Come gestire una associazione no profit

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Talvolta creare un'associazione no profit può essere più facile che gestirla, al punto che non tutti pensano in anticipo anche a come poter controllare tutto ciò che essa comporta. Le organizzazioni a scopo non di lucro e socialmente utili possono essere costituite come fondazioni, cooperative, associazioni, ONG (organizzazioni non governative) e altri enti privati.
Ma come gestire questo genere di associazioni?

25

Stipulate il contratto

Come prima cosa deve essere stipulato un contratto d’associazione, che consiste in un atto costitutivo compreso di uno statuto, che dichiara che ogni soggetto che partecipa all'associazione nutre lo scopo di creare un interesse comune di natura ideale. In seguito, una volta poste a questo modo le basi per costituire l'associazione, è necessario specificare quali attività verranno svolte a suo nome.
Recandovi presso l'Agenzia delle Entrate (fisicamente o tramite il sito internet ufficiale) potrete poi munirvi del modello Eas, con il quale comunicherete i dati necessari per ottenere i benefici fiscali previsti e per permettere al Fisco gli opportuni controlli.

35

Determinate gli obiettivi

Gli obiettivi essenziali per condurre in maniera efficiente e corretta la gestione di un'organizzazione non a scopo di lucro consistono in particolar modo nel saper concentrare gli sforzi dell'associazione sulle mansioni direttive principali, nel saper curare attivamente l’interazione tra dipendenti assunti e collaboratori volontari, nell'approvare nuovi programmi coinvolgendo nel modo migliore tutti i componenti coinvolti, estendendo il più possibile le varie responsabilità che riguardano le risoluzioni di eventuali problemi.
Un elemento cardine che può determinare il successo nella gestione di associazioni di questo genere è senza dubbio la capacità del dirigente (o dei dirigenti) di motivare in maniera adeguatamente coinvolgente soci e collaboratori, in modo tale che essi possano offrire il massimo impegno.

Continua la lettura
45

Reinvestite l'utile

All'interno di una associazione No Profit possono essere svolte delle attività economiche solamente se esse non rappresentano la ragione principale della sua esistenza. Come in tutte le società ci saranno quindi delle entrate e delle uscite in termini economici, e la differenza costituirà l’utile dell’associazione. Per la gestione di un'organizzazione non a scopo di lucro, però, è necessario rispettare una norma precisa a questo proposito: tale utile non può essere in nessun modo ridistribuito ai vari soci, ma è necessario che esso venga reinvestito in attività che riguardano l'associazione stessa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come creare un’associazione no profit

Nel caso di un'attività senza scopo di lucro, la cosa più importante è l'impegno ad aiutare gli altri. Scopriamo, quindi, come creare un’associazione no profit. Le associazioni no-profit sono delle attività senza scopo di lucro atte a contribuire...
Aziende e Imprese

Apertura enti no profit: comunicazioni da inviare all’Agenzia delle Entrate

Gli Enti No Profit sono degli enti che operano senza scopo di lucro e senza profitto. Trattasi in particolare di tutte quelle istituzioni o organizzazioni operanti nel così detto "terzo settore", ovvero quel settore posto tra il pubblico e il libero...
Aziende e Imprese

Come assicurare i soci di un'associazione

Quando si parla di assicurazioni si pensa sempre di sapere tutto ma, in realtà, non si sa davvero molto e non si sa mai cosa fare nello specifico. Il mondo che riguarda le assicurazioni, con tutta la documentazione che lo affianca, è un ambito che resta...
Aziende e Imprese

10 cose da fare per costituire una associazione di volontariato

Avviare un'associazione di volontariato potrebbe essere un'idea molto valida per fare qualcosa di utile per sé stessi e gli altri. Il settore del no profit rappresenta infatti una risorsa importante per svolgere tutte quelle attività di sostegno alla...
Aziende e Imprese

Come aprire una Associazione onlus

In Italia è sempre in aumento la fondazione e l'istituzione di attività no-profit che permettono a chi lo desidera di seguire la propria passione e vocazione in questo campo. In Italia, il diritto di riunirsi in associazioni, è preservato dalla legge...
Aziende e Imprese

Come aprire un'associazione

Un'associazione è un tipo di ente che viene costituito da un gruppo di persone fisiche o giuridiche allo scopo di perseguire uno scopo in comune fra tutti i partecipanti. Un'associazione può quindi essere di tipo sportivo, hobbistico, caritatevole o...
Aziende e Imprese

Come costituire un'associazione di volontariato

In una società come quella attuale, in cui la ricerca spasmodica di una fonte di guadagno economico è all'ordine del giorno, volersi unire in un gruppo che svolga del volontariato, corrisponde a un'azione tanto encomiabile quanto "fuori moda". Fondare...
Aziende e Imprese

Come costituire un'associazione ONLUS

Un'associazione ONLUS si occupa della risoluzione di problemi in larga scala che accomunano molte persone. Uno degli obiettivi principali di un'associazione ONLUS è di informare la comunità riguardo una tematica specifica. In questo modo l'associazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.