Come gestire una lettera di richiamo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quando si parla di una lettera di richiamo, si fa riferimento ad un provvedimento disciplinare che viene presentato per iscritto da un superiore ad un dipendente. Si tratta sostanzialmente di un richiamo che il lavoratore riceve a seguito di un comportamento sbagliato. Solitamente la lettera di richiamo segue un ammonimento verbale e contiene tutte le informazioni necessarie ad identificare un determinato comportamento scorretto. Con un provvedimento del genere il datore di lavoro richiede di correggere tale negligenza in breve tempo, pena l'esclusione del dipendente dal proprio incarico. Vediamo allora come gestire al meglio una lettera di richiamo grazie alle indicazioni presenti in questa piccola guida.

26

Occorrente

  • Computer per scrivere
  • Lettera di richiamo
36

Quando e perché si riceve una lettera di richiamo

Un comportamento che il datore di lavoro reputa sbagliato, viene segnalato entro pochi giorni tramite invio della lettera di richiamo al dipendente "colpevole". Quando si riceve questo ammonimento scritto, il motivo è che si ha una condotta poco consona, ma non eccessivamente grave. C'è comunque bisogno di correggere questo tipo di errore nel minor tempo possibile. I comportamenti scorretti che comportano la ricezione di una lettera di richiamo possono riguardare dei ritardi sul lavoro, oppure l'utilizzo del computer aziendale per scopi del tutto estranei al lavoro, come quelli puramente personali. Altre motivazioni possono riguardare incurie sul posto di lavoro o mancato adempimento delle mansioni giornaliere affidate dal superiore.

46

Come rispondere alla lettera di richiamo

Quando si riceve una lettera di richiamo, bisogna gestirla nel modo giusto. Innanzitutto è inutile farsi prendere dal panico. Bisogna leggere molto attentamente il contenuto della lettera. Poi occorre prendere atto del comportamento assunto in quella determinata occasione. Se si vuole, è possibile rispondere al richiamo, replicando con una dichiarazione chiara e pacata. Argomentare in maniera puntuale e sincera è molto importante, quindi è bene fornire delle giustificazioni adeguate. La replica alla lettera di richiamo si deve presentare entro 5 giorni dalla ricezione dell'ammonimento da parte del superiore. Rispettare le scadenze è d'obbligo per riscattarsi a seguito di un comportamento sbagliato. Così il datore di lavoro vedrà che il dipendente ci tiene a chiarire la situazione quanto prima.

Continua la lettura
56

Cosa succede se non si risponde alla lettera di richiamo

Se si decide di non rispondere alla lettera di richiamo, la si può contestare direttamente dal capo. In tal senso si ha la possibilità di chiarirsi a voce e risolvere tempestivamente il problema. La legge garantisce tale possibilità, difatti il superiore non può negare un appuntamento al proprio dipendente. Terminata questa fase, il datore può attuare o meno il provvedimento prospettato nella lettera, purché agisca entro una decina di giorni. Se decide di intervenire, dovrà comunicarlo al dipendente. Egli però non ha alcun obbligo di rispondere al richiamo. Il silenzio comporta un tacito assenso, che per il datore corrisponde ad una dichiarazione di colpevolezza vera e propria.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggere attentamente la lettera di richiamo prima di rispondere o contestare verbalmente.
  • Se si riceve la lettera di richiamo, è buona cosa rispondere, o comunque cercare di chiarire con il superiore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come prendere in gestione una pizzeria

Investire in un'attività commerciale non sempre porta ai risultati sperati e spesso ci si ritrova a dover chiudere bottega ancora prima di aprirla. Potrebbe essere questo il caso in cui si voglia prendere in gestione una pizzeria. Tuttavia non vogliamo...
Lavoro e Carriera

I cambiamenti introdotti con il Jobs Act

Il Jobs Act è una riforma del diritto al lavoro, attuata dal governo Renzi con diversi provvedimento legislativi, che hanno interessato un periodo che va al 2014 al 2015. In totale la riforma prevede otto provvedimenti legislativi, che vanno a toccare...
Lavoro e Carriera

Licenziamento senza preavviso

Gli articoli 337 e 337d della Costituzione, regolano il licenziamento senza preavviso, possibile solo nel caso di provvedimenti disciplinari per giusta motivazione. Assolutamente non può esistere il licenziamento senza preavviso per il dipendente in...
Lavoro e Carriera

Contratto a tempo indeterminato: cause di licenziamento

Avere un contratto a tempo indeterminato significa avere un termine, un limite per poi cessare e chiudere il contratto. Nel contratto però non sarà presente un limite determinato o al termine di un attività o alla conclusione di un lavoro. Tuttavia,...
Lavoro e Carriera

Come dare le dimissioni

Molte volte capita che un dipendente debba apporre una firma su un foglio bianco che servirà poi in futuro per le dimissioni dello stesso. In questo modo l'azienda stessa evita tutto il procedimento da compiere per questa situazione senza però trasgredire...
Aziende e Imprese

Come aprire un'enoteca

All'interno di un’enoteca, oggi non solo si può acquistare del buon vino con l’ausilio dei consigli di un esperto del settore, che informerà anche su eventuali abbinamenti di cibo, ma anche sedersi a tavola e gustare degli ottimi prodotti “fatti...
Aziende e Imprese

Marketing digitale: i 10 errori che fanno perdere soldi

Con il passare del tempo il marketing digitale sta sempre più entrando nelle vite e nella quotidianità delle persone. Un processo che agevola un maggior sviluppo economico, e la conoscenza da parte delle aziende dei bisogni di un maggior bacino d�...
Banche e Conti Correnti

5 errori da evitare nell'attività di trading

Molti commercianti fanno l'errore di acquistare opzioni a basso costo senza comprenderne a pieno i rischi. Un'opzione a buon mercato può essere definita come "economica": il prezzo è basso, ma tuttavia il valore reale è spesso trascurato. Spesso ci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.