agire legalmente per recuperare quanto gli è dovuto. Nella speranza che questa guida possa essere utile non resta altro da dire se non augurare buon lavoro.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come sollecitare l'intervento dell'amministratore di condominio

Negli edifici in cui sono presenti almeno otto unità immobiliari è necessaria la figura dell'amministratore di condominio. La presenza di un amministratore è utile in quanto la presenza di più persone in uno stesso stesso stabile conferisce un maggiore...
Richieste e Moduli

Come contestare le spese di un condominio

L'approvazione delle spese di un condominio da parte dei singoli condomini riuniti in assemblea, è causa frequente di discussioni. Non sempre ogni spesa è chiara, spesso sembra gonfiata e soprattutto inutile. Durante un'assemblea di condominio, l'approvazione...
Richieste e Moduli

Come dimettersi da amministratore di condominio

L'amministratore di condominio è quella figura che, nominata dagli aventi diritto, in sede di assemblea condominiale, assolve a tutti i compiti che riguardano la gestione ordinaria e straordinaria di uno stabile suddiviso in più proprietà, e ne assume...
Richieste e Moduli

Come richiedere la rateizzazione delle quote condominiali

Se abitiamo in un condominio e a seguito di lavori straordinari ci viene addebitato un importo mensile in aggiunta a quello ordinario, possiamo richiedere all'amministratore di rateizzarlo. A tale proposito ecco una guida in cui ci sono tutte le informazioni,...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello AA5/5

Il modello AA5/5 è un modello disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate, ed ha come funzione quella di poter richiedere un codice fiscale alle persone giuridiche (ovvero le persone non fisiche). Questo documento è altresì necessario ad esempio...
Richieste e Moduli

Come scrivere una lettera di reclamo all'amministratore condominiale

Quando si vive in un condominio bisogna rispettare tante regole. Ma spesso può capitare che alcune questioni inerenti al condominio possono divergere dalle vostre idee. Magari per provvedimenti, riparazioni o altro che non abbracciano tutti gli interessi...
Richieste e Moduli

Come scrivere un sollecito di pagamento fattura con riserva applicazione interessi moratori

Per tutelare il creditore durante una transizione, che può vedere il ritardo di un pagamento da parte di un creditore, è stato stabilito una sorta di risarcimento (interessi moratori) in seguito al Decreto Legislativo 9 ottobre 2002, n. 231. Questo...
Richieste e Moduli

Come fare una diffida stragiudiziale ad amministratore e condomini

Durante la vita capita talvolta o spesso di litigare con altre persone. Le ragioni che portano ad un battibecco possono essere numerose ed avvenire presso diversi ambienti. Molto probabilmente, le circostanze che fanno scaturire più litigi fra individui...