Come interpretare una stretta di mano

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La stretta di mano è una pratica che affonda le sue radici nel passato greco e romano: oggi è un gesto che vale soprattutto come saluto, ma può venire usato anche come maniera di congratularsi, di ringraziare, di stipulare un accordo. Stringersi la mano è una sorta di biglietto da visita: infatti, questo semplice gesto può essere importante, indicatore di carattere e personalità. Vediamo in questa guida come interpretare questo semplice gesto.

26

Nella vita di tutti i giorni, capita frequentemente di stringere la mano a qualcuno (pensate solo a tutte le persone che vi vengono presentate). Compiendo questo gesto in modo quasi istintivo, spesso non ci si rende conto di quanto possa essere rivelatore del proprio carattere. È necessario solamente porre attenzione su pochi, semplici dettagli per capire il tipo di persona che ci sta stringendo la mano.

36

Una stretta di mano decisa indica una persona sicura di sè e di quello che fa, dotata di una grande autostima, se troppo forte può però indicare aggressività. Una stretta di mano debole e molle, al contrario, tradisce insicurezza, debolezza e senso di inadeguatezza, nonché ambiguità: si tratta di una delle strette di mano più fastidiose e sgradevoli. Se la stretta di mano dura troppo a lungo, fate attenzione, avete di fronte una persona dal carattere piuttosto invadente. Una stretta di mano troppo forte nello stringere e scuotere quella dell'interlocutore è propria di una persona magari un po' grossolana, ma sincera e schietta. Se la persona di fronte a voi è agitata e in preda all'ansia, la riconoscerete dalla stretta di mano tremolante; quando la stretta di mano avviene con entrambe le mani, ciò è solitamente indice di grande affetto; infine, se la mano che non stringe quella dell'interlocutore si poggerà sulla sua spalla, questo indicherà una volontà più o meno marcata di porsi in posizione dominante.

Continua la lettura
46

Scommetto che da adesso in poi farete attenzione non solo a come le altre persone vi stringono la mano, ma anche di come voi stessi lo farete, per capire che tipo di personalità avete e che impressione avranno di voi coloro che vi circondano. Per quanto possa sembrare superfluo scriverlo, ricordate che potrete sfruttare queste conoscenze per scegliere una vostra personale stretta di mano. Ad ogni modo, una stretta di mano normale e ponderata è considerata la migliore: denota infatti una persona naturalmente socievole, ma allo stesso tempo attenta a non rivelare troppo di sé.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

10 consigli per essere assunti

Se cerchi un lavoro, sei stato convocato per un colloquio o incontrerai qualcuno che può aiutarti a trovare la tua strada.. Meglio non farsi sfuggire l'occasione e prepararsi per fare bella figura ed essere assunti! Ecco 10 consigli pratici, utili e...
Lavoro e Carriera

Il bon ton in ufficio

Avere un posto di lavoro ai nostri giorni è una realtà da tenersi molto stretta. Se il luogo di lavoro è un ufficio, alcune volte la convivenza con i colleghi può essere molto difficile. Spesso la necessità di concentrazione può mettere a dura prova...
Lavoro e Carriera

Come gestire bene un portafoglio clienti

In un mercato economico bisogna prestare attenzione a diversi fattori i quali consentono di sviluppare al meglio le proprie risorse. Chi fa economia aziendale sa che vi sono degli aspetti che è fondamentale curare e sopratutto non sottovalutare se si...
Lavoro e Carriera

Come negoziare lo stipendio in fase di colloquio

Nella maggior parte dei colloqui di lavoro, il tema dello stipendio è una questione piuttosto ostica. Il datore di lavoro, di solito, vi chiederà il vostro ultimo stipendio. Successivamente vi domanderà quanto vi aspettate di guadagnare in caso di...
Lavoro e Carriera

Come diventare curatore di mostre

Per diventare un curatore di mostre oppure un curatore d'arte, per prima cosa è necessario armarsi di tanta buona volontà e determinazione. Infatti, questo rappresenta un ruolo di grande responsabilità dal punto di vista decisionale. Il professionista...
Lavoro e Carriera

Forex: i migliori indicatori per il trading intraday

Il Foreign exchange market, più comunemente conosciuto come Forex, non è altro che lo scambio di una valuta con un'altra differente. Questo particolare mercato, nasce quando nel lontano 1971 si iniziarono a notare delle fluttuazioni dei vari tassi di...
Lavoro e Carriera

Come trovare lavoro come storico

Lo storico si occupa di ricercare, analizzare ed interpretare il passato, utilizzando i dati provenienti da varie fonti, tra cui giornali, archivi, film, foto e lettere. Alcuni storici effettuano le proprie ricerche tramite le università, i musei e gli...
Lavoro e Carriera

Come diventare controfigura

La controfigura o stuntman è un professionista nonché grande atleta. Dal fisico scolpito, sostituisce l'attore in situazioni pericolose oppure in circostanze particolari. Simula cadute ed effettua salti mozzafiato. Cammina sui tetti e finge i combattimenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.