Come gestire le multe condominiali

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se abitiamo in appartamenti non indipendenti con più condomini, vi sono delle regole comportamentali da seguire. Vi è un amministratore, il quale rappresenta l'organo esecutivo del condomino. In genere, viene eletto tramite assemblea tra condomini, in base alla maggioranza e ha una durata dell'incarico due anni. Se tramite suddetta assemblea non viene eletto, allora può essere nominato dall'Autorità Giudiziaria. L'amministratore deve aver conseguito il diploma di scuola superiore e aver frequentato un corso di formazione specifico, quindi può ricoprire questo ruolo anche un condomino dello stesso stabile qualora abbia questi requisiti. Attraverso questo breve testo vedremo come poter gestire multe condominiali.

24

Per ogni infrazione alle regole condominiali il decreto legge il n.145/2013 ha apportato alcune modifiche a leggi già esistenti. Innanzitutto dobbiamo vedere cosa recita la legge: " Per le infrazioni al regolamento di condominio può essere stabilito, a titolo di sanzione, il pagamento di una somma fino a 200 euro, in caso di recidiva fino ad euro 800. La somma è devoluta al fondo di cui l'amministratore dispone per le spese ordinarie. L'irrogazione della sanzione è deliberata dall'assemblea con le maggioranze di cui al secondo comma dell'articolo 1136 del Codice".

34

Nel corso degli ultimi due anni vi sono state alcune modifiche del codice regolamentare del condominio quindi quando si riceve una multa è bene vedere prima se si tratta di regolamenti decisi dal condominio stesso, ma che non hanno una legge applicata ed eventualmente fare ricorso e si hanno 30 giorni di tempo per farlo. Ad esempio, ora, non è più possibile vietare di aver animali domestici nelle abitazioni, anche se è il condominio stesso a deciderlo. Il condominio però in caso non abbia facoltà decisionali può ricorrere all'autorità giudiziaria. In caso la multa venga fatta a condomini in affitto, questi possono rifiutarsi di pagarla perché non proprietari dell'immobile.

Continua la lettura
44

Una volta che il condomino viene multato deve tener presente che ha la possibilità di contestare ogni decisione presa. Fino al 18 giugno 2013 se il condomino non rispettava il regolamento previsto dal condominio, veniva applicata una sanzione irrisoria pari ad euro 0,05. Ed è dal 18 giugno 2013 però che le sanzioni sono arrivate ad essere di cifre più considerevoli per una cifra massima pari a 800 euro. In caso di multa, l'amministratore è colui che si occupa dell'osservanza del regolamento e l'assemblea di cui fanno parte tutti i condomini, può fare altrettanto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come fare quando vengono violate le norme condominiali

Le violazioni delle norme condominiali rappresentano un fenomeno molto diffuso nella società attuale. Normalmente queste infrazioni consistono in una sottrazione di beni in comune dalla loro naturale funzione condominiale. Ma possono esservi anche ragioni...
Richieste e Moduli

Come contestare le spese di un condominio

L'approvazione delle spese di un condominio da parte dei singoli condomini riuniti in assemblea, è causa frequente di discussioni. Non sempre ogni spesa è chiara, spesso sembra gonfiata e soprattutto inutile. Durante un'assemblea di condominio, l'approvazione...
Case e Mutui

Come revocare l'amministratore di condominio

La maggior parte dell'ente persone nell'epoca moderna vive in un condominio. Nonostante questo fatto abbia anche dei notevoli vantaggi, c'è comunque bisogno di designare un amministratore di condominio che si occupi di tutti i problemi e della gestione...
Case e Mutui

Come Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore di condominio è la persona che ha il potere esecutivo all'interno di un condominio. L'amministratore non instaura nessun rapporto con il condominio in quanto persona non giuridica, ma con i singoli condomini, che invece sono personalità...
Richieste e Moduli

Come sollecitare l'intervento dell'amministratore di condominio

A partire dal 18 giugno 2013, avere un amministratore di condominio è diventato obbligatorio per tutti gli stabili in cui vi alloggiano più di otto nuclei familiari. Questo perché, maggiore è il numero di abitanti in un palazzo, maggiore è il rischio...
Richieste e Moduli

Come impugnare le delibere condominiali

Almeno una volta all'anno l'amministratore di condominio ha l'obbligo di convocare un'assemblea condominiale. In caso di necessità, si possono effettuare delle assemblee straordinarie. I punti obbligatori sono le dimissioni e la nomina del nuovo amministratore....
Case e Mutui

Come tutelarsi se un amministratore di condominio ha lasciato dei pagamenti insoluti

Non è raro scoprire che un amministratore di condominio abbia tralasciato il pagamento di alcune bollette condominiali come le bollette dell'acquedotto o altri pagamenti da sostenere per conto dei condomini. Con l'arrivo di un nuovo amministratore, vengono...
Case e Mutui

Come dare la delega per partecipare al proprio posto all'assemblea condominiale

L'art. 66 delle Disposizioni per l'attuazione del Codice Civile stabilisce che l'assemblea deve essere convocata almeno una volta l'anno in via ordinaria, mentre in via straordinaria deve essere convocata ogni volta che sia necessario o qualora ne abbiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.