Come inserire un lavoratore delle categorie protette Legge 68/99

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Negli ultimi anni sono state emanate diverse normative con il fine di disciplinare le assunzioni di lavoratori appartenenti alle categorie protette. Non sempre però queste norme sono state in grado di fugare i dubbi sulle modalità di inserimento di questa categoria di lavoratori. Al momento la norma di riferimento che riferimento, che identifica il lavoratore portatore di una limitazione di abilità, è la 68/99. Si tratta di una disposizione che innanzitutto definisce una sorta di protezione per le persone portatrici in inabilità che obbliga alcune categorie di aziende ad assumere ed integrare tra il proprio personale anche il lavoratore appartenente a queste liste, attraverso servizi di collocamento mirato. Illustriamo quindi i passi da seguire su come inserire un lavoratore delle categorie protette Legge 68/99.

26

Le potenzialità del lavoratore affetto da inabilità

Il significativo cambio di rotta introdotto dalla legge 68/99 è che per impiegare il lavoratore affetto da disabilità sia necessario prendere in considerazione il potenziale lavorativo del soggetto. In tal modo all'azienda viene assicurata una risorsa attiva in un settore che permette lo svolgimento di processi produttivi senza portare pregiudizi.

36

Numero di persone da inserire in organico

La legge dispone anche il numero di persone affette da disabilità da inserire in base al numero di dipendenti. Nello specifico, se l’organico aziendale è compreso tra i 15 e i 35 dipendenti, deve obbligatoriamente essere inserito 1 disabile, che viene portato a 2 se l'azienda non supera i 50 dipendenti. Al di sopra di questo limite, viene disposta una riserva del 7% dei posti da riservare ai disabili con almeno 1 lavoratore tra questi deve appartenere alla corsia preferenziale riservata a vedove, orfani e profughi se i dipendenti sono meno di 150; la quota diventa dell'1% se i dipendenti sono più di 150.

Continua la lettura
46

Comunicazioni dell'azienda che assume

Tutte le aziende che sono obbligate all'assunzione di persone disabili, entro la fine del mese di gennaio di ogni anno devono inviare al Servizio di Collocamento Disabili, un Prospetto informativo del personale impiegato che specifichi le possibili mansioni per l’occupazione di disabili, che devono essere aggiornate durante l’anno se dovesse cambiare l’assetto aziendale. Il fine è quello di predisporre la disponibilità a stipulare una Convenzione. Prima di procedere all'assunzione del disabile e di fornire la relativa comunicazione al Collocamento dei Disabili hanno l'ulteriore obbligo di richiedere il nulla-osta.

56

La valutazione delle attività

Ogni azienda, quindi, deve valutare attività, strumenti e contesti di ciascun ruolo che appartiene al proprio organico per comprendere in tal modo le attività maggiormente indicate. A questo punto, l'azienda deve selezionare il o i lavoratori seguendo due diverse modalità: per chiamata nominativa o per avviamento numerico. La selezione per chiamata nominativa assicura il processo di scelta a discrezione dell'azienda previa richiesta al Servizio di Collocamento Disabili le liste.

66

Vantaggi economici per l'azienda

Oltre all’obbligo, l’azienda ha dei vantaggi economici ad inserire un lavoratore delle categorie protette con contratto a tempo indeterminato; è previsto infatti un contributo diretto dell’INPS pari al 60% del costo salariale per le disabilità superiori al 79% e del 25% per disabilità comprese tra il 69% ed il 79%.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro intermittente o a chiamata: come funziona

Alcune aziende ed enti privati si avvalgono di lavoratori con contratto di lavoro intermittente o a chiamata in occasione di eventi speciali. A volte, in determinate occasioni e orari, quando l'attività ha bisogno di personale in più, si rivolge ad...
Lavoro e Carriera

Le regole sul licenziamento introdotte con il Jobs Act

Con il Jobs Act, il governo Renzi ha messo a punto una profonda riforma dei contratti di lavoro per favorire un rilancio dell’occupazione. Il Jobs Act non modifica i diritti acquisiti, cioè quelli dei lavoratori già assunti a tempo indeterminato,...
Lavoro e Carriera

Categorie protette: requisiti di iscrizione

Quando si parla di categorie protette, si fa riferimento a quella fascia di popolazione che si trova in difficoltà a livello fisico o sociale per motivi naturali o sopraggiunti. Anche le persone che fanno parte delle categorie protette hanno il diritto...
Lavoro e Carriera

Categorie protette: come funzionano

In questa guida, che vogliamo proporvi, abbiamo pensato di parlarvi di un argomento che può interessate tutte quelle persone che hanno dei problemi al proprio fisico o mente.Nello specifico, vogliamo parlare a tutte le categorie protette ed in modo preciso...
Lavoro e Carriera

Come accedere alle categorie protette

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter accedere alle categorie protette. Iniziamo subito con il dire che il tema del lavoro per le categorie protette è molto disciplinato dalla legge n. 68/1999. I soggetti che rientrano nelle...
Richieste e Moduli

Come richiedere i benefici della L.104/92 per i lavoratori dipendenti

Se sei stato riconosciuto, dalla commissione incaricata, soggetto portatore di Handicap in base alla L. 104/92 art. 33, oppure lo stesso riconoscimento l'ha avuto un tuo familiare, e tu sei un lavoratore dipendente, puoi usufruire dei benefici previsti...
Richieste e Moduli

Bollo auto disabili: come richiedere l'esenzione

Le persone disabili hanno il diritto di richiedere l'esenzione dal pagamento del bollo auto. In particolare le categorie che possono beneficiare di questa agevolazione fiscale sono i non vedenti, i sordomuti, i non deambulanti, i disabili con capacità...
Richieste e Moduli

Come compilare il modello QUIR per la richiesta del TFR in busta paga

Il 3 aprile 2015, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, sono entrate in vigore le disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri DPCM n° 29/2015 che trattano della possibilità, per i lavoratori dipendenti del settore privato,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.