Come inserire in un reparto ospedaliero un infermiere neoassunto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire come poter inserire in un reparto ospedaliero, un infermiere neoassunto. Dobbiamo sapere che le assunzioni di nuovi infermieri laureati ed anche il loro inserimento lavorativo presso le diverse Unità Operative presenti in un Ospedale, si accompagna ad una serie di procedure previste dal Ministero della Sanità. Le attività di "Formazione Sul Campo", sono fra le più utilizzate per la semplicità e la qualità del risultato. Dato che la figura degli infermieri è molto ricercata, abbiamo deciso di proporre questa guida, semplice e veloce, per capire in che modo questa figura professionale, può essere inserita in un ospedale. Pronti per iniziare? Buon lavoro!

26

Occorrente

  • Coordinatore di Unità Operativa
  • Infermieri Tutor
  • Modulistica Ministeriale per la Formazione sul Campo
  • Progettazione, articolazione e accreditamento dell'evento
  • Monitoraggio continuo della Formazione da parte del Tutor
  • Giudizio finale e inserimento
36

Iniziamo con il dire che se siamo un Coordinatore di Unità Operativa presso un Ospedale Pubblico e ci dovesse venir assegnato un nuovo infermiere assunto o proveniente da un diverso reparto operativo, per prima cosa dobbiamo curarne l'inserimento, in un turno, dopo averlo formato alle procedure in uso nel nostro reparto. Per poterlo fare, in genere il Ministero della Sanità, ha istituito anche la Formazione sul Campo accreditata e. C. M, un modo per poterlo istruire nel modo più perfetto e professionale possibile.

46

La prima cosa che dobbiamo fare è quella di fissare ed eseguire un colloquio orientativo, con il nuovo Operatore. In questo modo, con questo colloquio, possiamo fare una prima valutazione, che sia utile per capire quali siano le sue conoscenze in base anche agli studi o al lavoro, che ha precedentemente svolto, nel suo ambito lavorativo. In base a questo incontro, possiamo anche prevedere il periodo corretto, per un affiancamento in reparto, che può variare da circa due settimane, fino ad 1 mese. Possiamo anche scegliere le figure Tutor fra i nostri attuali Infermieri esperti, in modo che possano affiancarlo ed assisterlo in tutto.

Continua la lettura
56

Fatto ciò, possiamo prendere la modulistica per l'accreditamento e dopo una riunione con i Tutor di reparto, possiamo iniziare anche a redigere un progetto, che andremo a proporre alla Regione. Questo progetto dovrà essere del tutto completo di articolazione della turnazione, che il neo inserito dovrà svolgere, in orario di lavoro e sempre in affiancamento ad uno dei Tutor designati. Avviata la procedura, potremo in un secondo momento, informare l'Operatore circa i suoi turni e consegnargli tutta la documentazione, su cui verbalizzare ogni seduta formativa. Siamo giunti ormai al terzo ed ultimo passo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dalla prima valutazione del neo assunto o neo inserito è importante per definire la durata degli affiancamenti in reparto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Diventare infermiere, idee e suggerimenti

L'infermiere è una delle figure più richieste in tutto il mondo. Per abilitarsi a questa professione, occorre seguire un percorso ben preciso ed avere una vocazione umanistica, perché l'infermiere non solo assiste medicamente i degenti, ma anche psicologicamente....
Lavoro e Carriera

Come Diventare Farmacista Ospedaliero

Quella del farmacista ospedaliero è una professione al giorno d'oggi ancora poco conosciuta ma che via via si sta conoscendo sempre di più. Si tratta di un settore lavorativo molto adatto ai giovani in quanto può dare la possibilità di crescere dal...
Lavoro e Carriera

Lavorare come infermiere in Germania

Sono molte le persone che scelgono di trasferirsi in Germania per lavorare. Alcuni lo fanno per crescere a livello professionale e accumulare esperienze lavorative. Altri invece cercano un'occupazione fissa che in Italia non trovano. Chi vuole trasferirsi...
Lavoro e Carriera

Come diventare infermiere di air ambulance

Quella dell'infermiere è senza dubbio una professione che gratifica e fa sentire speciali. Poter aiutare le persone che soffrono è quanto di più nobile possa esistere al mondo. Ma se si vuole provare qualcosa che sia al tempo stesso soddisfacente ed...
Lavoro e Carriera

Come diventare infermiere oncologico

Nella seguente semplice e rapida guida che enuncerò nei passaggi successivi, vi spiegherò molto brevemente qual è il procedimento che bisogna eseguire affinché si possa diventare effettivamente un bravo infermiere oncologico; dunque, essa sarà abbastanza...
Lavoro e Carriera

Come diventare infermiere geriatrico

Lavorare e farlo con la consapevolezza di aver scelto il lavoro per cui si è più portati, vedersi finalmente come ci si era immaginati sin da bambini è una cosa molto appagante e che fa accrescere l'orgoglio e l'autostima in se stessi. Purtroppo, non...
Lavoro e Carriera

Come diventare infermiere pediatrico

Scegliere una professione con cui realizzarsi non solo nel lavoro ma anche come persona non è facile e richiede spesso un'accurata conoscenza del percorso di studi necessario per conseguire l'obiettivo desiderato; occorre anche tener conto di quali siano...
Lavoro e Carriera

Come gestire bene i conflitti in un reparto di lavoro

Ogni gruppo è composto da diverse tipologie di persone, che potrebbero differenziarsi per il loro modo di ragionare, approcciarsi, relazionarsi, scherzare ecc.Ragion per cui in alcune circostanze quando si sta in stretto contatto con individui molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.