Come gestire un piccolo pollaio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Un allevamento di polli è un modo per iniziare uno stile di vita più sostenibile e sano. Al giorno d'oggi, infatti, sono moltissime le persone che desidererebbero vivere il più possibile a contatto con la natura, e cogliere ciò che essa ha da offrire I polli possono liberare il giardino da insetti e vermi, e fornire alle persone uova fresche e ricche di proteine. Molti polli allevati commercialmente vivono in cattive condizioni, ciò porta alla diffusione di malattie. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come gestire un piccolo pollaio, fornendovi inoltre, tutte le informazioni fondamentali e qualche utile suggerimento su come condurre questa "particolare" attività. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • Abbeveratoio
  • Posatoio
36

Avere risorse finanziarie


Come in tutte le attività anche per gestire un pollaio è necessario avere una buona dose di capitale da poter investire sia all'interno della stessa attività e sia per tutto ciò che ci gira intorno, ovvero il sostegno economico di mangimi, farmaci e visite veterinarie e sanitarie che sono all'ordine del giorno. Dopo essersi accertati dopo una prima indagine statistica di avere tutte le risorse fondamentali è opportuno anche informarsi per conoscere la regolamentazione completa tenendo conto delle norme statali e locali vigenti in materia. Da ciò dipende infatti l'autorizzazione a possedere i pollami in piena libertà oppure l'ottenimento di questa autorizzane previe restrizioni da osservare rigorosamente.

46

Proteggere gli animali

La struttura deve proteggere le galline dalle intemperie come vento e freddo, dal sole, precipitazioni e soprattutto dai predatori. I pollai solitamente sono fatti in legno o compensato, con materiale più spesso sulle pareti per l’isolamento. Il tetto è costituito da lamiere e tegole, e deve essere anti-vento e impermeabile. Necessario è anche l'utilizzo di lampade. Esse sono utilizzate in giornate fredde e buie per riscaldare l’ambiente e incoraggiare la produzione di uova. Successivamente, galline e galli devono avere uno spazio minimo di 4 m quadrati all'esterno della struttura per razzolare alla ricerca di erba e insetti, e di almeno 10 m quadrati all'interno del pollaio.

Continua la lettura
56

Tenere pulito


In ultimo per gestire un pollaio nel migliore dei modi bisogna occuparsi anche e soprattutto della pulizia dello stesso. Sarebbe consigliato effettuare una pulizia completa almeno due volte l'anno sia per quanto riguarda le superfici che gli abbeveratoi e le mangiatoie. Molto importante è rimuovere lo sporco più ostinato soluzioni di candeggina, acqua e sapone, ma bisogna ricordarsi di risciaquare abbondantemente dopo aver disinfettato.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come gestire l'inventario di un negozio

Oggi fare l'inventario in un negozio, spesso e volentieri non si ritiene più necessario poiché, alcune aziende e attività commerciali, si affidano al meccanismo automatizzato che, automaticamente elenca tutto ciò che è presente in negozio. Altre...
Aziende e Imprese

Come gestire lo scadenziario aziendale

Normalmente, un'azienda ha una molteplicità notevole di impegni temporali da gestire e da onorare. Per poter gestire al meglio lo scadenziario aziendale è necessario seguire un metodo efficace, che normalmente si avvale della tecnologia informatica...
Aziende e Imprese

Come gestire un panificio

Gestire un panificio richiede particolari attenzioni ed un pizzico di abilità. L’amministrazione di un esercizio commerciale, infatti, è una procedura abbastanza complessa, in quanto è indispensabile seguire con estrema precisione determinate norme...
Aziende e Imprese

Come gestire ed ordinare le scadenze mensili

Uno dei problemi gestionali che deve affrontare una piccola - media azienda sono i pagamenti. Soprattutto quando questi sono in modalità dilazionata, ad esempio a quote di 30-60-90 giorni, è indispensabile un rendiconto delle spese da sostenere, in...
Aziende e Imprese

Come gestire un albergo

La gestione di un albergo rappresenta sicuramente un lavoro molto complicato ed impegnativo. Ci sono infatti tantissimi elementi di cui bisogna tener conto per poter portare avanti questo tipo di attività. Tuttavia, con una bella dose di buona volontà...
Aziende e Imprese

Come gestire un'agenzia immobiliare

Sembrerebbe un'impresa ardua quella di gestire un'agenzia immobiliare, perché spesso chi ha desiderio di entrare in questo settore di servizi e di mediazione non ha moltissime conoscenze in tal senso, ma è comunque spinto dalla volontà di riuscire...
Aziende e Imprese

Come gestire i crediti insoluti

Se gestite una società finanziaria oppure siete l'amministratore di un condominio ed intendete recuperare dei crediti insoluti di uno o più persone, potete ottimizzare il risultato sfruttando alcuni mezzi legali a vostra disposizione. Tuttavia è importante...
Aziende e Imprese

Come gestire un'azienda

In tempi di crisi, le aziende stanno attraversando dei momenti davvero bui. Quello che può salvarle non sono soltanto i fondi o i guadagni, ma anche una buona probabilità di sopravvivenza e di ripresa, che derivano, senza dubbio, da una buona gestione....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.