Come iniziare una lettera formale in inglese

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Scrivere una lettera formale non è mai un'operazione semplice, soprattutto perché le persone a cui ci si rivolge sono in ambito lavorativo, come uffici o rapporti di lavoro. E se già è un problema scriverla in italiano, figuriamoci in inglese! Prima di darsi al traduttore di Google che traduce lettera per lettera, è necessario conoscere alcune piccole regole. A tal proposito, in questa guida, vi illustrerò come iniziare una lettera formale in inglese.

26

Occorrente

  • Carta da lettera (volendo intestata)
  • Indirizzo di posta elettronica (per le email)
36

Scrivere l'intestazione della lettera

Iniziate dall'intestazione della lettera (tutte le istruzioni sono valide anche per le mail). Se conoscete la persona, potrete iniziare con Dear Mr/Miss/Mrs seguito dal nome della persona; se, invece, non conoscete il nome della persona, vi basterà scrivere Dear Sir/Madame. Questo inizio di lettera corrisponde naturalmente con il nostro "Caro/Cara". Solitamente, se con una persona che non conoscete e che non rientra nella vostra sfera affettiva vi rivolgete solo con un "Salve", in inglese (soprattutto britannico) il livello di gentilezza ed attenzione del lessico è molto più alto.

46

Aggiungere il titolo della lettera

Dopo un paio di righe bianche, passate poi all'oggetto. È sempre obbligatorio e ben gradito inserire il titolo della lettera, ovvero ciò di cui la lettera parlerà. In tal modo, il ricevente saprà immediatamente di cosa si tratta e, avendo chiaro il contesto, ciò consentirà una maggiore tipologia di attenzione da parte sua. Successivamente, passate all'inizio della lettera. Ecco due frasi per introdurre la vostra lettera: "I am writing in reply to your letter of (data) regarding... (Scrivo in risposta della vostra lettera del (data) riguardo a...); "Further to our conversation, I'm pleased to confirm our appointment for..." (Dopo la nostra conversazione, sono felice di confermarle il nostro appuntamento del...).

Continua la lettura
56

Concludere la lettera con i saluti

Attenzione: pur utilizzando sempre la seconda persona (you), c'è molta differenza di lessico nell'inglese tra "te" e "voi" (molto più formale del nostro "lei" se si vuole). Dopo aver inserito il corpo della lettera, se avrete inserito un allegato, sarà buona norma aggiungere "Please find attached" ed il tipo di allegato, giusto per ricordare a chi sta leggendo che, oltre alla lettera, è presente un ulteriore documento da consultare. Per quanto riguarda i saluti, i più utilizzati e cordiali sono "Kind/Best regards, corrispondente al nostro "Cordiali saluti". La cosa più importante, come avrete capito, sarà quella mantenere un lessico gentile, cordiale ed educato. Inoltre, con questi piccoli accorgimenti, la lettera sarà molto più apprezzata. Buona fortuna!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come iniziare a scrivere una lettera formale

Una lettera formale è una lettere indirizzata ad una persona con cui non siamo in confidenza, a cui diamo del lei o anche indirizzata ad un ufficio a ad una ditta, un'istituzione. Quest'ultima si differenzia da quella informale sia per la struttura,...
Aziende e Imprese

Come redigere una lettera commerciale

A chi non è mai capitato nella vita di aver dovuto avere la necessità di doversi mettere in contatto con una determinata persona fisica o giuridica (un'azienda, un professionista, un Ente/Ufficio pubblico/privato): in questi casi, è necessario redigere...
Lavoro e Carriera

Come iniziare una lettera formale

Una lettera scritta è una stesura contenente delle informazioni per un determinato destinatario. A seconda di quest'ultimo, la lettera si distingue in "formale" ed "informale". Un'epistola informale si dirige verso un soggetto con il quale si intrattengono...
Lavoro e Carriera

Come scrivere un'email in inglese

Ci sarà sicuramente capitato, di doverci mettere in contatto con un azienda estera o per motivi lavorativi oppure per motivi personali come ad esempio acquistare un prodotto realizzato in un'altra nazione. Se sono siamo molto esperti con le varie lingue,...
Lavoro e Carriera

Come rivolgersi al destinatario di una lettera formale

Nel settore lavorativo, ma anche in quello privato, spesso può succedere di dover scrivere una lettera con un gergo più ricercato e formale. Che la lettera sia per il capo di un'azienda, uno specialista di un settore o una persona di rispetto saper...
Richieste e Moduli

Come redigere un reclamo formale

In numerose situazioni collegate alla vita quotidiana, succede di rimanere delusi per colpa di un disservizio da parte di un Ente Pubblico o un ordine su Internet che non si rivela fedele alla descrizione. Quando accadono queste cose, avrete l'opportunità...
Richieste e Moduli

5 regole per scrivere un'autorizzazione formale

Quelle di autorizzazione sono lettere che consentono o meglio, autorizzano qualcuno a intraprendere azioni a nostro nome. I contenuti e le motivazioni che ci spingono a scrivere un'autorizzazione formale, possono essere correlati a diversi argomenti e...
Lavoro e Carriera

Come scrivere una lettera di presentazione aziendale

Generalmente, scrivere una lettera di presentazione può sembrare un compito difficile. Dopo tutto, attraverso questa lettera, si effettua una sorta di richiesta di colloquio rivolta a qualcuno che non si ha mai incontrato prima. Se si procede un passo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.