Come indire un'assemblea condominiale

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le assemblee condominiali servono a deliberare, e approvare bilanci annuali. Anche eventuali opere di ristrutturazione e manutenzione degli edifici. Generalmente vengono indette dall'amministratore dello stabile in oggetto. Vediamo, quindi, attraverso questa semplicissima guida, articolata in brevi ed efficaci passaggi, come indire un'assemblea condominiale.

27

Occorrente

  • Amministratore - 2 condomini (1/5 - 1/6 dei millesimi)
37

Le assemblee condominiali costituiscono gli organi che amministrano il condominio

Le assemblee condominiali costituiscono gli organi che amministrano il condominio in tutte le sue funzioni. Generalmente il condominio dispone di spazi comuni all'interno degli stabili, o in mancanza di questi si riunisce in alloggi di proprietà dei condomini designati in precedenza, o in altre sedi concordate e scelte per tale funzione. Compito principale dell'assemblea è la scelta e la nomina di un amministratore competente, in grado di far fronte a tutte le situazioni ordinarie e straordinarie dell'immobile stesso, cioè del condominio.

47

La normale assemblea ordinaria va tenuta almeno una volta per ogni anno solare

La normale assemblea ordinaria, va tenuta almeno una volta per ogni anno solare. Durante quest'ultima si approvano consuntivi e bilanci e si riconferma l'amministratore in carica. In caso di insoddisfazione dei condomini nei confronti dello stesso, si procederà alla nomina di un nuovo amministratore. Per la convocazione di assemblee di carattere non ordinario, è necessaria la richiesta di almeno due condomini. Qualora non sia presente un amministratore, ed un totale in termini di millesimi condominiali, solitamente un minimo di un quinto, ma talvolta anche un sesto, degli stessi. I millesimi vengono ripartiti in base ai metri quadri degli ambienti presenti nello stabile. Le quote millesimali risultano nei contratti d'acquisto e sono relative a mura, giardini, pertinenze.

Continua la lettura
57

L'assemblea codominiale riunita ha l'obbligo di verbalizzare tutto quello che viene approvato

L'assemblea condominiale riunita ha l'obbligo di verbalizzare tutto ciò che viene approvato in essa. Anche il numero dei partecipanti la relativa quota millesimale degli stessi ed infine le quota millesimale totale raggiunta. Nel caso in cui l'amministratore del condominio fosse presente, ma non dia seguito a richieste di convocazione straordinaria pervenute dai condomini, anche un solo condomino potrà, richiedere la convocazione d'assemblea. Infatti può rivolgendosi ad un giudice salvo diversa disposizione presente nel regolamento di condominio. Abbiamo dunque visto in questa semplicissima guida, come poter indire un'assemblea condominiale ordinaria o straordinaria, cioè in tutte le sue forme.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come scrivere una lettera di reclamo all'amministratore condominiale

Può capitare di dover scrivere una lettera di reclamo all'amministratore condominiale per questioni inerenti al condominio che siano state considerate o valutate diversamente. Magari per provvedimenti, riparazioni o altro che non abbracciano tutti gli...
Richieste e Moduli

Come effettuare la revisione del regolamento condominiale

In ogni condominio esiste un regolamento. Questo viene stabilito osservando esclusivamente la legge. Infatti, il regolamento condominiale deve contenere delle norme ben precise. Alcune di esse fanno parte delle regole principali. Mentre, altre vengono...
Richieste e Moduli

Come redigere il registro di anagrafe condominiale

Affinché le autorità pubbliche siano in grado di conoscere perfettamente lo stato immobiliare dell'Italia, la "Legge n°220/2012" riguardante la riforma dei condomini ha previsto, per gli amministratori di condominio, il dovere di raccogliere:- le informazioni...
Richieste e Moduli

Come compilare il questionario condominiale

Da quando è in vigore la riforma delle norme relative ai condomini, ogni amministratore è tenuto ad avere un registro nel quale annotare tutti i dati aggiornati riguardanti gli appartamenti dei condomini che egli amministra. Il registro in questione...
Richieste e Moduli

Come impugnare le delibere condominiali

Almeno una volta all'anno l'amministratore di condominio ha l'obbligo di convocare un'assemblea condominiale. In caso di necessità, si possono effettuare delle assemblee straordinarie. I punti obbligatori sono le dimissioni e la nomina del nuovo amministratore....
Richieste e Moduli

Come dimettersi da amministratore di condominio

L'amministratore di condominio è quella figura che, nominata dagli aventi diritto, in sede di assemblea condominiale, assolve a tutti i compiti che riguardano la gestione ordinaria e straordinaria di uno stabile suddiviso in più proprietà, e ne assume...
Richieste e Moduli

Come contestare le spese di un condominio

L'approvazione delle spese di un condominio da parte dei singoli condomini riuniti in assemblea, è causa frequente di discussioni. Non sempre ogni spesa è chiara, spesso sembra gonfiata e soprattutto inutile. Durante un'assemblea di condominio, l'approvazione...
Richieste e Moduli

Come dimettersi dalla carica di amministratore di condominio

Un edificio a più unità immobiliari. Necessita di una figura professionale per mettere tutti coloro che posseggono un appartamento nello stesso ugual piano. Seguendo, naturalmente le quote delle loro relative proprietà e le conosciute tabelle millesimali....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.