Come leggere un bilancio aziendale

Tramite: O2O 18/09/2018
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il bilancio è un documento che le aziende redigono alla fine di ogni anno con lo scopo di rappresentare la situazione patrimoniale e finanziaria dell'impresa: si tratta senza dubbio di un documento di estrema importanza, la cui lettura e interpretazione corretta è fondamentale per l'imprenditore, al fine di definire e mettere in pratica le decisioni future nell'interesse dell'azienda e permettere così un adeguato sviluppo di essa. Nel bilancio non ci sono voci più importanti di altre, ma ci sono dei parametri a cui è necessario dare un peso maggiore rispetto ad altri. I soggetti che possono avere interesse a conoscere il bilancio sono gli investitori (banche), i soci, i dipendenti, i clienti, i fornitori. Molto spesso gli imprenditori basano la lettura del bilancio solamente sul fatturato, confrontandolo con quello degli anni precedenti e da questo si accorgono se l'azienda naviga in cattive acque o meno. Con i passaggi seguenti vi spiegheremo in modo molto semplice come leggere un bilancio aziendale nel modo corretto, al fine di poterne trarre delle conclusioni veritiere e affidabili. Oggi, in questa guida vedremo come leggere un bilancio aziendale. Ovviamente andremo a vedere successivamente tutti i passaggi che servono per leggere esattamente un bilancio e tutte quelle informazioni per arrivare ad un risultato. Vediamo di seguito come fare.

25

Il fatturato

Come abbiamo spiegato nel passo precedente, la cosa più sbagliata che possa fare un imprenditore è quella di visionare principalmente il fatturato e gli utili netti ottenuti nel corso dell'anno, senza preoccuparsi affatto di quelli che sono gli aspetti qualitativi dell'attività. Certo, non si può escludere che il fatturato oppure gli utili ottenuti non siano importanti per un'impresa, anzi sono il biglietto da visita per l'imprenditore che voglia farsi concedere più facilmente un prestito da una banca. Sicuramente, comunque, non sono le uniche voci che devono essere lette dall'imprenditore per avere un controllo e una gestione patrimoniale efficace nel corso del tempo. Ovviamente come abbiamo appena specificato all'interno di questo passo, l'errore che viene commesso più volte è quello che lo stesso imprenditore tende a vedere il proprio fatturato. Ovviamente non bisogna demoralizzarsi quando vendiamo qualcosa di negativo ma bisogna porsi degli obiettivi. Questi obiettivi all'inizio potranno essere raggiunti con molta pazienza e forza anche senza un valore positivo sul fatturato. La positività crescerà con la passione e la forza.

35

L'analizzazione

Analizzare con attenzione e la qualità del fatturato, facendolo in modo generico e soffermandosi sulla quantità, consente di capire se il guadagno netto di un imprenditore è solo risultante sulla carta: magari esso potrà vantare dei fatturati elevati sulla carta, ma in realtà non potrà usufruire di un vero e proprio guadagno concreto nelle casse in azienda, perché i propri clienti non hanno ancora saldato i pagamenti. In quest'ultimo caso, la liquidità aziendale rischia di risultare fortemente compromessa, in quanto l'impresa si trova di fronte a clienti insolventi o comunque cattivi pagatori. Soffermarsi sulla qualità del fatturato significa realizzare nel modo ottimale gli obiettivi di un'azienda, perché ogni decisione presa seguendo un bilancio letto scorrettamente, può influire negativamente sul suo rendimento economico finale. Un altro aspetto molto importante è quello dell'analizzare il fatturato. Ovviamente il fatturato è un risultato di un insieme di cose e proprio per questo dobbiamo stare attenti durante i vari procedimenti anche per un controllo totale di tutte le spese effettuate dall'azienda o da qualsiasi altra cosa.

Continua la lettura
45

Il ricavo

Come si può evincere dal testo, gli aspetti tecnici del bilancio potranno essere acquisiti solamente con il tempo, ma l'equilibrio delicato di un impresa si raggiunge con la realizzazione di un ricavo maggiore dei costi e con lo sviluppo della sua grandezza finanziaria. Da questo si può facilmente capire come per ogni azienda svolgere il controllo delle entrate e delle uscite si pone come un'attività primaria per la sua totale realizzazione. Solamente agendo in questo modo, infatti, si avrà la possibilità di attuare dei procedimenti tali da far crescere l'azienda e di evitare di incorrere in problematiche tali da provocare una perdita di fatturato. Più ci mettete passione dietro ad un lavoro e molto velocemente vedrete i risultati. Come abbiamo detto prima la positività avviene con passione e forza e proprio con questi due fattori potete ammirare ad un ricavo maggiore col passare degli anni. Ovviamente i primi anni di apertura di qualsiasi azienda vengono definiti critici perché comunque tendiamo ad aprire un'azienda avendo già investito una somma di denaro e abbiamo sempre quella paura di aprire e non avere un riscontro positivo. Non mi resta che augurarvi un buon lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come redigere il bilancio di esercizio aziendale

La gestione di una qualunque società rappresenta un lavoro estremamente complesso, anche per colpa della burocrazia italiana. Qualora non vengano rispettate le norme giuridiche vigenti, si andrà incontro a procedimenti di tipo penale o sanzioni amministrative....
Aziende e Imprese

Come fare l'analisi di un bilancio di una società sportiva

Se operate nel settore sportivo da poco tempo e non siete ancora molto pratici di bilancio, sicuramente avete bisogno di qualche nozione tecnica che vi aiuti ad addentrarvi nei meandri di questo mercato. È molto importante specialmente per le società...
Aziende e Imprese

Come Inserire I Leasing In Bilancio

Tutti abbiamo sentito parlare del “leasing”. Ma non tutti conoscono le caratteristiche di questo prodotto finanziario. Tecnicamente termine leasing indica una formula contrattuale che prevede una locazione di un bene tramite pagamento di un compenso...
Aziende e Imprese

Come analizzare un bilancio bancario

È ben precisa la tecnica che ci descrive come analizzare un bilancio bancario. La comprensione dello stesso risulta di vitale importanza per diversi soggetti che, per motivi di prassi lavorativa quotidiana, sono costretti ad averne a che fare. Stiamo...
Aziende e Imprese

Come redigere il budget aziendale

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come redigere nel migliore dei modi il budget aziendale. Il budget aziendale rappresenta uno strumento a disposizione delle aziende per stabilire, a livello annuale, i risultati da...
Aziende e Imprese

Come fare un bilancio di fine anno

Il bilancio è costituito da una serie di particolari documenti contabili prodotti periodicamente da un'impresa per verificare la situazione patrimoniale e finanziaria allo scadere del periodo amministrativo a cui si fa riferimento. Se siamo proprietari...
Aziende e Imprese

Come fare un bilancio preventivo

La creazione di un bilancio preventivo può essere estremamente difficile e rischiosa se non fatta nella maniera corretta. Tant'è che soltanto il 40% circa delle famiglie decide di eseguirlo e di affidarsi ad esso. Ad ogni modo, è bene sapere sin da...
Aziende e Imprese

Come redigere l'analisi di bilancio

Il bilancio d'esercizio, dal punto di vista sostanziale, è un metodo tecnico e contabile finalizzato a conteggiare, in un periodo amministrativo, i risultati gestionali. Dal punto di vista formale può essere considerato un documento che rivela il capitale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.